21°

Parma

Tagli sugli investimenti in sanità, da Parma il ministro Fazio dice no

Tagli sugli investimenti in sanità, da Parma il ministro Fazio dice no
Ricevi gratis le news
3

«Confermo la mia contrarietà all’abolizione dell’articolo 20 (gli investimenti sulle strutture sanitarie) e mi auguro che, prima o poi, il Governo nella sua collegialità possa rivedere questo aspetto. E mi auguro che quanto prima si apra un tavolo con le regioni». Lo ha detto il ministro per la Salute Ferruccio Fazio, giunto a Parma per partecipare al convegno «Percorsi di innovazione per le cure primarie».

«Speriamo che si possa recedere su questa decisione - ha continuato il ministro - come sul tema della “non autosufficienza”. Su quest’ultimo aspetto io devo manifestare la mia preoccupazione personale dopo quanto inserito nella manovra di agosto. Questo potrebbe infatti portare ad un affollamento negli ospedali di patologie di questo tipo. Non so se sia possibile trovare una soluzione, se i tecnicismi parlamentari lo consentiranno, ma mi auguro che si possano risolvere al più presto il problema».

Sul tema dei tagli all’articolo 20, giudizio nettamente negativo anche dal presidente della regione Emilia-Romagna. «Questa è una politica molto grave e sbagliata che andremo a verificare nella legge di stabilità - ha sottolineato Vasco Errani -. Il taglio dell’ex articolo 20 per gli investimenti di un miliardo, che faceva parte di un accordo firmato dal Governo nel patto per la salute (tagliato nonostante l’iniziativa del ministro Fazio nella legge di stabilità), rappresenta un colpo veramente serio al processo di riqualificazione ed ammodernamento del mondo della sanità».

«È un vero e proprio cortocircuito - ha concluso il presidente della regione Emilia-Romagna -. Se vuoi qualificare la sanità, e anche qualificare le spese, gli investimenti sono indispensabili. Gli investimenti sono un contributo alla crescita ma voi sapete che il decreto sullo sviluppo in questo paese è, per ora, un’araba fenice».

PER ERRANI C'E' IL RISCHIO DI UN DEFAULT. Intervenendo al convegno, il presidente della Regione Vasco Errani ha sottolineato: «Il taglio previsto di 7,5 miliardi nel 2013 e 2014 è oggettivamente insostenibile. Il rischio è evidente ed oggettivo: tutte le regioni, anche quelle virtuose, rischiano il default del sistema. Tutto questo viene poi, paradossalmente, in un sistema sanitario che in questi anni è l'unico comparto dell’amministrazione pubblica che ha ridotto la spesa tendenziale, come è asseverato dalla Corte dei Conti e dalla Banca d’Italia». «Bisogna invertire questa tendenza e noi continueremo a lavorare su questo - ha concluso Errani -. Perché se non si cambia rotta diventa impossibile garantire un governo di qualità della sanità pubblica».

«TICKET DA RIVEDERE».  Fazio, a margine del convegno, ha parlato anche del problema dei ticket. «Il ticket già inserito nella sanità noi lo riteniamo assolutamente iniquo perché lineare. Noi vogliamo che venga impostato su criteri di censo, cioè per fasce di reddito che tengano anche conto, nei meccanismi di esenzione, del quoziente familiare. Così facendo ovviamente non si vivrà un periodo di vacche grasse, siamo in attesa di momenti migliori, ma credo che questa possa essere una strada su cui potremo lavorare tutti insieme».
«Io vorrei ricordare - dice ancora Fazio - il grave momento di crisi che sta attraversando il Paese e l’ultima manovra di luglio è stata fatta in un momento di grandissima difficoltà - ha poi sottolineato il ministro -, Noi operatori della sanità ovviamente vorremmo che non ci fossero tagli e stiamo cercando di lavorare ad una ipotesi di manovra ridotta per quanto attiene i tagli di due miliardi aggiuntivi per il 2014. Vogliamo che ricomprendano gli 830 milioni del ticket già inserito», e che il ministro vuole riformulare in base a fasce di reddito. 

(foto d'archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele Tanzi

    22 Ottobre @ 14.31

    Un povero disgraziato che si ammala, in Italia, deve affrontare due tipi di tragedie. La prima, naturalmente, è umana, perchè la condizione di ammalato è penosa. La seconda è finanziaria, perchè deve sborsare un sacco di soldi di tasca propria.

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    22 Ottobre @ 09.37

    Allora ? sembra che i manager Prodiani non siano riusciti a mettere a posto i conti della sanità, ma solo quelli dei loro portafogli ! o no ?

    Rispondi

  • restiani.fernando

    21 Ottobre @ 20.37

    ma di che cosa ci stii,amo a preoccupare, per avere risorse certe ci sono sempre le pensioni di anzianita...e allora cosa aspettiamo a darci un.altra bella mazzata tanto poi nessuno si prenderà la briga di obbiettare....meditate iscritti meditate

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

2commenti

Lealtrenotizie

A novembre la Guida Michelin farà brillare le sue stelle per la terza volta a Parma

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

2commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

(Ipotesi) Omicidio

Trovato morto in un pozzo Giuseppe Balboni, il 16enne scomparso da Zocca

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

FORMULA 1

L'Alfa Romeo sceglie Giovinazzi: un italiano nel Circus dopo 8 anni

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat