16°

28°

Parma

Guido Maria Conforti. Duomo gremito per la prima festa

Guido Maria Conforti. Duomo gremito per la prima festa
Ricevi gratis le news
0

Luca Molinari
Parma festeggia san Guido Maria Conforti. Ieri mattina, in occasione della prima festa liturgica del nuovo santo parmigiano, tantissimi fedeli hanno affollato la Cattedrale per partecipare alla celebrazione con i vescovi della regione, presieduta dal cardinale di Bologna Carlo Caffarra.
 D’ora in avanti l’indimenticato vescovo di Parma (dal 1907 al 1931) e fondatore dei missionari Saveriani, proclamato santo domenica 23 ottobre in piazza San Pietro da Papa Benedetto XVI, verrà ricordato universalmente ogni 5 novembre, data della sua morte (nascita al cielo).
 La data della canonizzazione o beatificazione, infatti, solitamente non coincide con quella in cui verrà celebrato il nuovo santo o beato. Ad esempio, la beata Madre Adorni, fondatrice delle «Ancelle dell’Immacolata», viene ricordata ogni 7 febbraio, giorno della sua morte, pur essendo stata beatificata il 3 ottobre. Il cardinal Caffarra ha aperto l’omelia riflettendo sulle letture e sul vangelo ascoltati poco prima, sottolineando tra l’altro, come «la fede ci doni una nuova intelligenza della realtà. Non solo dei divini misteri, ma anche dei fatti umani». La seconda parte della predica è stata interamente dedicata al nuovo santo parmigiano. Partendo dal suo «incontro» con Cristo in croce - il crocifisso che ne ha ispirato la vocazione e la sua reliquia rimarranno esposte in Duomo anche oggi  – l’arcivescovo di Bologna ha posto l’accento sulla grande fede di monsignor Conforti.
«L’esperienza cristiana di san Guido Maria – ha affermato – nasce dall’incontro con Cristo crocifisso, avvenuto per la prima volta quando era ancora molto giovane. Sostando nella chiesa detta della Pace, rimase colpito e attratto dal grande crocifisso che era sull’altare. «Mi guardava» dirà più tardi «e mi diceva tante cose». Ed anche: «gli debbo la mia vocazione». Lo scambio di «amorosi sguardi» accompagna la vita del santo, se molto tempo dopo sappiamo dalla testimonianza della sorella che nel periodo in cui il crocifisso fu collocato in episcopio, il vescovo Guido fu visto spesso in atteggiamento di contemplazione estatica». Fu in questa immersione dentro l’evento della Croce; «fu dal suo dimorare «sul monte del Signore» – ha proseguito il cardinale Caffarra – che san Guido comprese la chiamata di tutti i popoli a «salire al tempo del Dio di Giacobbe» per non continuare a camminare nelle tenebre e nell’ombra della morte, ma «nella luce del Signore»». Da questo incontro col Cristo «nasce l’istituto missionario da lui fondato appena trentenne – ha osservato – e il suo servizio episcopale alle chiese di Dio in Ravenna e in Parma, nelle quali egli è il buon pastore che dona la vita per il suo gregge».
 Tralasciando quindi l’analisi del ministero episcopale di Conforti e del contesto in cui si sviluppò, il cardinal Caffarra si è invece soffermato sullo «spirito del santo». «Il suo cammino – ha spiegato – fu di progressiva conformazione a Cristo crocifisso. La sua vita fu infatti segnata da numerose prove fisiche, psicologiche e spirituali anche gravi. Anche quando queste potevano portarlo a pensare che si trattasse di veri e propri fallimenti spirituali, egli accettò con la docilità della fede anche le più mortificanti sconfitte. La sua forza era nell’umile obbedienza al disegno di Dio». Al termine dell’omelia l’arcivescovo di Bologna, rivolgendosi ai vescovi presenti, ha rimarcato come la nostra regione abbia «un così profondo bisogno di essere condotta fuori dal deserto della sua incredulità verso l’incontro con Cristo». «San Guido Maria – ha concluso – ci sostenga con la sua intercessione e ci ottenga quel senso teologico della storia, assolutamente necessario per chi è mandato, come noi, ad annunciare il vangelo della grazia e della misericordia». Durante la messa era infine presente sull’altare il calice donato a monsignor Conforti dai vescovi della regione Emilia Romagna nel 25° anniversario della sua ordinazione episcopale.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Foto d'archivio

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

3commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Radio Colonia

La Germania pensa di espellere gli italiani senza lavoro

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

1commento

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"