19°

30°

Parma

Aeroporto: "Stiamo rimpiazzando i voli che verranno tagliati"

Aeroporto: "Stiamo rimpiazzando i voli che verranno tagliati"
Ricevi gratis le news
12

 Luca Pelagatti

Li hanno definiti «scali bonsai». Ovvero aeroporti in miniatura che fanno volare pochi passeggeri: ma che producono grandi debiti. Il settimanale «L'Espresso»li elenca e fa le pulci ai conti mestamente in rosso di Brescia, Perugia, Siena, Forli, Bolzano. Ma anche  di Parma.
 
«La situazione però tra il nostro scalo e gli altri citati è molto diversa - puntualizza Guido Dalla Rosa Prati, presidente della società di gestione dell’aeroporto «Giuseppe Verdi». - Se in effetti le perdite ci sono, e c'erano anche negli anni scorsi, occorre però ricordare che il «Verdi» è per circa il 70% di proprietà privata». Il che significa, dettaglio non da poco, che le perdite pesano solo marginalmente sulle casse pubbliche. A differenza di quanto accade appunto a Forli o Brescia. Dove, esempio eclatante, da un anno non atterra neppure un aereo.
«Qui no, gli aerei ci sono. Anche se il nostro scopo è fare in modo che ce ne siano di più», prosegue il presidente che ricorda come, da giugno, da quando cioè il socio privato, l'austriaca Meinl Bank ha definitivamente acquisito il 67% delle azioni della società di gestione dello scalo, si lavora proprio per il rilancio. Quello, si spera, definitivo dopo molte promesse e parecchie cocenti  delusioni.
«In concreto vuole dire stringere accordi con compagnie aeree importanti: ed è questo su cui stiamo lavorando. In primo luogo dobbiamo sostituire le tratte che andranno verso la sospensione. Per queste, penso ad esempio a Parigi e Cagliari, esiste già un bacino di clientela che vogliamo venga acquisito da altri vettori».
 
(...) L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Luca

    03 Gennaio @ 15.35

    a distanza di 14 mesi, posso dire che non sbagliavo: nessun volo tagliato è stato rimpiazzato e ormai gli aerei che atterrano al verdi ogni settimana si contano sulle dita di un puffo (che di dita ne ha 4)

    Rispondi

  • Marco S.

    24 Ottobre @ 20.19

    Il fatto che l'aeroporto sia in una difficoltà strutturale e organizzativa, è da tempo fuori discussione. I conti parlano chiaro. Riporto alcuni dati (di facile acquisizione) per chi chiede la chiusura di un'attività sulla base di un'emotività forse dovuta agli scandali del Comune. La partecipazione sociale è così ripartita: 7,7% Comune, 5,5% Provincia, il resto è suddiviso tra istituti e soggetti Privati. La Banca austriaca ha quasi il 70%. Come si può invocare la chiusura di una S.p.a a maggioranza privata? Non spetta al Comune, spetta al mercato ed ai privati decidere. Avendo letto l'articolo de L'Espresso (io non me lo sono fatto raccontare) si capisce che la critica è giusta nei confronti degli aeroporti in rosso a totale azionariato statale. Perugia, a maggioranza statale, riceverà 42 milioni per lo sviluppo. Perugia sposta la metà dei passeggeri di Parma. Il 'nostro' aeroporto è di certo un'anomalia in Italia. E' l'unico aeroporto piccolo a maggioranza privata, il che lo colloca un po' fuori dalle considerazioni de L'Espresso e dell' Enac sugli aeroporti minori. (altra info: la SEA che gestisce Linate e Malpensa è al 98% statale). La nuova amministrazione finalemte sa cos'è un aeroporto e cosa sia il mercato aeronautico. Valuteremo il loro operato sperando che non siano le solite chiacchere di quella precedente. La rabbia cittadina va rivolta verso i veri sprechi, quelli che non generano lavoro (soprattutto per i giovani) e possibilità di sviluppo perchè al momento i debiti dell'aeroporto sono per l'87% privati. Un'ultima considerazione. In 180Km coesistono quattro grandi aeroporti Malpensa, Linate, Bergamo e Verona. In totale spostano 37,7 milioni di passeggeri. Ognuno con la sua fetta di mercato. Bologna e Rimini ne spostano 6 milioni (distanza Parma-Rimini 220km). Parma certo deve sgomitare per avere il suo mercato. Non diventerà mai Malpensa (sarà sempre equilibrato con la città), ma ha margini di crescita. I voli che vanno per la maggiore sono quelli nazionali che danno la possibilità ai tantissimi lavoratori e studenti che arricchiscono la nostra piccola città e provincia con la loro professionalità, di tornare agevolmente alle loro regioni di origine. I voli per Cagliari e Trapani sono più pieni di quello blasonato per Parigi. Figuraimoci uno sulla Puglia o sulla Campania! L'aeroporto è più per queste persone che per il classico parmigiano con la puzza sotto il naso che due volte all'anno si va a fare il weekend a Parigi.

    Rispondi

  • Luca

    24 Ottobre @ 12.05

    cambiano i nomi, non la storia. nuovi amministratori dell'aeroporto, stesse (vaghe) promesse dal 2005.

    Rispondi

  • stefano

    23 Ottobre @ 09.02

    L'aereo Ryanair per Cagliari quest'anno ha volato smpre pieno. Perchè tagliare la tratta? Forse perchè Ryanair richiede un maggiore fee all'aeroporto di Parma e quest'ultimo non vuole o non può pagare? Si dicano le cose come stanno veramente! L'aeroporto invece di cercare altri vettori con tariffe indubbiamente molto più alte dovrebbe trattare sempre con Ryanair e trovare un accordo! Ma per fare questo occorrono veri manager!

    Rispondi

  • Tiziano

    22 Ottobre @ 21.45

    Si, facciamo come con l'alta velocità che ci passa sotto il naso ma ... tira dritto! E cediamo pure l'unica fermata tra Milano e Bologna ai reggiani. Ma bravi! Ma che strateghi! Se facciamo così anche con l'aeroporto, ... addio Parma. Nossignori, bisogna invece trovare tutte le soluzioni possibili per potenziarlo, ovviamente eliminando per quanto possibile le perdite economiche.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"