19°

30°

Parma

In via Burla 90 detenuti tossicodipendenti

In via Burla 90 detenuti tossicodipendenti
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli
C'è chi, in carcere, è rinchiuso in una doppia gabbia: quella tangibile della cella, e quella psichica (e spesso fisica) della dipendenza da droghe.
I carcerati da sempre sono considerati una popolazione a rischio per quanto riguarda la tossicodipendenza. Alla fine degli anni Ottanta ci si era resi conto che un terzo dei reclusi, in Italia, aveva problemi di droga: questo, ovviamente, perché la dipendenza da sostanze facilita i comportamenti delinquenziali, e quindi l’incarcerazione.
Ecco perché da tempo, anche a Parma, esiste l’«Equipe carcere», un team multidisciplinare, afferente alla Sanità penitenziaria, preposto all’assistenza dei detenuti con problematiche di dipendenza, operante all’interno della casa di detenzione. Da poco ribattezzata Nart (Nucleo assistenziale riabilitazione tossicodipendenza), questa realtà opera all’interno delle mura carcerarie della nostra città dagli anni Novanta, assistendo, al momento attuale, circa 90 persone.
Quasi tutti dipendenti da droga (solo una decina gli alcolisti), i detenuti in questione vengono seguiti da una squadra che comprende 3 psicologi e 2 educatori (a rotazione), un medico e un infermiere (a 30 ore), e un coordinatore.
L'importanza di trasformare la detenzione in un momento utile a motivare il cambiamento, ce la spiega Paolo Volta, coordinatore del Nart e direttore del Programma di dipendenze patologiche dell’Ausl di Parma. E il paragone che utilizza, calza a pennello: «Se un fumatore si trova un’intera giornata forzatamente senza sigarette, quando finalmente alla sera riesce a procurarsele, non solo fuma, ma magari se ne accende 2 o 3, una dietro l’altra».
Ecco perché un tossicodipendente che finisce in carcere, e magari passa dei mesi senza assumere sostanze, non può considerarsi «fuori dal giro», ma, anzi, si avvicina a un momento, quello del ritorno alla libertà, potenzialmente molto pericoloso, perché a rischio overdose. L’astinenza forzata della detenzione non ha valore se non è supportata da un percorso di ripresa nel quale si tenta di accompagnare il tossicomane alla coscienza e all’intenzione.
«Esserne fuori non è una questione di tempo, ma di convinzione» puntualizza Volta. «Tra le persone che seguiamo c'è un forte turn-over, perché solitamente i tossicodipendenti si macchinano di reati minori, e in poco tempo vengono rimessi in libertà - continua -. A Parma, poi, le percentuali sono più basse rispetto ad altre carceri, e questo si spiega con il fatto che nel nostro penitenziario ci sono i detenuti del 41 bis, che solitamente non sono dipendenti da sostanze, e vi è inoltre una sezione per paraplegici». La presa in cura da parte dell’«Equipe carcere» comporta dei benefici per i detenuti: «L'articolo 94 prevede che un detenuto (dentro per reati non gravi) la cui tossicodipendenza sia stata accertata, nel momento in cui decide di sottoporsi al programma per la tossicodipendenza, possa essere affidato ai servizi sociali dai 3 ai 4 anni prima del compimento della pena - spiega Volta -. Noi li accompagniamo in un percorso che prevede consulto psicologico e il coinvolgimento in diversi progetti riabilitativi, anche culturali o creativi».Una volta erano perlopiù eroinomani, i carcerati tossicodipendenti, «oggi ci sono anche molti dipendenti da cocaina, una droga, però, la cui dipendenza reale è più difficile da certificare» dichiara. Tra quelli che in carcere si ritrovano lontani dalle sostanze, c'è chi fa di tutto per tentare «l'evasione mentale»: «Oltre al giro di psicofarmaci, diverse volte capita che alcune persone cerchino l’alterazione psichica inalando il contenuto delle bombole di gas - spiega il direttore -. Seguire queste persone non è di certo facile: quello che si vuole fare è dare il via a un percorso che, necessariamente, dovrà continuare anche una volta liberi, quando gli ex detenuti saranno seguiti dai singoli Sert territoriali». Quando saranno - in altre parole - fuori da una delle due gabbie, chini alla ricerca della chiave per aprire anche l’altra. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La Polonia ha perso, ma le sue tifose (sugli spalti) hanno vinto Gallery

Bellezze...mondiali

La Polonia ha perso, ma le sue tifose (sugli spalti) hanno vinto Gallery

Filippo Magnini e Giorgia Palmas: «Ci sposiamo, il matrimonio sarà sulla spiaggia in Sardegna»

gossip

Filippo Magnini e Giorgia Palmas si sposano: «Cerimonia in spiaggia in Sardegna»

1commento

Bocciato o rimandato? 6 consigli per affrontare un insuccesso scolastico

CONSIGLI

Bocciato o rimandato? 6 consigli per affrontare un insuccesso scolastico

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Turismo gastronomico: domani lo speciale

NOSTRE INIZIATIVE

Turismo gastronomico: oggi lo speciale con la Gazzetta

Lealtrenotizie

Parma, "tentato illecito". Serie A a rischio

CALCIO

Parma, "tentato illecito". Serie A a rischio

Si riaprono le porte della massima serie al Palermo?

5commenti

PARMA

Incidente in via Burla: muore un motociclista 49enne

La vittima dell'incidente è Paolo Superchi

12 tg parma

Maturità a Parma, primo scritto fra tensione e scaramanzia: parlano i ragazzi Video

VOLANTI

Spaventa e minaccia i passanti con un bastone chiodato: denunciato 21enne nigeriano

L'africano è accusato anche di ricettazione: aveva due carte di credito rubate a una donna di Bologna

PARMA

Auto esce di strada e prende fuoco: un ferito grave in tangenziale

ECONOMIA

Bonatti, commessa di oltre mezzo miliardo per un gasdotto in Canada

Incarico ottenuto da TransCanada Corporation per la costruzione di una parte della pipeline Coastal Gaslink

PARMA

Zone 30 e interventi per la sicurezza: le novità nei quartieri Pablo e San Leonardo Foto Video

TRAVERSETOLO

«Nitro» e il suo fiuto infallibile: ritrovata la pistola della rapina in villa

MEDESANO

Moto contro capriolo: grave 50enne nocetano

PARMA

Da Borgotaro al concorso al Palacassa con il bimbo da allattare

Sotheby's

All'asta i gioielli dei Borbone Parma

1° LUGLIO

Bomba inesplosa a Borgotaro: tutto pronto per l'evacuazione del paese

ROCCABIANCA

Sventata la truffa del falso resto. Coppia allontanata

NOMINE

Quella mail che inguaia Pizzarotti: il sindaco indagato per abuso d'ufficio

6commenti

Regioni

Carlotta Marù eletta difensore civico Emilia-Romagna

Passa la candidata del centrodestra. M5s attacca, non ha requisiti

Unione Industriali

Figna: «Come affrontare le sfide del futuro»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Salvini dal Papa con Vangeli e rosario

di Vittorio Testa

2commenti

CHICHIBIO

«Trattoria Armanda» una gita per la tradizione della Liguria

ITALIA/MONDO

BERGAMO

Professoressa delle medie fa sesso con un alunno: 40enne arrestata

1commento

SALUTE

Il ministero della Salute ritira un lotto contaminato di una nota acqua minerale

1commento

SPORT

MONDIALI

All'Egitto non basta Salah: la Russia vince e vola

lutto

E' morto Sergio Gonella, arbitrò la finale mondiale del '78

SOCIETA'

MODENA

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è ancora il ristorante migliore del mondo

SOS ANIMALI

Gattini in cerca di casa Foto

MOTORI

IL TEST

Guida autonoma? Non proprio, per ora è meglio Nissan ProPilot

PROVA SU STRADA

Peugeot 3008 1.6 BlueHDi, al volante del Suv del Leone

2commenti