19°

30°

Parma

Vignali si è dimesso

Vignali si è dimesso
Ricevi gratis le news
166

Vignali si è dimesso. La notizia è arrivata alle 20,23 attraverso il portavoce del sindaco. Questa la lettera dell'ormai ex primo cittadino:

"Cari parmigiani,
con le dimissioni si chiude la mia esperienza da sindaco e da amministratore di questa città. Dimissioni di cui il Consiglio Comunale sarà chiamato a prendere atto.
Questa non è per me una decisione facile, perché non è semplice cancellare più di 13 anni di vita dedicati a tempo pieno alla mia città, non risparmiandomi mai e mettendoci tutta la mia volontà e le mie capacità.
Se avessi compiuto una scelta nel mio interesse personale mi sarei dimesso già a giugno: mi sarei risparmiato tre mesi di difficoltà e di pressioni enormi, di estenuanti mediazioni, di attacchi personali.
Non mi sono dimesso allora perché bisognava portare a termine alcune opere fondamentali per la città e garantire la realizzazione di eventi fondamentali come il Festival Verdi.
In questi ultimi tre mesi, infatti, siamo riusciti a fare cose che erano assolutamente indispensabili, cose che andavano fatte: abbiamo votato i nuovi Piani industriali delle Aziende, assestato il Bilancio comunale, portato avanti diversi cantieri, terminato e inaugurato opere.
Altre sarebbero ancora da fare, ma ora è accaduto un altro fatto grave che vede coinvolto un assessore della mia Giunta.
Adesso le inchieste giudiziarie non riguardano più solo dei funzionari comunali ma esponenti politici dell’Amministrazione. La differenza è decisiva. E mi obbliga ad affrontare tutte le mie responsabilità, che non sono personali ma politiche. La mia coscienza, il mio modo d’intendere la politica, il rispetto per il mio ruolo di sindaco me lo impongono.
In Italia, nel centrodestra e nel centrosinistra, le dimissioni non si danno neppure davanti alle condanne, figuriamoci quando non si è nemmeno indagati. Tuttavia questo non è per me un motivo sufficiente per rimanere. E’ una scelta dolorosa, amara. Ma un sindaco deve saper fare anche questo.
In questi anni Parma è migliorata enormemente, nei servizi quanto nelle opportunità. Poche altre città sono state così dinamiche e fattive, e raggiungere questi risultati è stata una delle soddisfazioni più grandi della mia vita. Sicuramente non sono stato esente da errori. Ma ho fatto tanto, abbiamo fatto tanto insieme, incoraggiati dai cittadini che non volevano tornare all’immobilismo del passato.
La crisi economica mondiale ha inciso profondamente su progetti avviati da diversi anni, come la nuova Ghiaia, la sede dell’Authority (che abbiamo completato e che sarà inaugurata a breve), la nuova stazione, il ponte Europa, la Scuola Europea e la riqualificazione del comparto Pasubio, che non si potevano fermare e che quando saranno terminati renderanno Parma ancora più moderna e attrattiva.
Un’opera che invece ho deciso di fermare è stata la metropolitana, un progetto da 365 milioni di euro che il nuovo contesto economico rendeva insostenibile. Una rinuncia che i cittadini hanno condiviso, perché hanno compreso che era stata fatta nel loro interesse, ma che ho pagato cara.
La nostra è una città che non tollera certi sgarri e certa autonomia della politica, soprattutto quando in ballo ci sono affari milionari.
Parma però oggi non ha bisogno di continui scontri frontali, di pubblicità negativa sui giornali locali, nazionali ed europei, di delegittimazione pregiudiziale di ogni progetto, di insulti, urla e odio riversati in piazza.
Sono sicuro che la maggioranza moderata e perbene dei parmigiani saprà giudicare quanto accaduto senza però cancellare le conquiste e i benefici di 15 anni di buon governo della città.
Per questo oggi faccio un passo indietro e mi faccio carico anche di responsabilità non mie, se può aiutare la città a ritrovare la serenità e le condizioni per ripartire.
Ripartire dagli oltre 70 milioni di euro di fondi inizialmente destinati alla metropolitana, che siamo riusciti, tra grandi difficoltà, a portare a casa e che permetteranno, in questi tempi di crisi, di completare la nuova stazione, di costruire case di edilizia sociale, di portare a termine tanti altri progetti veramente utili.
Un risultato politico che era a portata di mano ma che nessun commissario avrebbe potuto raggiungere. Per questo, non per attaccamento alla poltrona o alla carriera politica, sono rimasto al mio posto in questi mesi, nonostante tutto.
Io lascio da persona onesta che ha sempre lavorato per il bene della nostra città.
Ringrazio tutti i cittadini di Parma che in questi anni mi hanno dato fiducia, i tanti che continuano a dimostrarmi il loro affetto, e mi scuso con quanti ho deluso. Io ce l’ho messa tutta.
L’amore per Parma mi ha guidato in questi anni, e continuerà a guidarmi anche in futuro, se i parmigiani lo riterranno. Questo è l’impegno a cui non mi sottrarrò mai".
 Pietro Vignali
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • elena

    29 Settembre @ 17.40

    E poi quale sarebbe il grande scandalo se Bonsu si presentasse alle elezioni? Adesso essere vittima di discriminazione razziale e di percosse è qualcosa di lesivo della propria rispettabilità? Non era il contrario? Boh, difendiamo i ladri e gli incapaci e denigriamo la gente che si è trovata suo malgrado al centro di una vicenda odiosa. Avanti così.

    Rispondi

  • elena

    29 Settembre @ 17.33

    Leggere questi commenti sarebbe esilarante, se non fossero veri. Quelli che vanno in piazza con le pentole a manifestare sono la peggio Parma? A sì? Parente di Brunetta? Ne deduco quindi che per lei la meglio parma è rappresentata dai ladri, i collusi, gli intrallazzoni, da quelli che fanno milioni di euro di debiti che saranno i cittadini (tutti, anche quelli con le pentole) a dover pagare per anni. Per lei la meglio parma è quella arrogante che progetta e costruisce cose tanto grandiose quanto discutibili con l'unico scopo di ottenere i finanziamenti europei e che per contro non è in grado di uno straccio di politica sociale e per le famiglie? Torneranno i comunisti? Che paura signora mia, presto, chiudiamoci in casa, spranghiamo la porta e nascondiamo per bene i bambini. Intanto che ci siamo, appendiamo anche l'aglio e il crocifisso all'uscio, che non si sa mai di questi tempi... Vi dò una notizia: quando ci saranno le elezioni potrete dare la vostra preferenza al partito che preferite, e se la maggioranza dei cittadini -come sostenete- la penserà come voi, il vostro partito amministrerà. Scioccante, vero? La calata degli extracomunitari? Perchè invece fino a ieri non ce n'era mezzo, vero? Niente piccola criminalità, niente problema di sicurezza, niente zone degradate. Infatti non c'erano le ronde dei militari per le strade, e se anche ci fossero state avrebbero vigilato sulle zone davvero pericolose, non solo sulle vie dello shopping. Tutti i quartieri avevano la stessa considerazione, e quando chiamavi le forze dell'ordine erano sempre solerti a correre in tuo aiuto. Ma adesso arriveranno quei cattivi dei comunisti e saranno peggio degli unni, faranno terra bruciata. Ma beati voi che vivete nel mulino bianco.

    Rispondi

  • mary

    29 Settembre @ 17.08

    Signor sindacoLEI è stato un debole non è stato capace di capire che aveva attorno una massa di ladri,LEI sta pagando in prima persona e noi che l'abbiamo votata e la nostra bella citta , finiremo nelle mani di quei fialsi bonisti comunisti. Parma tornerà come 20 anni fa , spenta, insignificate. la saluto Maria

    Rispondi

  • Andrea

    29 Settembre @ 17.03

    Si è dimesso cosa buona e giusta come si dovrebbero dimettere tutti quei politici che da destra e a sinistra si ossidano sullo scranno a dispetto degli onesti cittadini ...

    Rispondi

  • Barbara

    29 Settembre @ 15.44

    Provo un pò di tristezza nel veder quante persone reagiscano con rabbia alle dimissioni del sindaco Vignali. Cosa c'è di così strano nel fatto che si sia assunto la responsabilità dei comportamenti evidentemente equivoci e probabilmete illegali di esponenti importani della sua maggioranza. In altri paesi, forse più "civili" del Nostro, questo comportamento è la regola non l'eccezione (come invece accade da Noi). Nel mio piccolo nessuno mi ha mai fatto sconti quando, seppur involonariamente, ho commesso errori men che meno sul lavoro (giustamente), perchè per i Signori Privilegiati che spesso vanno in politica per far soldi e non per il bene comune dovrebbe essere diverso? Non vi preoccupate nessuno vi punterà una pistola alla tempia obbligandovi alle prossime elezioni a votare per la sinistra, potrete votare sempre per un esponente di destra non credo che Vignali sia l'ultimo della "specie"....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"