10°

23°

Parma

Delitto di Elsa, nessuna premeditazione: il pm chiede il rinvio a giudizio di Croci

Delitto di Elsa, nessuna premeditazione: il pm chiede il rinvio a giudizio di Croci
Ricevi gratis le news
1

di Georgia Azzali 

Prima la cena in un ristorante a Fornovo. Poi  la  sosta in un locale  tra Salso e Pellegrino per bere  qualcosa. Lì, dove dopo gli ultimi bicchieri, sale improvvisamente la tensione.   E il seguito sono fotogrammi di rabbia e violenza.   Lui che le scarica addosso due colpi di  pistola quando lei è ancora seduta in auto, davanti alla cascina  di Mariano. L'orrore che prende corpo improvvisamente. Secondo l'accusa non ci fu premeditazione in quei due colpi di 7,65 sparati a bruciapelo il 3 aprile scorso da Enrico Croci contro Gouesh Woldmichael Gebrehiwot,  Elsa per gli amici e per lui che l'aveva conosciuta un anno  prima in un night sulla via Emilia.  La ragazza venuta dall'Etiopia uccisa e poi sepolta in una buca nella campagna vicina. Il pm Alfredo Viola, che ha condotto l'inchiesta ma nel frattempo è stato trasferito a Roma,  ha chiesto il rinvio a giudizio dell'operaio di Varano Melegari per omicidio volontario,  ma non gli ha contestato l'aggravante della premeditazione.  Croci, 46 anni,  dovrà però anche rispondere  di occultamento di cadavere e porto abusivo d'arma da fuoco.  L'udienza preliminare, davanti al gup Paola Artusi, è stata fissata per il 6 dicembre. 
Un caso giudiziario  destinato a chiudersi in breve tempo.  Perché la difesa ha già deciso di scegliere un rito alternativo.  Il che consentirà all'operaio di poter contare sullo sconto di un terzo della pena.  «Opteremo per il giudizio abbreviato - sottolinea Mario L'Insalata,  difensore di Croci -: si tratta di un reo confesso, inoltre, non mi pare ci siano dubbi  su come si sono svolti i fatti quella sera. E' stato un omicidio d'impeto, maturato improvvisamente, perché, come hanno dichiarato  i titolari del locale in cui Croci e la donna si erano fermati, i due erano tranquilli fino a poco prima di uscire».    
Prima che i toni si alzassero. Prima di quel litigio cominciato al tavolo del locale e degenerato durante i dieci minuti che separano il ristorante dalla casa di campagna di Croci a Mariano di Pellegrino. Discutono, si scontrano. «Per i soldi, perché lei continuava a chiedermeli», ha raccontato subito Croci agli investigatori, ripetendo poi la stessa versione nell'interrogatorio davanti al pm. 
Sono le 2 passate quando la coppia lascia il locale, gestito da amici. Croci avrebbe dovuto accompagnare Elsa a Baganzola, invece punta dritto verso la cascina di Mariano. Il rustico dove spesso andavano insieme.  Ma quella sera la ragazza non scende dall'auto. E' lui che si allontana, forse con la scusa di prendere qualcosa in casa, e ritorna dopo una manciata di minuti. Torna armato, Croci, e fa fuoco scaricando il suo mondo di ossessioni.  Prima adagia il corpo della ragazza in una vasca di cemento accanto alla casa, poi lo seppellisce in una buca scavata a qualche centinaia di metri di distanza.  Croci spara con quella Beretta che poi fa ritrovare  agli uomini della Mobile   nella cappa del  camino. L'operaio aveva il porto d'armi per altri fucili che deteneva in casa, ma quella  pistola non era stata denunciata e aveva  la matricola abrasa. Dove e quando l'aveva presa?  «Ha raccontato di averla trovata molto tempo prima - dice il difensore -,  ma resta il fatto  che quella sera non è uscito armato con il proposito di uccidere». 
Un sabato come tanti. Fotocopia di molti altri. Fino a quei due colpi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • nicola

    14 Novembre @ 14.33

    Caro Enrico, ci conosciamo, scherzavamo per il cognome uguale. Ti ricordo come un "compagnone", forte come un bue, ma sempre sorridente e gentile, mai maleducato nè tantomeno volgare. E mai io, insieme a tanti altri, ho visto usare la tua forza per prevaricare sui più deboli. Al tuo posto, in questa triste vicenda, avrei visto parecchia altra gente, ma non te. Eppure, se ci penso, se rimetto insieme alcuni frammenti di piccole discussioni "da bar" a tu per tu, credo che tu sia stato allora tra le più fragili persone che abbia conosciuto. Eri timido e riservato su certi argomenti, a volte persino ingenuo. La tua paura di sbagliare con le donne - forse anche di innamorarti - ti ha sempre tenuto lontano da rapporti sentimentali. E poi, a 46 anni, nemmeno pensavi che qualcuna potesse innamorarsi di te, soprattutto se così giovane e bella. Non hai voluto crederci, sospettavi non fosse leale, ma alla fine hai ceduto. Hai aperto un cuore che non sapevi di avere, hai dato fiducia a chi voleva entrarci. Comunque fosse, comunque andasse. Sconosciuto, dolce e feroce sentimento. Per quel che so di te, per quello che sentono per te i tuoi amici di sempre, sono convinto che hai iniziato a pagare la tua colpa appena ti sei reso conto di ciò che avevi fatto. E proprio perchè ti consciamo abbastanza bene, sappiamo che non ti risparmierai alcuna pena o dolore, non ti farai sconti. Non servirà a far rivivere Elsa, e nemmeno a riaverti con noi a breve. Con un gesto di forza inumana hai segnato la tua vita, e convivrai con il ricordo a lungo. Per te, per come sei, la più dolorosa condanna.

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

A Fidenza i party cult Foto

PGN FESTE

A Fidenza i party cult Foto: ecco chi c'era 

Lisa Ginzburg a Radio Parma

LIBRI

Lisa Ginzburg e il suo libro su pagine intonse: l'intervista di Radio Parma Ascolta

Mita Medici/Michela Murgia, ore 17.30 alla Casa della Musica

casa della musica

Mita Medici/Michela Murgia: conversazione sull'emancipazione femminile

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Auto si ribalta in via Montebello, ferita una donna di 72 anni

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

17commenti

DISASTRO COLPOSO

Alluvione, chiesto il rinvio a giudizio di Pizzarotti

10commenti

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

SERIE B

Parma: stop anche per Dezi

3commenti

Sala

Colpi a raffica: rubati soldi, gioielli e una banana

mezzani

Rems più sicura: dopo la fuga di Solomon saranno alzate le recinzioni

2commenti

Varese Ligure

Comune vs parroco: la "guerra" di don Sandro, podista per protesta

droga

Cocaina per oltre 1500 euro nascosta nelle scarpe: arrestato un 23enne

10commenti

PROSCIUTTO

Inchiesta sulle Dop, sospesi i certificatori. Il Consorzio: "Produttori parte lesa"

Decisione del ministero: stop per 6 mesi e impegno a correzioni

2commenti

FINANZA

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse Video

11commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Guerre, sete, matrimoni e calci di rigore

di Michele Brambilla

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

ITALIA/MONDO

PALERMO

Messina Denaro: scoperta la rete dei "pizzini". I boss al telefono: "E' come Padre Pio"

1commento

GENOVA

Le foto sexy della fidanzatina 13enne diventano virali

SPORT

Calcio

E Simy fa Ronaldo

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

SALUTE

Dall'analisi del sangue la diagnosi precoce per il tumore al polmone

l'intervista

Isabella Rossellini: "Io stuprata, ma è tardi per denunciare"

1commento

MOTORI

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti

AUTO

Scaduto l’obbligo di pneumatici invernali: è ora del cambio stagionale