16°

29°

Parma

Partecipate e Comune: debiti per 600 milioni

Partecipate e Comune: debiti per 600 milioni
Ricevi gratis le news
61

 Gian Luca Zurlini

601 milioni e 520 mila euro: è questa la cifra complessiva del debito cumulato a fine 2010 dal Comune di Parma e dalle sue società partecipate. Una somma decisamente elevata (3.222 euro a testa per ciascuno dei parmigiani residenti in città) che, nelle previsioni, avrebbe dovuto aumentare ancora di altri cento milioni di euro alla fine del 2011 per arrivare 703 milioni e 944 mila euro. Ma se quest'ultimo è un dato ovviamente presuntivo, che quindi dovrà essere confermato nel 2012, il primo è invece ricavabile dai bilanci consuntivi del Comune e delle sue società partecipate già approvati e depositati.
La «voragine» delle partecipate
La maggior parte del debito  comunale è provocata dalla «galassia» delle partecipate, che è aumentata notevolmente, per numero e dimensioni delle rispettive attività, nel corso degli ultimi anni e rappresenta più dei due terzi del «rosso» complessivo del bilancio dell'ente. In particolare, a fine 2010, se il debito del Comune in senso stretto si è fissato a quota 175 milioni e 832 mila euro, quello delle partecipate è invece arrivato alla stratosferica somma di 425 milioni e 688 mila euro con un'impennata decisamente vistosa rispetto ai 169 milioni e 198 mila euro  del 2007, quando Elvio  Ubaldi passò il testimone a Pietro Vignali all'incirca a metà dell'anno.
 
 
(...) L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola
 
Oggi, intanto, è convocata una seduta del Consiglio comunale. Ma l'effettuazione è in forse, perchè potrebbe mancare il numero legale.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Matteo

    05 Ottobre @ 15.39

    almeno per un po' non costruiranno più orribili e inutili opere, finalmente chiude la città cantiere, per me è già un bel risultato (ovviamente involontario) della giunta vignaliana!

    Rispondi

  • maurizio

    05 Ottobre @ 14.23

    Concordo su Harris per una cosa, Vignali non è il male di Parma, è facile scaricarlo adesso nella speranza che noi popolo bue lo mettiamo in croce per i debiti in modo da rivotare poi in primavera i corresponsabili del disastro. Non mi è mai piaciuto Vignali ma almeno è l'unico che ci ha messo la faccia, si è giustamente dimesso anche se tardivamente ma poi non si è sottratto alle telecamere, ha affrontato la città, probabilmente non ha detto cose totalmente vere ma almeno ha affrontato la gente mentre altri, quelli che sostenevano le deicisoni del sindaco, quelli che consigliavano, quelli che probabilmente imponevano al sindaco di agire in un certo modo, ma è mai possibile che adesso siano tutti contro vignali?

    Rispondi

  • Guido

    05 Ottobre @ 12.49

    bravo Direttore! dopo aver coperto per anni questa banale verità, ora te ne stupisci! la Gazzetta ha sostenuto (facendo opinione) tutte le scelte scellerate che hanno condotto a questa situazione. Finchè ha fatto piacere agli industriali.

    Rispondi

  • Pietro

    05 Ottobre @ 11.12

    @Giulio a parte il fatto che tu pagherai come pagheremo tutti e pagherai pooco alla volta sotto forma di parcheggi, biglietti di autubus, multe, e costi di servizi che il comune non potrà più fornire, scuole, etc etc per cui: il "Io non pago"," non ho colpe", non esiste per nessuno di noi comuni cittadini. qualcuno ha detto che non sappiamo leggere i bilenci e questo è vero in quanto in questa matriosca o scatole cinesi di società è difficile capirci se non ai maestri della finanza creativa. però prviamo avedere qua e la da sito del comune. Dal sito del comune si contano 36 società partecipate. Tutte con consiglio di amministrazione consigli sindacali etc. etc. Si scopre che alla Tep Ma spero che sia un errore il presidente del consiglio sindacale ha un compenso di 3.307.682 euro un altro membro effettivo di 2.638.925( Saranno senza dubbio un errori) Si trovano nel bilancio stt individuale 45.328.281 euro di svalutazioni di aziende partecipate in liquidazione e non Quali: Spip Spa-Metro Parma, area stazione STU spa etc etc. Nella pag 28 capitolo costi per servizi la cifra dei consulenti di STT 813.632 . aprendo qua e la poi tra amministratori e consiglieri si trovano nomi ricorrenti nomi noti delle amministrazioni vecchie nuove potrebbero essere casi di omonimia come Costantino Monteverdi amministratore unico area stazione STU spa Compenso di 45.015 oppure come Mara Colla presidente del consiglio di amministrazione del ADE ( servizi cimiteriali) compenso 39.360 Poi aprendo qua e la le tabelle delle varie società si riscoprono nomi ricorrenti amministratori di società che sono consiglieri in altre società o dentro a collegi sindacali etc. etc. Non voglio addentrarmi di più su consulenze esterne anche perché penso che molte siano nascoste su voci generiche e perché non mi vorrei arrabbiare più di tanto. Però mi domando è possibile che tutto questo sia frutto di tre anni di amministrazione Vignali?? Sicuri che non centri proprio niente l’amministrazione precedente in questa debacle? Naturalmente non tutte le società sono partecipate al 100% dal comune alcune sono al 50% con la provincia e in altre ci sono presenti società private. Quelle in liquidazioni sono solo del comune o della provincia naturalmente per il comune c’è la STT costituita nel 2009 sotto Vignali che è partecipata al 100% dal comune. Parma dopo tutto non è grandissima, più o meno ci si conosce si sanno anche le tendenze politiche di alcune persone presenti nelle amministrazioni di queste società è interessante vedere nomi di diversi e opposti schieramenti, gente trombata a qualche elezioni amministrative. Quando si parla di ridurre drasticamente le spese della politica non è solo diminuire i rappresentanti e i loro benefit ma anche razionalizzare le spese di incarichi dati a pioggia per accontentare vari amici. Naturalmente questo non è prerogativa della nostra Parma, è un andazzo nazionale e adesso ne paghiamo le conseguenze. Da questo sistema nessun schieramento politico bianco, nero, rosa, rosso, verde si salva e il Trota è l’esempio classico. Di chi predicava bene e ha razzolato male.

    Rispondi

  • stefano

    05 Ottobre @ 10.07

    Io, pur non essendo di sinistra, sono sempre stato contrario a Vignali in questi ultimi anni tuttavia ora lo difendo. Tanti commenti dei lettori all'editoriale di Molossi ci fanno capire che i parmigiani hanno già capito come funzionano le cose in città (onore alla GdP che ha pubblicato i messaggi senza censure) e chi comanda in città: ora Vignali, come Calisto Tanzi allora anche se è un caso diverso, è stato scaricato da tutti, Vignali che prima era osannato, intoccabile e ora il bersaglio per fare la morale. Questo sensazionalismo sui debiti e gridare "ohhhh quanti debiti che abbiamo" si doveva fare proprio ora nel 2011? E nel 2009? E nel 2008? e nel 2010? Nessun cittadino, nessun media che si sia accorto a Parma di tutto questo??? Eppure i bilanci sono pubblici. No, io difendo Vignali e invito ai lettori di sinistra a votare per chi riterranno più indipendente e non legato ai poteri forti dei Parma che fanno il bello e il cattivo tempo di questa città. Il prossimo sindaco deve essere indipendente! Obama per esserlo ha rifiutato i finanziamenti delle lobby statunitensi: ebbene il nuovo sindaco di Parma per finanziare la campagna elettorale dovrà usare soldi proprio e soldi dei suoi elettori. Solo così si è indipendenti. Altrimenti si è dei burattini dei poteri forti. Quindi cari lettori, cari elettori usate sempre il cervello, e credo che tanti commenti all'editoriale dimostrino come questa città si stia piano piano svegliando. Il prossimo sindaco dovrà segnare una svolta epocale in questa città e farla laboratorio della politica nazionale. Il Movimento 5 stelle è l'unico che si finanzia da solo, senza di rimbborsi elettorali, ancora vergine da contaminazioni dei poteri forti cittadini

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

6commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

11commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

LONDRA

Davanti a Buckingham Palace con un taser, arrestato

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street