10°

23°

Parma

Il Festival Verdi all'ultima chiamata

Il Festival Verdi all'ultima chiamata
Ricevi gratis le news
0

Andrea Gavazzoli

Questa breve cronistoria è il racconto di un sogno rimasto in parte e ancora in stato embrionale rispetto a quanto annunciato alla sua nascita. Un' opera maestosa nelle attese che, pur con alcuni sussulti di rilievo,  ha messo a nudo negli anni anche le sue fragilità.
Era il 27 gennaio del 2001 quando debuttò il Festival Verdi , preceduto dall'attesa che accompagna i grandi avvenimenti storici e con il valore aggiunto di  interventi significativi come quello dell'allora capo dello Stato Carlo Azeglio Ciampi.
Sembrava proprio che la lirica a Parma tornasse a fare sul serio, che attorno al nome del grande maestro di Roncole partisse il vero riscatto del Teatro Regio che, dopo i fasti degli anni ' 60, era stato relegato a teatro di nicchia,  autoreferenziale e con il mito ascritto al terribile, ma competente loggione.
E che il Festival potesse iniziare davvero sotto la buona stella lo si poteva comprendere dallo stesso suo bilancio di 120 miliardi (90 per i contenitori - 30 per i contenuti) per garantire i quali si erano mossi, oltre chiaramente al Comune cittadino, Stato, Regione, banche e le grandi industrie del nostro territorio.
Un evento che poteva contare su una città pronta a concedersi nuovamente alla grande musica grazie anche a nuove strutture, quali il nuovo Auditorium Paganini di Renzo Piano e il museo multimediale del melodramma nello storico Palazzo Cusani trasformato in Casa della Musica.
Il Festival Verdi, insomma, visto e studiato anche come una opportunità per creare un grande «business culturale», capace di integrare dal punto di vista musicale l'ambizione europeista della città.
Una sensazione che sembrava essere già realtà quando poche settimane dopo l'inaugurazione, l'11 marzo, proprio nel segno del Verdi Festival Parma era stata capace di diventare per una sera la vera capitale mondiale della lirica con un fantastico gala che aveva visto tutte unite insieme stelle di prima grandezza quali Placido Domingo, José Carreras, Barbara Frittoli, Ruggero Raimondi, Leo Nucci, Mariella Devia, Daniela Dessì. Non bastasse sul grande palco anche Zubin Mehta a dirigere l'Orchestra del Maggio Fiorentino. A riprendere l'evento, 80 televisioni da tutto il mondo.
Il possibile modello di riferimento erano Mozart e Salisburgo e quella prima, grande stagione, aveva forse illuso che la strada per arrivare all'obiettivo potesse essere percorsa in tempi relativamente brevi, anche se con mezzi un po' diversi da quella che era una celebrazione aiutata e non poco da fondi governativi.
Dieci anni dopo Parma si trova davanti un panorama in chiaroscuro che ci regala, parzialmente, la sensazione di un'incompiuta.
Qualche grande nome gravita ancora (Leo Nucci e Daniela Dessì su tutti per citarne alcuni) per continuare a far sognare (o forse illudere) gli appassionati in un Teatro Regio che cerca di guardare alla grande nobiltà del palcoscenico internazionale, ma che, nel quotidiano, resta  ancorato alla morsa dei conti e delle conseguenti polemiche, che oggi rischiano di  far parlare del nostro teatro ancor più della proposta musicale.
Un cartellone che tuttavia rimane di buon livello e che potrebbe essere ancora superiore, ma che nel suo complesso non riesce a far decollare definitivamente il progetto di prospettiva con un respiro più ampio.
Quel progetto che doveva vedere il Festival al centro del sistema Parma, capace di mettere assieme istituzioni e mondo economico per far partire un treno capace di raggiungere tutte le stazioni europee e non solo.
Oggi su quel treno è ancora possibile salire, ma c'è la volontà di metterlo in moto? E da parte di tutti in un momento cosi' difficile per la città?
Sarà questo il tema della puntata di questa sera di Agorà, in onda a Tv Parma alle 21. A parlarne in studio il maestro Mauro Meli, sovrintendente del Teatro Regio, la soprano Paola Sanguinetti, in collegamento da Londra Michele Pertusi, critici musicali e appassionati oltre che rappresentanti dei lavoratori. Numerosi i contributi filmati realizzati da Francesca Lombardi in collaborazione con il sito Gazzettadiparma.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

3commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

1commento

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

2commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno