10°

24°

Parma

Diritti in casa: "Parma 80 sc. sfratta i soci dal loro appartamento pagato con 20 anni di sacrifici"

Ricevi gratis le news
2

Comunicato stampa

Parma 80 sc. sfratta i soci dal loro appartamento pagato con 20 anni di sacrifici.
La casa c’è… La casa non c’è più….
Rete Diritti in Casa, denuncia che continua la lotta dei sette soci a proprietà indivisa del condominio Paradigna che non vogliono sottostare al sopruso della Cooperativa Parma 80 che con ogni mezzo cerca di far loro firmare un contratto che li renderebbe per sempre inquilini.
I soci avevano accettato sborsare 300 milioni di lire necessari alla Parma 80 per pagare le spese di urbanizzazione e ad iniziare i lavori.
La cooperativa accendeva un muto ventennale necessario per pagare tutto l’intervento che sarebbe stato pagato dai soci con un canone mensile.
I soci accettano l’appartamento e firmano un contratto di assegnazione che li impegna al pagamento oltre che del canone mensile anche delle spese ordinarie e straordinarie.
Il contratto di assegnazione recita che alla fine dei 20 anni necessari per pagare il muto il socio potrà abitare per sempre nella casa pagando solo un canone necessario per le spese ordinarie e straordinarie decise dal consiglio di amministrazione d’accordo con l’assemblea degli assegnatari e con l’amministratore del fabbricato.
La cooperativa per convincerli ad accettare la proposta, promette ai soci che probabilmente alla fine del mutuo le case sarebbero state alienate in favore dei soci che le abitano.
Parma 80 senza aver sborsato un quattrino si ritrova proprietaria dell’immobile pagato dai soci.
Passati i 20 anni e finito di pagare il mutuo il Presidente di Parma 80, Luigi Gandolfi informa i 7 soci che le promesse fatte verbalmente non hanno valore e che se non firmano il nuovo contratto la cooperativa invierà lo sfratto ai soci.
Lo sfratto per ora è arrivato ad una socia pensionata di 77 anni, cardiopatica ed operata al cuore,
ed ad una Mamma che divide il suo tempo tra il lavoro, la casa ed all’assistenza del figlio che da 7 anni si trova ricoverato in una clinica per una gravissima malattia, mai un giorno di festa, il cui momento più felice è quando finito di lavorare può recarsi al capezzale del suo ragazzo.
Probabilmente a breve lo sfratto arriverà anche agli altri cinque soci
La cosa vergognosa è che Il sig. Luigi Gandolfi ha voluto colpire il gruppo dei sette soci inviando ingiunzione di sfratto alle figure piu deboli, a coloro che già hanno mille problemi di salute e di vita da risolvere quotidianamente.
Ma non è tutto; Il consiglio di amministrazione subodorando che probabilmente il giudice darà ragione ai soci, ha inviato una raccomandata di estromissione da socia, proprio alla signara cardiopatica incolpandola come citato nell’articolo 11 dello statuto che disciplina l’estromissione del socio, di aver arrecato danni gravi, anche morali, alla cooperativa, allegando a prova il volantino che qualche affiliato di Rete Diritti in Casa ha affisso nelle vie del centro a denuncia del vergognoso comportamento che Parma 80 sc. sta perpetrando nei confronti dei suoi soci.
I sette soci chiedono il rispetto del contratto di assegnazione firmato nel 1989 e non si piegheranno mai al volere “padronale” della cooperativa.
I soci più deboli colpiti da sfratto e da estromissione, non cederanno al ricatto della cooperativa affiancati dalle altre cinque famiglie e da noi di Rete Diritti in Casa.
Dove sono le istituzioni a protezione dei diritti dei cittadini? I sette soci nella speranza che qualcuno intervenga presso la cooperativa caldeggiando la soluzione del problema nell’unico modo possibile, quello scritto sull’atto di Assegnazione, si sono rivolti al comune e la cosa è stata presentata in consiglio comunale, (nessun risultato) all’assesore alll’urbanizzazione Manfredi (nessun risultato), al segretario provinciale della Lega Nord Dott. Zorandi (nessun risultato) al presidente della regione Vasco Errani (nessun risultato) all’onorevole Carmen Motta (nessun risultato) evidentemente Parma 80 sc. ed il suo presidente Luigi Gandolfi, nella città gode di molta influenza se nessuno è riuscito a smuoverlo dal suo tentativo d i prevaricare i sette soci.
Influenza che ha portato la coopertativa Parma 80 a ricoprire un duplice ruolo nel più grande intervento che il comune di Parma si appresta mettere in cantiere “ Parma Social House”, 850 appartamenti da costruire nel 2012 appaltati a 12 imprese tra le quali Parma 80 che assieme ad altre due società cooperative riveste il ruolo di società costruttrice e di Ente gestore che curerà le 850 assegnazioni.
Rete Diritti in Casa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vitor

    11 Settembre @ 14.43

    Sr. Gandolfi lei è una persona senza vergogna,ma un giorno pagherà tutto e in doppio!lei e chi l'appoggia!perchè nessuno scende in P.zza per queste cose?magari se erano extracomunitari tutto era già risolto!Parma è uno schifo!

    Rispondi

  • Gio

    11 Settembre @ 10.26

    La nostra in generale Signori è una Società malata. Non abbiamo più valori umani e un minimo di faccia da salvare. Tutto questo giro vorticoso prima o poi si ritorce contro di noi. Non ho parole .....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno