13°

28°

Parma

Michelotti: "Ma come è ridotta la mia Parma?

Michelotti: "Ma come è ridotta la mia Parma?
Ricevi gratis le news
0

Caro direttore, ti confesso che sono arrabbiato. Sono stanco. Siccome voglio bene alla mia città, alla mia gente, vorrei mettere in chiaro le cose. Mi riferisco alla nota questione della lapide per i morti di Salò alla Villetta. Ho letto tante cose che mi hanno dato fastidio, mi hanno ferito. Io la conosco, la storia di quegli anni. Perché io l'ho vissuta. La mia famiglia ha avuto dei morti, delle angherie. Noi ci siamo sempre battuti per la libertà, per l'indipendenza. Io sono nato e cresciuto nei borghi dell'Oltretorrente, e negli anni Trenta si sentiva ancora l'odore delle barricate. Mia madre e i miei zii erano tutti Arditi del popolo, hanno lottato contro i fascisti. Per colpa di un fascista, non ho potuto studiare e coronare il mio sogno di finire il conservatorio. Mia madre mi ci aveva mandato con molte difficoltà. Ma la mia esperienza è finita quando un professore fascista mi ha dato del bastardo, solo perché non portavo la camicia nera. Un mio zio è stato ucciso dai nazisti, messo sotto da un camion in Piazza. Un altro, che soffriva di cuore, è morto di infarto dopo essere stato inseguito da una «squadraccia» fascista. Si muovevano sempre in «squadre», perché uno contro uno non avrebbero mai avuto il coraggio: erano dei codardi e dei vigliacchi. Ma quando erano in gruppo, se ti prendevano ti sottoponevano a torture di ogni genere. Olio di ricino e bastonate, ma anche iniezioni di benzina nei genitali. Noi vivevamo sempre in fuga. Di notte, i miei zii andavano a dormire alla Villetta. Il custode, Fontana, lasciava il cancello socchiuso: e loro potevano infilarsi in un avello libero. E oggi io devo sopportare di vedere la lapide in memoria dei repubblichini vicino a quella degli eroi della Resistenza? No, direttore. Non ci sto. E' vero che bisogna avere pietà dei morti: ma questo è un affronto, per chi ha vissuto certe umiliazioni. E io, ovviamente, non sono certo l'unico. Per non parlare di quelli che hanno tradito. Tra i repubblichini in camicia nera c'erano anche tanti ragazzi dei borghi che, senza pensarci un attimo, hanno fatto la spia, tradendo vecchi compagni di scuola, vecchi amici di giochi in strada. Gente fatta arrestare, fatta torturare, fatta ammazzare. Ferite che non si rimargineranno mai, ti assicuro. Che restino nelle loro tombe. Ma la lapide proprio no. Sono partito dalla questione della lapide, che mi sta molto a cuore, per dirti, caro direttore, in che mani siamo. E qui mi riferisco ai nostri amministratori, quelli che hanno consentito di realizzare la lapide e non solo. La raffica di arresti di tre mesi fa, e quello dell'assessore Bernini, mi hanno ferito molto, da parmigiano. Bulli da sagra, ecco cosa sono.  Senza dignità. Ottusi o incapaci, non si scappa. Prima il verde pubblico, poi addirittura le mense delle scuole dei bambini. No. Non ci sto. Con tutto quello che tanti, tantissimi volontari fanno nelle scuole, andando a raccontare le nostre tradizioni, la nostra cultura, i nostri valori. Penso al Club dei 27, alla Famija Pramzana, alle associazioni dei donatori di sangue, a tutte le associazioni culturali, che fanno migliaia di attività, tutto gratuitamente. Noi lo facciamo per la nostra città, per i ragazzi che rappresentano il nostro futuro. E cosa insegnano loro i nostri amministratori? Sono dispiaciuto anche per le famiglie degli arrestati, per i loro figli. Penso a quei ragazzi che prendono la Gazzetta e vedono la foto del padre e il titolo a caratteri cubitali: «Arrestato». Penso allo choc. E penso a com'è ridotta la mia città, la mia Parma». Alberto Michelotti
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

1commento

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno