13°

28°

Parma

Sei anni ai rapinatori stakanov

Sei anni ai rapinatori stakanov
Ricevi gratis le news
0

 Professionisti delle rapine,  eppure  di un'ingenuità perdonabile.  Oltre che sfortunati. Tanto da mettere a segno due  colpi a distanza di venti giorni  utilizzando la stessa auto intestata a uno dei due. E farsi immortalare da un autovelox per  eccesso di velocità.
Sprovveduti e pericolosi al  tempo stesso, soprattutto quando il 4 settembre 2010 assaltarono l'In'S di strada Argini.  S.C., 33 anni,  e A.C., 29, entrambi residenti a Napoli,  nonostante il secondo sia nato a  New York, sono stati condannati  dal gip Maria Cristina Sarli a 6 anni di reclusione con giudizio  abbreviato, oltre a 2mila euro di  multa. Una pena pesante, che ha  rispecchiato in pieno la richiesta del pm Antonino Lupo, a maggior ragione se si considera che il rito alternativo prevede lo sconto di un terzo della pena.
Furono più fortunati la seconda volta, al Lidl di largo 24 Agosto 1942. Non solo perché il 23  settembre non incapparono nell'autovelox, ma perché il bottino fu di un  certo peso: 11.411 euro, quando il  4 settembre nelle loro tasche di  euro ne erano finiti 2.560. Stesso  modus operandi, stesse caratteristiche fisiche di un rapinatore:  gli uomini della Squadra mobile  fin da subito sono stati convinti  che i due assalti portassero le  stesse firme. In entrambi i casi, le  razzie vennero messe a segno al l'orario di chiusura dei super mercati. All'iN's, fu C.A. ad  entrare in azione verso le 12,30,  mentre S.C. faceva il palo. Giovane, volto scoperto, aspetto curato e occhi di ghiaccio. Estrasse  la copia di una semiautomatica  scura. Non ebbe bisogno di parlare a lungo, ma anche dalle poche frasi pronunciate si capì che,  a meno che non fosse un abile  attore, era originario della Campania.  Prima di scappare,  chiuse in bagno le due dipendenti (che furono poi liberate dalla  polizia). Una mossa studiata per  evitare che le commesse vedessero il modello e la targa dell'au to a bordo della quale sarebbe  fuggito con il complice che lo attendeva al volante.
Mossa azzeccata, se non fosse  stato per il passante che notò e  riferì agli investigatori il modello  della vettura e la prima lettera della targa. Un primo tassello al  quale gli uomini della Sezione  rapine sono stati abili a collegare  gli altri: quello di  una traccia di  guano sulla parte posteriore del l'auto beccata dal doppio autovelox. Attraverso la targa, la Mobile risalì al nome del proprietario, ossia al più «vecchio»  dei  due complici. Fu chiesto l'intervento dei poliziotti partenopei,  ma il titolare della Yaris non venne rintracciato. Per le indagini  sul colpo al Lidl, invece, gli elementi a disposizione degli investigatori furono molto più scarni, anche se non in contrasto con  quelli di inizio mese. Dell'auto si  sapeva solo che era chiara, di piccole dimensioni.
Quella volta, il 23 settembre,  poco dopo le 21, a entrare in azione furono due malviventi.  Il bottino,  di tutto rispetto, poteva bastare  per un po'. Ma così non è stato: tre  settimane dopo, gli stessi banditi  svuotano le casse del Lidl di Pescara. E nella città marchigiana,  lo scorso marzo, gli stakanovisti  della rapina vengono rintraccia ti e  arrestati. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

1commento

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno