18°

28°

Parma

Francesco Arcuri (Impegno per Parma) lascia il Consiglio comunale

Francesco Arcuri (Impegno per Parma) lascia il Consiglio comunale
Ricevi gratis le news
3

Francesco Arcuri si dimette da consigliere comunale di Impegno per Parma. Nel suo comunicato, Arcuri spiega che lui reputa "smarrite gran parte delle finalità" del progetto politico-amministrativo espresso da Pietro Vignali cinque anni fa. Arcuri pensa che sia meglio voltare pagina. Ecco il suo comunicato:

Signori Buonasera,
desideravo comunicarvi alcune brevi considerazioni in seguito ai recenti fatti giudiziari che hanno coinvolto, per la seconda volta in pochi mesi, l’Amministrazione Comunale del Sindaco Vignali.
Sin dall’inizio del mio mandato, in qualità di Consigliere comunale, e di questa Giunta, ho sempre cercato, onorato della fiducia degli elettori, di operare per il bene della città e dei cittadini di Parma, tramite il sostegno al lavoro del Sindaco Vignali, del quale scelsi di sostenere il progetto politico e amministrativo presentato 5 anni fa. All’epoca riposi la mia fiducia nelle sue capacità, al fine di condurre gradualmente in porto la realizzazione di quel progetto di governo e di sviluppo nostra della città.
Purtroppo, oggi io reputo smarrite gran parte delle finalità di quel progetto; in primo luogo, per l’incapacità manifestata, da parte del Sindaco, di ascoltare la città e di farsi carico, responsabilmente, delle proprie scelte amministrative e di operare scelte dirigenziali di reale valore.
Il buon operare amministrativo, secondo la mia personale convinzione, non può MAI essere disgiunto dalla capacità politica di mediazione, di dialogo, di assunzione delle proprie responsabilità di fronte alle scelte amministrative; la stessa responsabilità che impone di non fuggire di fronte agli imprevisti e alle difficoltà, come la crisi che stiamo vivendo. Soprattutto, quella stessa responsabilità, impone di non ignorare quando l’etica politica e la trasparenza, qualità primarie del mio agire politico, vengono intaccate dalle vicende giudiziarie a cui stiamo assistendo. Le stesse qualità, etica e trasparenza, devono essere sostenute e difese, in primis dal Sindaco e dalle sue conseguenti scelte politiche e operative. Se esse sono state declassate a mero “optional” dell’azione amministrativa, ciò lo si deve ad un deficit nella capacità di scelta, di dialogo e di controllo da parte di coloro, primo tra tutti il Sindaco, che sono chiamati ad essere i primi difensori di onorabilità e trasparenza nell’azione amministrativa. Questo innanzitutto nei confronti della città e dei cittadini che li hanno eletti, confidando nella loro capacità e rettitudine nell’amministrare la città.
Detto ciò, il mio personale sostegno a questa Amministrazione è giunto al termine; la fiducia nelle “buone scelte”, che ci ha condotto e sostenuto con sicurezza, fiduciosi di operare all’insegna dell’interesse delle nostra città, oggi è venuta meno, scossa dalle recenti e ripetute tempeste giudiziarie che si sono abbattute su questa Amministrazione. Amministrazione che, nei suoi vertici, anziché reagire con la necessaria tempestività e trasparenza, dimostrando capacità di rilanciare e innovare l’azione politica e amministrativa, pare opporre solo incomprensibili automatismi, assolutamente inadatti alle condizioni di crisi che viviamo. Automatismi gravosi e illogici, sempre più spesso indecifrabili, in primis da parte dei cittadini di Parma, ma anche per gli stessi Amministratori che, secondo la legge, possono e debbono dotarsi degli strumenti di controllo che consenta, soprattutto ai consiglieri comunali eletti, di poter realmente esercitare la propria attività di indirizzo e di controllo.
Coloro che, cittadini come me, che appartengo ad un Partito, sono investiti, dai cittadini elettori, della responsabilità di vigilare sulla buona amministrazione, oggi, per ragioni spesso imperscrutabili, non sono più in condizione di esercitare questo controllo. Con il conseguente, gravissimo rischio di affidare la tutela della propria dignità personale e la propria reputazione etica e morale, qualità, per me, assolutamente inviolabili, nelle mani di persone che si sono dimostrate non all’altezza della fiducia a loro conferita, sia nella gestione della cosa pubblica, sia nei rapporti interpersonali, con riferimento al necessario coordinamento che deve esistere all’interno della compagine politica che regge il Sindaco e la sua Giunta.
A mio avviso, senza trasparenza amministrativa, senza etica politica, senza una capacità di giudizio scevra da condizionamenti personali e, soprattutto, senza una leadership forte, che deve essere il Sindaco ad esercitare con la propria azione di dialogo e mediazione con il Consiglio Comunale, con la propria maggioranza e, in primis, con i cittadini, ecco, senza queste ineludibili capacità, non crescono né il benessere della città, né la giustizia sociale, né il progredire comune; le uniche a crescere sono tante zone d’ombra, divenute di difficile decifrazione.
Zone d’ombra, dove parole come malaffare, nepotismo, corruzione, sperpero delle risorse, rischiano di passare, in mancanza di una regia politica forte, ispirata da una forte connotazione etica, dalla condizione di fantasmi e leggende metropolitane, a presenze stabili, arrivando a pervadere potenzialmente il tessuto sociale e amministrativo della città con effetti assai gravi.
E’ per quanto fin qui richiamato e in piena coerenza con il mandato conferitomi dagli elettori, richiamandomi ai principi di etica e responsabilità che rappresentano, per me, il fondamento dell’agire politico, che sono dunque a comunicarvi le mie dimissioni da Consigliere Comunale del Comune di Parma, con il sommo rammarico di essere stato posto sistematicamente in condizione di non poter operare con la necessaria incisività rispetto alle tante necessità reali di questa città.
Voglio invece ringraziare, al termine di questo percorso, quei colleghi Consiglieri e quegli Assessori e i tanti cittadini di Parma con i quali quotidianamente mi sono confrontato in questi due anni, e con i quali continuerò a confrontarmi sui tanti problemi della città, a partire da quello delle Scuole, fino alle tematiche sociali e culturali.
Credo che, a questo punto, sia giunta l’ora di voltare pagina e aprire una nuova fase di governo della città di Parma.
Grazie
Parma 27 Settembre 2011
Francesco Arcuri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ilaria

    28 Settembre @ 10.43

    Apprezzabile e condivisibile. Francesco Arcuri ha tutta la mia stima.

    Rispondi

  • marco

    28 Settembre @ 10.07

    Bene Francesco, meglio tardi che mai, ma non c'era bisogni di questa LUNGA spiegazione.

    Rispondi

  • emme

    27 Settembre @ 20.42

    Nuove rane saltafosso nascono... Lasagna docet!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

2commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

A21

Incidente a Piacenza: un morto e tre feriti gravissimi. Due bimbi portati al Maggiore

ROMA

Auto investe pedoni vicino a San Pietro: 4 polacchi feriti

SPORT

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design