13°

23°

Parma

Addio, Tiziano - E' morto Marcheselli, custode naïf di una Parma che non c'è più

Addio, Tiziano - E' morto Marcheselli, custode naïf di una Parma che non c'è più
Ricevi gratis le news
12

Oggi Parma si è svegliata più povera. E ancor più la nostra Gazzetta si scopre povera e triste: è morto Tiziano Marcheselli.

E' morto "Tizi", come tutti noi chiamavamo quella figura originale, allampanata, che ancora spesso spuntava in redazione per consegnare gli articoli della sua collaborazione, con cui aveva mantenuto l'affettuoso legame con il giornale anche dopo la pensione, o semplicemente a fare due chiacchiere.

Un uomo che ha amato Parma raccontandola: con i suoi caratteristici quadri, con gli articoli, con i tanti libri capaci di fissare la storia della città e di preservarne tesori, che si trattasse di luoghi o di personaggi, destinati a scomparire.

Si potrebbe simboleggiare questa sua preziosa manìa con uno dei tanti libri che gli sopravviveranno e ce lo ricorderanno: quello sul "màt Sicuri", il caratteristico personaggio che fino agli anni '80 dormiva nelle strade di Parma, avvolto da giornali e cartoni. Un tipo ispido e inavvicinabile: quando le telecamere di Tv Parma si introdussero al Romanini, dove era stato ricoverato, per tentare l'intervista mai fatta da nessuno, lui accolse giornalista e cameraman scagliando contro di loro le micche di pane che aveva sul comodino. E invece  Tiziano riuscì a conquistarne la fiducia, a parlargli e appunto a scriverne un libro.

Ma sono tante altre, come si può leggere nella biografia qui sotto che racconta una attività intensissima,  le opere di Marcheselli destinate a raccontare (a chi anche fra decenni vorrà ricostruire la storia di Parma a cavallo del Terzo millennio) i monumenti e le strade, la cultura e i fatti, e i personaggi anche "minori", come nei volumi che a fine anno riassumevano le vicende di quei 12 mesi riprendendo le cronache della Gazzetta, con i brevi ed efficaci testi di Tiziano e le foto dell'inseparabile Giovanni Ferraguti. O come nel prezioso "Dizionario dei parmigiani" scritto insieme al figlio Fabrizio, al quale va ora il nostro commosso abbraccio.

Sì, Parma è davvero più povera, oggi che quell'originale e allampanato cronista, e cercatore di umanità, non ne percorrerà più i borghi, non salirà più i gradini del loggione del Regio, e non si aggirerà più in redazione con quel suo "strano" cappello, simbolo di un giornalista e soprattutto di una persona lontana da ogni moda ma attento ai sentimenti e alle cose più vere della vita e di questa città.  (g.b.)

I funerali di Tiziano Marcheselli avranno luogo sabato 29 ottobre, alle ore 9 nella chiesa di San Giovanni Battista, in via Sette Fratelli Cervi, e proseguiranno per il tempio di Valera.

La fotografia dell'articolo è stata gentilmente concessa da Edaordo Fornaciari

LA SUA BIOGRAFIA (così come lui stesso la racconta sul suo sito www.tizianomarcheselli.it)

Tiziano Marcheselli, giornalista professionista dal 1º gennaio 1966 (Ordine Nazionale N. 006238).
Critico d’arte della «Gazzetta di Parma» e redattore della settimanale pagina dell’arte del martedì dal 1978. Come scrittore ha pubblicato una trentina di libri, fra cui tre volumi sulle «Strade di Parma», «Cento pittori a Parma», «Fantasmi e leggende dei castelli parmensi», «Gente di Parma» (due volumi con illustrazioni proprie), «La storia della Tep», «San Francesco del Prato, un tesoro da salvare», «Il nostro amico Sicuri», «Ciao Pampurio», «Un anno a Parma» (sei volumi dal 1986 al 1991 con le foto di Giovanni Ferraguti), «Padre Lino e il suo tempo», «I trent’anni del Circolo di Mariano», «Bruno Calzolari», «Giovanni Voltini», «Verdi, il monumento ritrovato» (con Proferio Grossi, Gian Paolo Minardi e Marzio Pieri), «Dizionario dei parmigiani» (con Fabrizio Marcheselli), «Il testamento di Sicuri».

Come pittore, dal 1964 a oggi, oltre ad aver organizzato un centinaio di rassegne artistiche a Parma e provincia, ha tenuto una trentina di mostre personali in varie città italiane, è stato invitato a numerosi concorsi (dal Premio «Suzzara» a «Scrittori-pittori» ad Aci Trezza, con Buzzati, Gatto, Zavattini, da «Riccione-Arte» alla «Biennale» di La Spezia), vincendo una cinquantina di premi. Ha realizzato affreschi nelle strade di Calestano, una «Via Crucis» nella chiesa dello Spirito Santo di Parma, una «Deposizione» per la chiesa di San Giovanni Battista (Parma), un ritratto di Giovanni Paolo I per il Vescovado di Parma, un grande dipinto tratto dal Correggio per l’Abbazia di San Giovanni Evangelista (Parma). Ha disegnato le «Carte da gioco parmigiane» e il «Gioco dell’oca parmigiano», calendari, copertine di libri e numerose illustrazioni per libri e per il quotidiano «Gazzetta di Parma». Ha scritto - e continua a scrivere - migliaia di articoli di argomento storico, artistico e folcloristico locale per la «Gazzetta di Parma» e presentato in catalogo quasi tutti i maggiori artisti parmigiani contemporanei. Ha fondato l’Associazione benefica «Amici di Padre Lino» e l’«Associazione Parmense Artisti» (della quale è segretario dal 1980).
Tra le sue mostre recenti, da segnalare due personali alla Consigli Arte di Parma (1986 e 1995), la personale «Giovanni dalle Bande Nere» nella Rocca dei Rossi di San Secondo Parmense (1998), la personale su «Barriera Vittorio Emanuele» (con scritti di Alberto Bevilacqua, Mario Gandini, Gene Gnocchi, Davide Barilli, Guido Conti e altri) alla Galleria antiquaria «Lo Scrigno» (2002), «Museum» alle Fiere di Parma (artista invitato, 2002 e 2003), «Ritratti dei 25 presidenti del Rotary Parma Est» al Circolo di Lettura di Parma (2003), «La storia di Parma» (con testi e illustrazioni propri) al Museo «Glauco Lombardi» di Parma (aprile 2004) e quindi nella Rocca di San Secondo Parmense (ottobre 2004). Sua una sala sul tema del «Mito» nella Rocca Sanvitale di Sala Baganza (maggio-giugno 2004)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andrea Paini

    29 Ottobre @ 01.30

    E' mancato il giornalista e pittore Tiziano Marcheselli grande amico del nostro Gruppo da tanti anni. E' stato infatti lui a creare nel 1985 il primo storico logo raffigurante le Due Torri dei Paolotti in Strada D'Azeglio come il simbolo della nostra Società sportiva.Tiziano per molti anni ha scritto dei bellissimi pezzi sul nostro book annuale che esce in estate in occasione del Torneo "Due Torri", nei qauli trovavano spazio quelle simpaticissime "macchiette" parmigiane, da Stopai, Gorilo ecc. Tiziano ci ha insegnato ad amare Parma, ad amare la sue gente, ad amare i suoi personaggi caratteristici. Al figlio Fabrizio giungano le nostre piu' sentite ed affettuose condoglianze. Ciao Tiziano.

    Rispondi

  • Fabrizio Marcheselli

    28 Ottobre @ 21.37

    In questo momento, per me è difficile trovare le parole. Forse ne basta una: GRAZIE. A tutti. Fabrizio

    Rispondi

  • pipolo

    28 Ottobre @ 21.21

    Scrivo questo commento da molto lontano. Solo oggi ho saputo... Anche La Habana mi sembra un po' piu' triste Ciao Tiziano, che la terra ti sia lieve..

    Rispondi

  • FILIPPO GRECI

    28 Ottobre @ 12.04

    Non ho potuto conoscere direttamente questa splendida figura di personaggio di altri tempi, ma mio padre si. Quando personaggi di tale levatura scompaiono una grande tristezza attanaglia il cuore, perche' sono perdite che non possono essere compensate mai. Lui rappresentava la Parma di una volta, quel paesone dove tutti si conoscevano, quella citta' semplice, ma laboriosa ed onesta che si connotava per tante caratteristiche, dai profumi dell'oltretorrente alle compagnie di quartiere , per finire ai negozi delle vie del centro storico : luoghi ove si respirava la parmigianita' dei tempi che furono e che ora non esistono piu'. Parma di una volta che ora vive nei cuori delle generazioni che ne hanno apprezzato l'essenza piu' intima: Tiziano Marcheselli, galantuomo di una volta, che ora vive nei cuori di chi lo ha conosciuto, stimato ed amato.

    Rispondi

  • pier luigi

    28 Ottobre @ 10.16

    Grazie, per tutto quanto hai fatto per noi, per la ' Nostra Storia' che ci hai raccontato, settimana per settimana, e non solo per quello.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno