10°

24°

Parma

Apertura 24 ore: commercianti spaccati

Apertura 24 ore: commercianti spaccati
Ricevi gratis le news
2

Margherita Portelli

Sarà forse una manna per il turismo, ma i diretti interessati non ne sono poi così convinti.

La misura  che il ministro Brambilla ha definito «rivoluzionaria» e che prevede la liberalizzazione degli orari e dei giorni di apertura dei negozi (non più solo nelle città d’arte), contenuta nella manovra finanziaria «lacrime e sangue» del governo, divide i commercianti di Parma, i quali, per lo più, storcono il naso dubitando dell’effettiva utilità della misura.

I negozi,  secondo quanto stabilito dalla manovra, potranno essere aperti sempre: domeniche, festivi, Natale, Ferragosto. 24 ore su 24. Nessun divieto, insomma: chi vuol tenere aperto, può farlo. Sempre. Questa novità non garba troppo alle associazioni dei commercianti, e invece delizia gli industriali del turismo. I negozianti, titolari o dipendenti, della nostra città sono per lo più dell’idea che, in definitiva, la situazione non cambierà poi tanto: «Praticamente sono abitudini già acquisite da un pezzo, la domenica ormai si tiene aperto - dichiara Lucia, del negozio di abbigliamento Barney -. Il libero mercato è questo. Sono però convinta che quel che conta sia il potere d’acquisto delle persone, non tanto la flessibilità degli orari e dei giorni di apertura degli esercizi».

In via Repubblica,  nel negozio Calzedonia, la titolare Monica Perfetti, spiega: «Noi è da anni che teniamo aperto moltissime domeniche e facciamo orario continuato. Per forza, perché altrimenti non ci si salta fuori. Ci alterniamo in cinque, tra dipendenti e titolari, è impegnativo, ma non si può fare altrimenti. Certo dare la possibilità di tenere aperto anche la notte o a Natale mi sembra eccessivo. Non chiederei mai alle mie dipendenti una cosa del genere. E poi bisogna anche pensare che una città come Parma non ha il turismo delle grandi metropoli. Non credo che cambieranno tanto le cose con questa manovra: già ora nelle domeniche di apertura sono poche le saracinesche alzate».

Si sta andando  nella direzione sbagliata anche secondo Valeria, Michela e Paola, commesse alla profumeria Douglas: «Perché in tutta Europa i negozi chiudono alle sei del pomeriggio e qui invece si vogliono spingere i lavoratori a lavorare sempre, domeniche, festivi e pure Natale? - si chiedono -. Se questo servisse ad assumere nuovo personale, allora sarebbe una cosa positiva, ma effettivamente poi non è così. E perché? Perché non è vero che se tieni aperto di più guadagni di più. Lo si capisce già durante le domeniche d’apertura sotto Natale e per i saldi».

«Anche solo pensare di poter chiedere a un lavoratore di venire in negozio durante le festività a cui tutti hanno diritto, mi pare sia un’assurdità. Non credo sia questo quello che serve» - spiega Silvia Aimi, con la collega Ilaria, nel negozio d’abbigliamento Stefanel. Elisa Lapaglia, del negozio di bigiotteria Colors & Beauty, però, fa notare: «Mettiamoci anche nei panni di un turista, che arriva per le vacanze, magari a Ferragosto, e trova quasi tutto chiuso. Credo che questa legge abbia anche lati positivi».

Della stessa  opinione i titolari del negozio Color Viola, che commercia souvenir e lavora per lo più con i turisti: «Per noi ovviamente è una manovra buona, perché stimola il turismo - dichiarano Carlo e Maria Luisa Pioli -. Certo, però, le amministrazioni dovrebbero andare incontro ai commercianti anche in altri modi, ad esempio agevolando l’accesso in centro con le automobili in determinati periodi e giorni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    25 Agosto @ 07.45

    Favorirebbe i NEGOZI CINESI... e i grandi magazzini di abbigliamento mediocre, a scapito dei negozi di gusto e qualità italiana. SE INVECE che sulla QUALITA'... spostiamo la competizione su chi rimane sveglio alla notte... giochiamo IN CASA DEI CINESI e siamo destinati a perdere, alla lunga, anche il "modello italiano", a favore dello stile insonne cinese e medio-orientale.

    Rispondi

  • Nocciola

    24 Agosto @ 22.22

    a me non risulta che in tutta Europa i negozi chiudano alle sei... Inoltre molte persone finiscono di lavorare alle 19, dal lunedì al sabato (soprattutto commercianti). Ebbene, queste persone se hanno necessità possono recarsi solo nei tanto vituperati centri commerciali! Sempre se son fortunati! A PR non c'è il turismo di Roma o Venezia, è vero, per cui dice bene la commessa che sostiene che non ci saranno differenze abissali con un po' di elasticità in più... Però non si può essere ipocriti: ovvero tirare badilate di *VoiSapeteCosa* ai centri commerciali (con apertura continuata fino alle 20/21) e poi pretendere di chiudere alle 18, il giovedì e il sabato pomeriggio, la domenica e feste comandate varie! Sembra quasi che certi negozianti non abbiano proprio voglia di lavorare e che ti facciano una cortesia, quando invece è la clientela che porta il pane e che andrebbe un attimo presa in considerazione. Altrimenti, se il mondo del commercio vi crea così tanti patemi, cambiate mestiere e andate a fare, che ne so, gli operai!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

3commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

1commento

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

2commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno