18°

28°

Parma

Piante fiorite e foglie sui rami: novembre "impazzito"

Piante fiorite e foglie sui rami: novembre "impazzito"
Ricevi gratis le news
0

di Giulia Viviani

L’estate di San Martino è passata quasi inosservata in un autunno in cui le temperature sono state ben al di sopra delle medie stagionali. Se solitamente la data più famosa della meteorologia popolare arrivava a scaldare l’aria dopo le prime gelate, quest’anno ha rappresentato un «normale» prolungamento di un autunno «impazzito». 
Non è solo il tepore che sentiamo a dirci che le cose non vanno come dovrebbero, anche la vegetazione parla. Il ritardo nell’ingiallimento e nella caduta delle foglie per esempio dimostra palesemente che qualcosa non ha funzionato come di solito: «Le temperature elevate – spiega Marcello Tomaselli, direttore del dipartimento di Biologia evolutiva e funzionale dell’Università di Parma - possono portare, in alcune piante, al ritardo di alcuni processi dei cicli fenologici, come la caduta delle foglie. L’estate di San Martino in questo caso allunga solamente un periodo di caldo anormale, ma sembra che il fenomeno stia già rientrando nei ranghi».
 Per alcune specie, si è potuto assistere a fioriture tardive, cosa che di per sé non ha niente di negativo: «Anzi – prosegue Tomaselli - le piante di alta montagna possono essere avvantaggiate in questo senso. Alcune fioriscono molto tardi e il clima rigido ne pregiudicherebbe la riproduzione». 
In ogni caso, pare che una sola stagione fuori dalla norma non possa determinare effetti sul futuro. Almeno non sulle piante: «Gli effetti più visibili del cambiamento climatico sono legati purtroppo agli eventi estremi, basti pensare a quello che è successo a Genova e alle Cinque Terre».
 Nella vegetazione i fenomeni sono molto meno marcati e non hanno necessariamente ripercussioni negative: «Oltre al ritardo nella caduta del fogliame – dice Andrea Fabbri, direttore dell’Orto botanico - ci sono state rifiorenze in alcune specie. Gemme che erano pronte per la primavera prossima, col caldo, sono diventate improvvisamente fiori, anche se per poco. Il problema può venire se, dopo la reidratazione dei tessuti grazie alle piogge, arrivassero velocemente le gelate».
 Per quanto riguarda le piante coltivate, un innalzamento delle medie stagionali, non sporadico, potrebbe aprire nuovi scenari per coltivazioni finora marginali nel nostro territorio: «Come l’ulivo – prosegue Fabbri - che qui da noi comincia a dare buoni risultati. Le piante spontanee devono adattarsi al clima per sopravvivere, e non è detto che ce la facciano, ma nella coltivazione, è l’uomo che può in un certo senso governare alcuni processi di crescita».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva.

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"