20°

Parma

Iacovini, 9 ore davanti al pm. E spuntano nomi eccellenti

Iacovini, 9 ore davanti al pm. E spuntano nomi eccellenti
Ricevi gratis le news
12

Georgia Azzali

Quasi nove ore di interrogatorio dopo tre mesi e mezzo di carcere. E' un fiume in piena, Carlo Iacovini, davanti al pm Paola Dal Monte e agli uomini della Finanza. C'è spazio per le ammissioni, ma anche per allargare il tiro oltre le proprie responsabilità.

Il verbale è stato secretato, tuttavia pare che l'ex numero uno di Infomobility abbia puntato il dito contro nomi eccellenti, personaggi in vista finora non ancora ufficialmente coinvolti nell'inchiesta «Green money», in quel sistema di tangenti che forse travalicava la manutenzione del verde pubblico.

Felpa blu e jeans, Iacovini è riuscito a dribblare fotografi e cameramen scivolando dentro il tunnel che dall'ingresso del tribunale penale porta direttamente in procura. E, poi, su al primo piano, nell'ufficio del pm Dal Monte, in cui era presente anche il comandante provinciale della Finanza, Guido Mario Geremia. Sono da poco passate le 9,30, quando l'ex numero uno dello staff del sindaco comincia a rispondere alle domande. E, con il passare delle ore, ma soprattutto quando il faccia a faccia tocca gli aspetti più importanti e scivolosi della sua attività e dei rapporti con la politica e le istituzioni, i toni si alzano. L'eco delle voci si riverbera anche all'esterno del palazzo della procura. «Momenti di tensione fisiologici in un interrogatorio lungo e complesso - sottolinea Mario Bonati, l'avvocato che assiste Iacovini insieme al collega Armando D'Apote -.

Certo è che sono stati affrontati anche altri aspetti, oltre a quelli contestati nell'ordinanza di custodia cautelare. Iacovini ha parlato delle sue funzioni e dei vari ruoli rivestiti. Per ora non abbiamo chiesto la scarcerazione, ma nei prossimi giorni presenteremo sicuramente istanza al gip per ottenere quanto meno i domiciliari». D'altra parte, l'ex direttore di Infomobility, accusato di peculato, è ritenuto dagli inquirenti una delle figure cardine del sistema di malaffare. I reati contestati nell'ordinanza di custodia cautelare si riferiscono agli anni 2007-2008, quando era alla guida della società partecipata del Comune, ma al centro dell'attenzione degli investigatori c'è anche il suo ruolo all'interno dello staff di Vignali.

Secondo l'accusa, in concorso con Alessandro Forni, titolare di Verdissimo, Iacovini si sarebbe appropriato di 85.170 euro: soldi distratti dalle casse pubbliche a fronte di lavori di giardinaggio affidati all'imprenditore gradito. Un alleato fidato, Forni, per l'ex dg di Infomobility. Ma l'interesse degli inquirenti va ben oltre i giardini che Iacovini si sarebbe fatto realizzare gratis per sé e per i familiari. Gli investigatori vogliono capire - o forse «solo» avere conferme - su fatti e personaggi del sistema. Un lungo racconto, comunque, che è ancora lontano dalla parola fine. Iacovini tornerà lunedì davanti al pm. E forse dovrà «concedersi» per una terza volta. Ma è probabile che già ieri - in tutto o in parte - gli inquirenti siano stati soddisfatti. In attesa che nei prossimi giorni altre risposte possano venire da Emanuele Moruzzi ed Ernesto Balisciano, che saranno interrogati giovedì e venerdì. Figure di primo piano del sistema d'appalti e tangenti, secondo la procura. Il «gatto» e la «volpe», per Norberto Mangiarotti, uno degli imprenditori del giro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gio

    11 Ottobre @ 22.36

    Che impaziente?! Questa del secretare l'indagine è solo serietà! Forza La Guardia!

    Rispondi

  • Leste

    11 Ottobre @ 21.19

    ma se dovessero confessare anche gli altri, e di conseguenza confermare cio' che hanno fatto, vanno tutti ai domiciliari? per loro (una volta provata la verita') SOLO GALERA!!!!

    Rispondi

  • fabrio

    11 Ottobre @ 19.32

    continuiamo a SECRETARE..quando si sapra' la verita'...MAI.....................

    Rispondi

  • Luca

    11 Ottobre @ 17.19

    nicola e federico, confondete l'ottima amministrazione ubaldi con la pessima amministrazione vignali (o amministrazione Forza Italia - PdL, chiamatela come volete)

    Rispondi

  • Nicola

    11 Ottobre @ 12.59

    ..e non solo la storia della tangenziale.Rotonda quì, ponte là, cantiere sù, cavalcavia giù(sempre allagati appena piove un pò), palazzo nuovo a destra(che cade a pezzi come il Duc), dehors a sinistra(se degli amici ancora meglio).E intanto il debito aumenta, ma la colpa è di quelli di prima, perchè noi siamo belli, bravi..... e molto mariuoli!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Gazzareporter

Parma di sera vista da Giulia, 14enne appassionata di fotografia

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel