10°

24°

Parma

Dossier pendolari - Lettera al giornale: un lettore "boccia" il trasbordo a Brescello nel nuovo orario della Parma-Suzzara

Dossier pendolari - Lettera al giornale: un lettore "boccia" il trasbordo a Brescello nel nuovo orario della Parma-Suzzara
Ricevi gratis le news
1

Un pendolare che usa la linea ferroviaria Parma-Suzzara ha scritto una lettera al direttore per spiegare i suoi problemi sul lavoro causati dai frequenti ritardi. Ragionando sulle innovazioni nell'orario, il lettore boccia il ritorno delle linee "spezzate": «Purtroppo prevedo per noi passeggeri della linea FER Parma-Suzzara ancora molti, moltissimi disagi».
Ecco la lettera:  

Egregio direttore, con riferimento agli articoli comparsi in questo periodo sul suo giornale riguardo la linea FER Parma-Suzzara, sono a scriverLe per farLe presente, ancora una volta, la disastrosa situazione in cui si trova la linea Parma-Suzzara. I ritardi su tutti treni ormai sono diventati la normalità. Ed i problemi non sono solo dovuti ai vari rallentamenti nel tratto Brescello-Chiozzola o alla ormai nota mancanza dei dispositivi di sicurezza necessari per entrare alla stazione di Parma; i problemi veri sono nei ritardi dei treni in partenza da Suzzara. Ormai è una costante che il treno in partenza da Suzzara alle 06:16 e quello in partenza sempre da Suzzara alle 07:16 arrivino in ritardo a Brescello (quindi prima dell'inizio della tratta interessata dai rallentamenti) con un ritardo che può andare dai 5 minuti ai 25-30 minuti. Nelle ultime tre settimane il lunedì il treno in partenza da Suzzara alle 06:16 non è mai arrivato a Brescello prima delle 07:15 con ben più di 20 minuti di ritardo. Negli ultimi 5 giorni lavorativi a causa di questi ritardi sono arrivata in ritardo a lavoro per ben 3 volte. Oggi si è arrivati al limite con il treno in ritardo di ben 40 minuti (è arrivato a Brescello alle 07:30!). Io pago regolarmente l'abbonamento ogni mese, 12 mesi l'anno, ma chi mi rimborsa delle trattenute che mi vengono fatte a causa dei ritardi? Chi lo spiega ai miei datori di lavoro che il ritardo è colpa delle FER? Ogni giorno mi sento ripetere «Ma è sempre in ritardo il treno che prende lei?» Sì lo è, ma ormai la situazione è talmente paradossale da sembrare una bugia! E la soluzione non sta certo solo nel mettere tre coppie di treni dotati di sistemi di sicurezza perché se i treni partono in ritardo da Suzzara arriveranno sempre in ritardo a Parma, dispositivi di sicurezza o meno! E negli orari in cui non verranno utilizzati i treni a norma cosa succederà? Potrebbe essere ripristinata l'autosostituzione da Brescello a Parma? Soluzione sbagliatissima prima di tutto perché la Suzzara-Parma è una linea ferroviaria e non un'autolinea e poi perché si verrebbe a creare confusione nei passeggeri che dovrebbero viaggiare ogni giorno con l'orario alla mano per ricordarsi in quale orario c'è il treno, in quale c'è l'autosostituzione nella tratta Parma-Brescello e in quale, invece, c'è l'autosostituzione in tutta la tratta Suzzara-Parma. I ritardi, inoltre, potrebbero diventare anche maggiori perché se, come già sta succedendo, i treni arrivano in ritardo a Brescello anche i pullman (che, ovviamente, devono aspettare il treno) partono in ritardo trovando, per strada, ben più rallentamenti di quelli che trova il treno (traffico, soprattutto sulla Strada Statale 62, semafori, eventuali incidenti, eventuali problemi derivanti dai vari fenomeni atmosferici, ecc...). E se l'eventuale autosostituzione venisse nuovamente affidata a privati assisteremmo di nuovo alle resse per assicurarsi un posto a sedere perché senza posto a sedere si rimane a terra (essendo i loro pullman turistici e, quindi, non adibiti al trasporto di viaggiatori in piedi). E chi ci assicura che questi privati rispetterebbero, a Parma, la fermata autosostitutiva in Viale Toschi (fermata segnalata a noi passeggeri negli orari)? È capitato già che alcune volte i pullman fermassero in stazione ferroviaria lasciando a terra numerose persone che li aspettavano in viale Toschi. Per ovviare a questi problemi basterebbe semplicemente che i treni partissero in orario da Suzzara e che FER effettuasse ben più banali cambiamenti come togliere alcune corse praticamente inutili, autosostituire una sola corsa nel pomeriggio e dare la possibilità di incrocio tra i treni anche a Brescello e non solo a Sorbolo. Purtroppo prevedo per noi passeggeri della linea FER Parma-Suzzara ancora molti, moltissimi disagi.
Lettera firmata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ROBERTO

    17 Ottobre @ 07.51

    sono solidale con la signora, e in piu' dico, che i passaggi a livello a Sorbolo dovrebbero essere messi tutti e 2 a posto, in quanto spesso e volentieri si abbassano (anche no!) per il passaggio del treno e poi non si rialzano piu'!!! (l'ultima volta ben 45 min.) dando un disagio non indifferente alla popolazione visto che entrambi i passaggi sono messi ad incrocio con via Mantova (ad alto passaggio di autoveicoli)... in definitiva... si stava meglio quando non funzionava la tratta!!...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

genova

Toti: "Il ponte si può costruire in 12-15 mesi: non accetteremo ritardi"

vezzano sul crostolo

Pizzaiolo coltiva marijuana in un bosco, preso con la "fototrappola"

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno