15°

25°

Parma

Alcol alla guida: Il prelievo lo inchioda, il giudice lo assolve

Alcol alla guida: Il prelievo lo inchioda, il giudice lo assolve
Ricevi gratis le news
0

Roberto Longoni

La verità (sul vino) non è nel sangue. Almeno non negli esami ematici di routine compiuti al Pronto soccorso del Maggiore per stabilire eventuali eccessi alcolici tra gli automobilisti. «Accertamenti che hanno sì valore diagnostico e curativo, ma non medico-legale: quindi non sono in grado di dare certezze a chi deve emettere una sentenza». A sostenerlo è l'avvocato  Federico Palestro che su questo concetto ha basato la strategia difensiva per un cliente comparso ieri davanti al giudice Gabriele Nigro. Vincendo la causa (e convincendo anche il pm, Antonella De Stefano, che alla fine ha chiesto a sua volta l'assoluzione dell'imputato) e facendo uscire il proprio assistito con formula piena da una situazione tutt'altro che comoda.
Una sentenza che potrebbe fare storia in chissà quanti casi analoghi, in tutta la Penisola, e che potrebbe «annacquare» il capitolo del Codice della strada sulla lotta alla guida in stato d'ebbrezza. Insomma, stando così le cose, lo strumento  più affidabile per scovare il conducente ubriaco sarebbe il  cosiddetto «palloncino», non la siringa.
  Una vicenda che per il ventenne agricoltore assistito da Palestro ha inizio un paio d'anni fa. Il ragazzo, verso sera, viene fermato per un normale controllo mentre è alla guida del proprio autocarro su una strada del Nevianese. Alla pattuglia il suo comportamento appare in qualche modo sospetto. C'è il forte dubbio che il giovane non abbia la lucidità necessaria per mettersi alla guida di un veicolo. La possibilità di una verifica immediata non c'è, essendo la pattuglia sprovvista dell'etilometro.
Così, si passa dal Pronto soccorso del Maggiore. Il prelievo del sangue dà un risultato che, almeno in apparenza, inchioda il giovane. Dall'esame risulta che  nel suo sangue si trovano 2,23 grammi d'alcol per litro. Il limite fissato dalla legge è di mezzo grammo. A peggiorare la situazione c'è il superamento di una seconda soglia, quella del grammo e mezzo, oltre la quale le sanzioni si inaspriscono, prevedendo anche il sequestro del mezzo ai fini della confisca.
      L'agricoltore si trova così doppiamente appiedato: senza patente (che gli viene sospesa per un anno e mezzo) e senza autocarro, che gli serve anche per il lavoro. Senza contare le conseguenze civili e penali. «Avrebbe rischiato, oltre alla confisca definitiva del veicolo - ricorda Palestro - anche qualche mese d'arresto e una pesante multa».
E' sotto queste spade di Damocle che il giovane vive i quasi due anni in attesa di giudizio. Intanto, per 18 mesi se ne sta alla larga dal volante, facendosi scarrozzare da altri quando non può proprio fare a meno di mettersi in strada. Poi, quando riprende a guidare, deve arrangiarsi in qualche modo per sostituire l'autocarro sequestrato, con il quale si spostava e lavorava.
  E' un'arringa scientifica  a liberarlo da una situazione che - cifre alla mano - sembra disperata. Ma è proprio nelle cifre, o almeno negli strumenti che le stabiliscono, che le accuse hanno il punto debole.  «Ha un fondamento scientifico - sottolinea Palestro - dire che il metodo enzimatico usato per la ricerca di alcol nel sangue non dà certezze assolute. I valori possono tranquillamente variare del 20 o del 30 per cento, perché si evidenziano anche altre sostanze».
 In realtà, sembra che anche con il prelievo ematico ci sia la possibilità di avere risultati certi. Ma con un tipo d'analisi diverso da quello enzimatico. «Cioè con il metodo gascromatografico e con lo spettrometro» spiega il legale. Invece, nel caso dell'agricoltore, mancando la «certezza dei valori, non è stato possibile verificare la sussistenza del reato». Da qui -  visto che nel dubbio l'ago della bilancia pende  dalla parte dell'imputato - la chiusura del processo con un'assoluzione. E per di più  con formula piena. Verdetto  che,  di conseguenza, contiene  una non troppo larvata «accusa» nei confronti degli stessi strumenti dell'accusa. «Queste - dice l'avvocato - sono sentenze che dovrebbero far riflettere gli enti preposti, perché si dotino di metodologie attendibili per determinare la presenza di alcol nel sangue».
  E l'imputato come l'avrà presa? Facile immaginare che abbia brindato. Ma con moderazione. E magari senza mettersi al volante. Metti caso che sulla strada, anziché in una siringa da prelievi, ci s'imbatta in  un etilometro...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' nato il terzo royal-bay: è un maschio

Gran Bretagna

E' nato il terzo royal-baby: è un maschio

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

PARMA

Se una pin-up incontra "mister barba"... Foto fra stile e ironia

Le matricole: il Trash party d'apertura. Le foto della festa

TONIC

Le matricole: il Trash party d'apertura Foto: ecco chi c'era

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Quiche tricolore, cucina patriottica

LA PEPPA

La ricetta - Quiche tricolore, cucina patriottica

Lealtrenotizie

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

INTERVISTA

Baronchelli e Bugno, ciclisti-bersaglieri

Il personaggio

Beppe Boldi, maestro di cori: 55 anni di carriera

MEMORIA

I luoghi della Resistenza a Parma

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

CARABINIERI

Scompare da San Secondo: Claudio Lombino ritrovato a San Polo d'Enza

Il 29enne era scomparso venerdì, lasciando a casa portafogli e cellulare

REGGIO EMILIA

Silvia Olari su Fb: "Mi hanno rubato il tablet". E i Carabinieri lo rintracciano subito

"Tutto è bene quel che finisce bene", scrive la cantante

Serie B

L'Empoli strapazza il Frosinone, il Parma resta al secondo posto

Lucarelli esorta tutti su Fb: "Non esiste sconfitta nel cuore di chi lotta"

1commento

alimentare

Anno da record per il Parmigiano Reggiano

I dati del 2017: 3 milioni 650 mila forme prodotte, +5,2% rispetto 2016 nonostante l'aumento dei prezzi

Mondo

Nicaragua, 25 morti in scontri, cronista muore in diretta

Colpito alla testa mentre stava riprendendo su Facebook.

PARMENSE

Superenalotto: vincita da oltre 41mila euro a San Secondo

Coltaro

Luigi Bertolotti «un amico meraviglioso, ottimo lavoratore»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Trattative perditempo: Mattarella in campo

di Vittorio Testa

EDITORIALE

La generazione che rinuncia a educare i propri figli

di Michele Brambilla

10commenti

ITALIA/MONDO

Mondo

Macron vola da Trump: "Nessun piano B sull'accordo con l'Iran" Video

Economia

Dazi: accordo Ue-Messico per rimuovere il 99% delle barriere Video

SPORT

RUGBY

Zebre: pullman per i tifosi sabato a Treviso

parma calcio

Al Tardini la nascita delle Parma Legends e il raduno di “Serie A: Operazione nostalgia” Foto

SOCIETA'

MEDIA

Osservatorio giovani-editori: entra Tim Cook di Apple 

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MOTORI

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover