17°

27°

Parma

Lo xenodochio di San Prospero: un gioiello medievale che va in rovina

Lo xenodochio di San Prospero: un gioiello medievale che va in rovina
Ricevi gratis le news
1

 Come biglietto da visita per chi arriva a Parma provenendo da Reggio non è proprio il massimo. Quel rudere diroccato lungo via Emilio Lepido, fra l'ex Salamini e San Prospero, non è solo un brutto spettacolo in sé, ma è anche un  (cattivo) esempio di come un edificio storico possa essere abbandonato a se stesso e lasciato marcire fra erbacce e arbusti. Quello in bella vista sulla strada non è infatti un edificio qualsiasi, ma uno xenodochio, ovvero un ricovero per pellegrini di epoca medioevale, esistente con certezza già nel '400. Fra i parmigiani è conosciuto anche come «la cà d'il bissi», probabilmente  perché da troppo tempo la gente è abituata a vederlo andare in rovina senza che nessuno si curi di recuperarlo.

A segnalare alla «Gazzetta» questa bruttura è Vincenzo Avanzini: «Da abitante di San Lazzaro ormai da anni - scrive nell'e-mail inviata alla nostra redazione - mi spiace tanto percorrere la via Emilia e vedere quello scempio». Il lettore spiega di avere a suo tempo fatto presente il degrado dello xenodochio all'allora assessore alla Cultura del Comune Luca Sommi e alla competente Soprintendenza, e di aver segnalato la cosa anche al critico d'arte Vittorio Sgarbi: il tutto nella speranza che qualcuno intervenisse per porre fine al degrado di un edificio che non merita di fare questa fine, per di più sotto gli occhi di migliaia di automobilisti che transitano ogni giorno sulla via Emilia. Purtroppo, però, gli sforzi di Avanzini non hanno ottenuto alcun risultato concreto. «In altre nazioni - osserva con amarezza il lettore - sarebbe stata valorizzata e/o restaurata o tutelata come cimelio, anziché lasciata cadere in rovina o lentamente crollare come sta attualmente avvenendo».
Lo xenodochio - che è di proprietà privata - è caratterizzato da un portico (ormai quasi del tutto crollato) sorretto da tre pilastri che si affaccia sulla strada e da un tetto a capanna (anche quello per lo più crollato). Invece il grande comignolo che si innalzava dallo spiovente maggiore del tetto, e che fino a pochi anni fa era ancora presente, è crollato (o è stato demolito, forse per ragioni di sicurezza) e ora di esso non rimane nulla, se non un buco nel tetto. Gli ambienti interni ospitavano i viandanti. Ormai del tutto scomparse le decorazioni pittoriche che ornavano il portico. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ugo Leoni

    14 Marzo @ 01.22

    Quanta infinita tristezza provo tutte le volte che vedo queste rovine, nel transitare la Via Emilia in direzione San Prospero... Davvero... quanta infinita tristezza...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"