14°

25°

Parma

Stato d'agitazione in carcere "Servono 60 uomini in più"

Stato d'agitazione in carcere "Servono 60 uomini in più"
Ricevi gratis le news
0

«Il personale è stanco, sfiduciato e al limite della sopportazione». Filtra un pesante disagio, dai cancelli del carcere: per la situazione presente (che si trascina dal passato, aggravandosi di anno in anno) e per le prospettive di via Burla. Così, è stato dichiarato lo stato d'agitazione per il personale della Polizia penitenziaria. Una misura accompagnata dall'ennesimo Sos: i sindacati hanno firmato, insieme, una lettera destinata a molti: dal presidente del Dipartimento amministrazione penitenziaria a Vasco Errani, Vincenzo Bernazzoli e Anna Maria Cancellieri. Si chiede a enti locali e parlamentari «di intercedere presso gli uffici Dipartimentali e del Provveditorato per la soluzione delle problematiche». E al prefetto Luigi Viana  si chiede un incontro urgente,  per «evidenziare come le criticità stiano rischiando di compromettere l’ordine e la sicurezza pubblica». Tra le richieste all'amministrazione, quella  dell'«immediato adeguamento del personale, a partire dall'emanazione di un apposito interpello straordinario, passando per l’invio di un'aliquota maggiore di personale dai futuri corsi allievi e di un congruo contingente di poliziotti del Gruppo operativo mobile del Corpo per la gestione dei detenuti 41/bis, per liberare risorse umane da assegnare ad altre unità operative».
La lettera dà uno sguardo d'insieme sulla situazione del nostro penitenziario, nel quale «sono presenti svariati circuiti detentivi», tra cui 41 bis ed ex 41 bis «declassificati per problemi sanitari e non di pericolosità, congiunti di collaboratori di giustizia, protetti (riprovazione sociale, sex  offender, ex collaboratori), paraplegici, minorati fisici, semiliberi, articoli 21, media sicurezza». Le tipologie di detenuti sono numerose. Gli spazi affollati e l'organico insufficiente.  «La carenza d’organico si è aggravata da inizio anno a seguito di pensionamenti e passaggi a ruolo civile di una dozzina di poliziotti penitenziari e che a fine ottobre, a fronte delle 479 unità previste nel 2001, costringe la Direzione degli istituti penitenziari di Parma a una forza effettiva di appena 326 unità (al netto dei 74 assenti a vario titolo). E in questi giorni altre 9 unità di polizia penitenziaria sono in uscita: 5 trasferiti e 4 distaccati».
Troppo pochi, così, i 20 agenti destinati a via Burla dal 163esimo corso. «Non sono utili nemmeno a coprire in toto l’ammanco registrato da inizio dell’anno (- 21 unità). La situazione è ancor più grave se si pensa alla mole di lavoro che quotidianamente il locale Nucleo traduzioni e piantonamenti è costretto a svolgere e che, spesso, si riversa negativamente su tutto l’istituto, in quanto molte unità vengono distolte dall’interno e dai vari uffici scoprendo posti delicati e vitali e mettendo a repentaglio la sicurezza non solo del personale operante (si esce sempre sottoscorta) ma dell’intera cittadinanza, soprattutto negli spostamenti nelle aule di giustizia e nei luoghi di cura».
«Si segnala, ancora  come dalla data del passaggio delle competenze dalla medicina penitenziaria al servizio sanitario nazionale e nonostante i protocolli d’intesa tra Regione e Prap, di fatto non siano diminuite le visite specialistiche dei detenuti in strutture ospedaliere esterne, ma aumentate, aggravando i carichi di lavoro del personale di Polizia penitenziaria impiegato in traduzioni e piantonamenti».
A questo punto, la possibilità della riapertura delle sezioni ristrutturate viene vista come uno «spettro». «Riteniamo l’eventuale adozione di tale scelta assolutamente e oggettivamente impraticabile se non previa assegnazione di una congrua aliquota di personale (almeno 60 unità di polizia penitenziaria) indispensabile per la gestione di tali sezioni».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paola Di Benedetto dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo

TELEVISIONE

Sexy Paola dall'Isola al Grande Fratello: faccia a faccia con il suo ex Matteo Foto Video

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Affitti, a Parma sono ancora tanti quelli che non pagano

INCHIESTA

Affitti, a Parma sono ancora tanti quelli che non pagano

TRUFFA

Vende il camper, ma gli rifilano un assegno falso da 30mila euro

Lutto

Addio a Sergio Alfieri, il partigiano «Felice»

PARMA BASEBALL

400 giocatori in 60 anni di storia

INTERVISTA

Andrea Carè: «Davanti a Pavarotti mi tremarono le gambe»

Intervista

Jack Savoretti: «Fiero delle origini italiane»

Hobby

Pezzali e i trattori, storia di un amore

Via Farini

Ladro di cellulari incastrato dall'app

25 APRILE

In 5mila in piazza Garibaldi. I Baustelle sul palco

tg parma

Azzannata da un pitbull e insultata per il velo: la denuncia di una donna a Parma Video

La proprietaria del cane se n'è andata dopo il violento episodio

ANTEPRIMA GAZZETTA

Inchiesta sugli affitti: 2 sfratti al giorno in media a Parma e provincia Video

Inquilini abusivi: proprietario di un appartamento "accolto" con un coltello

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

politica

25 Aprile, Pizzarotti e "quei parlamentari che non hanno partecipato al corteo..."

Cavandoli: "Entrambe le parti erano mosse da motivazione valide e giuste"

6commenti

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

AUTOSTRADE

Schianto in A1: due in Rianimazione. Incidente in A15 in serata

Una moto è finita a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

LA BACHECA

Ecco 20 nuovi annunci per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

CAMERINO

Dopo la condanna per abusi assume un mix farmaci: morto prof di Anatomia

TECNOLOGIA

WhatsApp vietato ai minori di 16 anni in Europa

1commento

SPORT

CHAMPIONS

Il Real Madrid sbanca Monaco: 2-1 al Bayern

PARMA CALCIO

Verso Vercelli: Vacca torna in gruppo, si lavora per il recupero di Scavone Video

SOCIETA'

COPENHAGEN

Ergastolo all'inventore del Nautilus per l'uccisione della reporter

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel