14°

27°

Parma

"Nel nostro lavoro porteremo avanti il ricordo di Silvia"

"Nel nostro lavoro porteremo avanti il ricordo di Silvia"
Ricevi gratis le news
0

di Margherita Portelli

Il ricordo è delicato, come dolce era il suo sorriso. Nessuno in città sembra averlo dimenticato: così giovane, appena affacciato al futuro, costretto a piegarsi a un’inspiegabile crudeltà. Basta pronunciare il suo nome, e gli occhi si riempiono di immagini. Nell’aula A del plesso biotecnologico della facoltà di Medicina e chirurgia, durante la cerimonia di consegna dei premi di studio in sua memoria, ieri, c’era anche lei: Silvia Mantovani, la giovane studentessa a un passo dalla laurea assassinata dall’ex fidanzato nel 2006, rivive nell’entusiasmo di chi, come lei, rincorre un sogno. Ramona Gasparini e Giulia Testa, le due studentesse 21enni iscritte al secondo e terzo anno del corso di laurea in Tecniche di laboratorio biomedico (lo stesso frequentato da Silvia), premiate come migliori per media dei voti ed esami sostenuti, hanno quello stesso sorriso fresco. Nell’abbracciarle, i coniugi Mantovani - che con la Fondazione Cariparma hanno co-finanziato i premi -, non riescono a trattenere la commozione, e chieder loro come si sentono, risulta quasi retorico: «E’ un momento di grande emozione – accenna papà Carlo, al fianco della moglie Laura -. Si passa improvvisamente dall’allegria per il gran bel gesto che ancora una volta si compie nel nome di Silvia, allo strazio, nel ricordare la sua scomparsa». «Per me è semplicemente un grande onore - commenta Giulia Testa, di Busseto -. Quello che posso dire, è che cercherò sempre, nel mio lavoro, di portare avanti il ricordo di Silvia». Avevano sedici anni appena, le due premiate, in quel drammatico settembre di cinque anni fa. «Ma me la ricordo bene, quella tragedia – aggiunge Ramona, collecchiese -: l’istituzione di questo premio credo però che abbia una grande importanza, perché consente a giovani come Silvia di portare avanti il loro percorso». Ad ognuna delle due promettenti studentesse è stato consegnato un assegno di 5 mila euro. «Di questo voglio ringraziare la Fondazione Cariparma – ha aggiunto Carlo Mantovani -, perché ci ha aiutato, consentendoci di dare continuità a questo progetto». Arrivati alla sesta edizione, infatti, i premi di studio in onore della memoria di Silvia sono ormai una consolidata tradizione. Anche Adriana Calderaro, presidente del Consiglio di corso di laurea in Tecniche di laboratorio biomedico, ha espresso la propria vicinanza alla famiglia e la soddisfazione nel poter portare avanti il ricordo della sua ex studentessa. Rivolgendosi alla platea di giovani universitari, poi, ha dichiarato: «È grazie al vostro impegno che Silvia continua a vivere. In un certo modo lei rimane qui con noi. La sua corsa non si è arrestata». Molto emozionato anche il preside della facoltà di Medicina e chirurgia, Loris Borghi, che con parole spezzate ha ribadito un impegno importante: «Sono tante le incombenze di un preside, ma non mancherò mai di dare priorità a eventi come questo – ha spiegato -. Questo è un modo commovente e al contempo gioioso di ricordare Silvia Mantovani». Rivolgendosi agli studenti, ha poi concluso: «Voi siete i futuri professionisti della salute, intraprenderete quella che io ancora chiamo, più che una professione, una missione. Vivete, quindi, l’incontro di oggi, anche come un momento di crescita, soprattutto sul piano umano».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

tifo e tifose

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

2commenti

Ballottaggi

Urne aperte a Salso: alle 12 ha votato il 18,36% Video

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

1commento

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

5commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

8commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

1commento

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

belluno

Turista si lancia dalla cima di un monte con tuta alare e muore

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

SPORT

calcio

Giappone e Senegal, gol e spettacolo: finisce 2-2

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

SOCIETA'

cina

Il bus si ribalta e i passeggeri volano fuori dal finestrino

Cina

Distrugge Ferrari appena uscita dalla concessionaria

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse