19°

30°

Parma

"Mobility coaching": a scuola di sostenibilità

Ricevi gratis le news
0

Parte il progetto di Mobility Coaching. L’incontro per presentare l'iniziativa, questa mattina in Municipio, è stato aperto dal saluto di Arcangelo Merella, Ad di Infomobility, e del professor Cesare Azzali, direttore generale dell’Unione Parmense degli Industriali (UPI) che ha voluto essere partecipe all’avvio del progetto in quanto iniziative come questa hanno il pregio di costruire una nuova modalità comportamentale che spinge ad utilizzare meglio le risorse a disposizione. “Tanto migliore è l’approccio alla realtà, quanto migliore risulterà la qualità della vita – ha spiegato Azzali – Le aziende vogliono dare il proprio contributo affiancando progetti come il Mobility Coaching, che dimostra come l’organizzazione virtuosa del tempo e degli spostamenti possa far crescere la cultura di una mobilità socialmente responsabile, così come l’attività produttiva vuole  inserirsi in un contesto il più possibile equilibrato.  E’ altrettanto importante – ha detto ancora il direttore dell’UPI – che ognuno abbia ben presente la logica di consapevolezza e che, nel proprio piccolo, contribuisca a migliorare la qualità della vita di tutti. Non dimentichiamo che l’evoluzione tecnologica,  che ha elevato il nostro benessere, può essere un problema se non teniamo presente come utilizzare al meglio le risorse che abbiamo a disposizione e che le materie prime e l’energia ci offrono.”
L’Ad di Infomobility Arcangelo Merella ha ricordato che nel maggio 2010 la città di Parma, attraverso Infomobility S.p.A., è stata scelta dall’Unione Europea per realizzare le azioni previste dal progetto Carma (il programma Europeo finalizzato alla promozione della ciclabilità attraverso nuovi strumenti di comunicazione) presentato insieme alle città di Göteborg, Londra, Eindhoven, Riga e Budapest. “Tra tutte le attività che riguardano il mondo della ciclabilità e della comunicazione,  vi è il progetto di “mobility-coaching” che riveste un ruolo molto importante: è infatti la prima volta in Italia che questa pratica di mobility management, già attiva in Svezia con il primo progetto pilota avviato cinque anni fa, viene sperimentata. Oggi presentiamo quello che si profila come l’approccio più efficace per modificare le proprie abitudini a seconda delle esigenze di ognuno, offrendo a tutti la consapevolezza delle alternative agli spostamenti abituali che utilizzano l’auto propria che spesso non sono conosciute”
Nell’aprile 2006 Lundby, un sobborgo della città svedese di Göteborg, ha realizzato un progetto pilota rivolto ai dipendenti di alcune compagnie che utilizzavano l’auto per recarsi al lavoro: nasceva così il mobility coaching. L’aspetto innovativo di questa sperimentazione mirava a cambiare un comportamento nella pratica.

Il Mobility Coah - Il ruolo di motivatore (Mobility Coach) è stato affidato a Roberto Merli che, incalzato dalle domande del giornalista della Gazzetta di Parma Gianluca Zurlini ha spiegato tutte le fasi con le quali si svilupperà il progetto: “Il mio ruolo è importante  per vari motivi – ha detto il dr. Merli -  oltre ad informare  i partecipanti della struttura del progetto, posso aiutare a trovare le giuste motivazioni per essere parte di esso, cercando di abbattere quegli alibi che di fatto impediscono alle persone di approcciarsi correttamente alle alternative senza pregiudizi. Infatti ognuno può avere motivi diversi a seconda della propria indole, educazione, sensibilità ambientale  o abitudine. Singolarmente, il “mobility coach” riesce ad individuare il fattore stimolante del singolo fornendo gli  strumenti per modificare gradualmente le abitudini di spostamento. Lo stretto contatto tra i partecipanti e gli organizzatori aiuta inoltre a generare un senso di appartenenza aziendale e mette in risalto gli sforzi per ottener risultati condivisi.”
Al termine dell’”incontro-intervista”, l’Assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Parma Davide Mora ha dichiarato: “Qualcuno potrebbe pensare che in una città come la nostra, dove l’uso della bicicletta non ha segreti per nessuno, questo progetto non sia necessario: in realtà è molto utilile in quanto la passione e l’entusiasmo che caratterizzano l’approccio al Mobility Coaching può incentivare ulteriormente l’uso dei mezzi alternativi all’auto privata. Non solo nei percorsi casa-lavoro ma anche nel tempo libero.”
Questo primo progetto ha avuto molto successo tanto che è stato riproposto anche in altre città della Svezia. Infomobility intende dunque replicare il successo svedese ed iniziare la prima sperimentazione del mobility coaching con i Dipendenti del Comune di Parma. Per questo è stato scelto Roberto Merli, parmigiano, classe 1963, che, dopo un glorioso passato come atleta di pallavolo (con la Santal ha visto due scudetti e due Coppe Italia) ha iniziato un percorso professionale che lo ha portato a specializzarsi in  Formazione, Personal Coaching e Team Coaching in ambito sportivo e Trainer in PNL, Public Speaking, Tecniche di Coaching, Comunicazione efficace e persuasiva, Teambuilding, Motivazione e sviluppo delle risorse umane.

Venti partecipanti- Il numero giusto per il primo gruppo di persone che vogliono intraprendere questo percorso è stato fissato in 20 partecipanti: il coach  potrà seguire tutti con giusta attenzione. Per ora, il mobility coaching è riservato ai dipendenti comunali.
A partire da ottobre 2011, un anno è il tempo minimo per modificare un comportamento radicato. Non è necessario che recarsi al lavoro in bicicletta tutti i giorni per un anno, ma ovviamente più volte si farà più il progetto avrà raggiunto i suoi scopi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"