16°

29°

Parma

La piattaforma dell'energia targata Parma

La piattaforma dell'energia targata Parma
Ricevi gratis le news
1

 Andrea Del Bue

L'idea non è nuova; lo sviluppo, invece, è rivoluzionario. E’ degli americani l’intuizione di costruire centrali elettriche su piattaforme marine per dare corrente alle basi abbandonate dai giapponesi. E’ di un parmigiano, l’ingegner Angelo Ferrari, il genio che c'è dietro alla creazione di una chiatta ancorata al fondale marino che produce energia e recupera calore, sfruttando la combustione di un olio vegetale, quello prodotto dai semi di Jatropha, una pianta non commestibile. La prima piattaforma con queste caratteristiche sarà installata di fronte al porto di Genova, al quale darà energia pulita. Si chiama progetto Tritone, come il figlio di Poseidone, dio del mare: perché le acque sono la casa di questa innovazione. «L'idea ha preso vita tre anni fa, grazie all’intuizione del prorettore dell’Università Marconi di Roma, dove insegnavo - racconta Ferrari, classe 1950, già direttore tecnico di Moto Guzzi e Lamborghini Automobili -. Insieme all’architetto Aldo Chichero e al professor Giordano Franceschini, esperto di tematiche ambientali, abbiamo sviluppato il modello iniziale, dando vita a questa macchina». La produzione di energia elettrica da biofuel di seconda generazione, cioè proveniente da piantagioni cosiddette «no-food», coltivate soprattutto in Brasile, non è la sola innovazione. «Le murate della chiatta sono inclinate - spiega l’ingegnere che ha curato gli aspetti tecnici del progetto - in modo da poter resistere a qualsiasi condizione di mare e vento. Inoltre, all’interno abbiamo creato una doppia intercapedine, dalla duplice valenza: da una parte garantisce la sicurezza, per evitare dispersione di combustibile, dall’altra, imbarcando acqua, permette di modellare l’assetto del mezzo». L’ingegnere parmigiano si è occupato di tutta la parte relativa a layout interni, motori, turbine e scarichi. Risultato? «Non buttiamo via niente - sottolinea Ferrari -. I gas di scarico, infatti, vengono fatti passare in alcuni boiler che generano vapore; questo, a sua volta, fa girare delle turbine collegate a un generatore elettrico: così recuperiamo 6 megawatt di potenza». E non finisce qui. L’altra peculiarità della centrale elettrica galleggiante si lega a doppio filo, nel caso di Genova, con il terminal Saar Depositi Portuali, leader nel Mediterraneo nella commercializzazione di oli vegetali e grassi animali. «La presenza in porto di Saar ci permette di abbattere l’inquinamento creato dall’indotto per l’approvvigionamento del combustibile. In cambio, la nostra chiatta trasforma l’acqua di raffreddamento dei motori in acqua calda da destinare alla stessa Saar e all’acquario. In questo modo recuperiamo circa 15 megawatt di potenza: nulla vieta, in futuro, di fornire il teleriscaldamento alla città». A Genova, firmate le ultime autorizzazioni, la nuova centrale elettrica dovrebbe prendere vita tra circa un anno e mezzo, ma l’idea è quello di esportare il progetto in altre realtà, anche con esigenze diverse. «Questo mezzo si presta a molteplici utilizzi - sottolinea Ferrari -. Stiamo pensando di creare un dissalatore, in modo da produrre acqua potabile per quelle zone più in difficoltà, come la Sicilia e la Sardegna». A Genova, la rivoluzione verde sarà completata dall’installazione di pale eoliche disegnate dall’architetto Renzo Piano, pannelli solari sui magazzini e alimentatori di corrente collocati sulla banchina: vere e proprie «spine» a cui potranno attaccarsi le navi che, così, spegneranno i motori durante la permanenza in porto. Che diventerà presto un «Green Port». «Dobbiamo dare il merito a Mario Costantino (presidente di Europam, gruppo che renderà possibile la realizzazione del progetto a Genova, ndr) che, in un periodo di crisi, ha creduto fortemente in quella che è sicuramente una sfida. La convinzione - conclude Ferrari - è che questa tecnologia possa essere utile su tanti fronti. Per ora abbiamo ricevuto solo complimenti, speriamo che nessuno ci metta i bastoni tra le ruote».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    10 Ottobre @ 13.52

    ...ALLORA dev'essere un modello vecchio, perchè la targa "Parma" è sparita già da qualche anno...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

6commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Ciclismo

Mondiali di Innsbruck, i convocati di Cassani. Aru ha rinunciato

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. Milan pari. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street