17°

29°

Parma

Femminista del colore

Femminista del colore
Ricevi gratis le news
1

di Pier Paolo Mendogni
S tuprata a diciott'anni da un pittore collega del padre, coraggiosa accusatrice in Tribunale del suo violentatore, Agostino Tassi, sfidando l’omertoso silenzio di una società maschilista, abbandonata a trent'anni dal marito, il fiorentino Pierantonio Stiattesi, carica di figli e di debiti, Artemisia Gentileschi (Roma 1593 - Napoli 1654), femminista ante litteram, ha reagito a tutto ciò con vigorosa determinazione facendosi strada da sola nella vita e nel lavoro, quello di dipingere, solitamente praticato dagli uomini. Una vita travagliata e appassionata, la sua; un romanzo emozionante che si può leggere in controluce nelle sue opere che hanno prevalentemente soggetti femminili come Giuditta, Dalila, Ester, Giaele, Salomè, Cleopatra, Betsabea, Maddalena, Susanna: donne dai sentimenti forti come la volontà, che spesso hanno soggiogato gli uomini con la seduzione, l’astuzia, l’amore: eroine proposte alle altre donne come esempi da imitare. Anche il mondo dell’arte ha faticato nel dare ad Artemisia la giusta collocazione critica in quanto ha dialogato alla pari coi maggiori artisti europei in virtù della sua forte personalità, del suo originale linguaggio pittorico, della sua incisiva dinamicità. Tutto questo emerge chiaramente nella mostra allestita a Milano a Palazzo Reale (fino al 29 gennaio) a cura di Roberto Contini e Francesco Solinas ai quali si deve pure il sostanzioso catalogo edito da 24ore cultura. Una mostra che sorprendentemente si apre con una camera contenente un grande letto con le lenzuola bianchissime, dal significato chiaramente simbolico (estasi e dannazione), che trova un immediato legame col celebre capolavoro di Capodimonte «Giuditta decapita Oloferne» eseguito nel 1612, pochi mesi dopo la violenza. Giuditta-Artemisia compie con freddezza la sua missione vendicatrice conficcando con chirurgica precisione il pugnale nel collo di Oloferne straziato dalla atroce sofferenza: schizzi di sangue violentano il candore del letto raggelato di morte. Artemisia era figlia d’arte e su alcuni dipinti iniziali vi sono state delle incertezze attributive ma ormai il catalogo risulta ben delineato anche perché la figlia ha una sensibilità più calda e un maggior vigore del padre Orazio, presente con un’elegante, fragile Santa Cecilia coronata di rose. Lo zio Aurealiano Lomi (la famiglia si chiamava Gentileschi de Lomis) è rimasto ancorato al tardomanierismo. La presenza di Caravaggio a Roma ha indubbiamente influito anche su Artemisia che ne ha colto il contrasto tra chiari e scuri nella «Giuditta e la fantesca con la testa di Oloferne» (1607-10) ben più composto e misurato rispetto a quello successivo. La sua spiccata personalità è emersa pienamente dopo il trasferimento a Firenze (1613) ed è stata la prima donna ad essere ammessa (1616) all’Accademia del disegno di Firenze. Firenze, Roma (1620-26), Venezia (1627-28), Napoli (dal 1630 in avanti con una breve parentesi in Inghilterra nel 1638) sono le tappe della pittrice attenta a recepire quanto emergeva dalla cultura locale, pronta però a utilizzarla nel segno del suo eccezionale talento di elegante disegnatrice: così a Roma è stata la protagonista del primo e del secondo caravaggismo, a Firenze ha conquistato nobili e intellettuali, a Napoli ha brillato a lungo producendosi pure nella pittura religiosa, che i restauri hanno recuperato nella sua alta qualità. «Grande signora del naturalismo ma anche del barocco» è la definizione datale da Contini e Solinas e pienamente confermata dall’esposizione. Le sue Vergini, che portano con naturale delicatezza il seno verso il piccolo Gesù, esprimono la tenera dolcezza di una madre verso il figlio così come la Maddalena fiorentina - avvolta nella dorata sontuosità dell’abito - è scossa dal fremito emotivo del pentimento. Donna vibrante nell’intensità della pulsione sensuale è la lattiginosa Danae fecondata amorevolmente dalla pioggia d’oro mentre Cleopatra, privata dell’amore, si abbandona al morso letale dell’aspide. Alla fastosità scenografica barocca Artemisia perviene nell’Ester che sviene di fronte ad Assuero (1626). Ritratti e autoritratti sono esposti in un’unica sala intervallata da specchi che moltiplicano i personaggi e Artemisia ci segue come suonatrice di liuto e come Santa Caterina d’Alessandria. Dalla metà degli anni Trenta a Napoli iniziano le grandi tele barocche di oltre due metri, tra cui il Miracolo di San Gennaro nell’anfiteatro di Pozzuoli. Molteplici le versioni della Betsabea al bagno e tutte hanno in comune il corpo nudo, plasticamente procace e levigato della protagonista intorno alla quale si muovono armonicamente le ancelle mentre sullo sfondo dal torreggiante palazzo re David la osserva: l’atmosfera notturna di una versione con alcuni eleganti particolari sapientemente illuminati conferisce all’insieme una misteriosa suggestione; la stessa che si ritrova nell’oscurità, rotta solo dal flebile lume di una candela, in cui avviene la drammatica uccisione di Oloferne che chiude le emozionanti storie di donne raccontate con accenti realistici e appassionati da una donna artista di riconosciuta straordinaria grandezza. 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    10 Ottobre @ 14.01

    ...ma il vate dell'arte parmense Gian Luca Sommi.... non si sente più... ha mandato almeno una cartolina ? Ci mancheranno MOLTO le sue MOSTRE al Palazzo del GOVERNATORE ! Interssanti e pagate poco! direi quasi... una "una cantata" !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

2commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

WASHINGTON

Usa: sparatoria in Wisconsin, bilancio è di quattro feriti

AVELLINO

15enne a scuola con la marijuana: arrestato in classe

1commento

SPORT

Serie A

Samp e Fiorentina, un pareggio (1-1) nel recupero

ZEBRE RUGBY

Mike Bradley: "La fiducia sta crescendo nella squadra, con Cardiff Blues è stata fantastica" Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design