18°

Parma

I partigiani? "Bastardi, violenti e stupratori". Parola di Casapound

Ricevi gratis le news
56

Casapound di Parma attacca i partigiani definendoli come dei «bastardi, violenti e stupratori». L’organizzazione, che si definisce «dei fascisti del Terzo Millennio», ha distribuito davanti alle scuole, in queste ore, una sorta di giornalino in cui vengono attaccati duramente i partigiani dell’Anpi.
In una delle pagine c'è la foto, di spalle, di un partigiano con il fazzoletto dell’Anpi accompagnata dalla didascalia: «La dignità della morte affrontata col sorriso sulle labbra da una gioventù che non ha tradito contro il ghigno di un vecchio bastardo, bombardamenti indiscriminati, raffiche di mitra, stupri e violenze: altro che Resistenza!».
Il gesto viene aspramente criticato da Giulio Santagata (Pd): «Faccio fatica a confrontarmi con Casapound – commenta – ma i cittadini di Parma conoscono bene il valore della democrazia e sanno che la nostra è nata grazie alla Resistenza e anche grazie al contributo di sangue di tanti giovani morti per gli ideali di libertà». «Continuare a guardare al passato con logiche negazioniste e di rottura – aggiunge – non aiuta certo, specie in un momento come questo, in cui il Paese avrebbe bisogno di ritrovare quei valori che furono a fondamento di quella fase».

«L'episodio avvenuto stamattina davanti a molte scuole di Parma ad opera dei sedicenti fascisti di Casa Pound ha dell’incredibile e dello sconcertante», commenta un comunicato del Popolo Viola di Parma. «Bisogna assolutamente fermare questo assurdo revisionismo - aggiunge il comunicato – su temi e su valori fondanti la nostra democrazia. Parma, città medaglia d’oro per la Resistenza e città delle gloriose Barricate del '22, non può accettare una simile offesa; non si possono mettere in discussione la storia e gli ideali di giustizia, libertà e solidarietà che hanno portato così tanti ragazzi a donare la loro vita per le nostre generazioni. Ci chiediamo come sia possibile che, nonostante l'art. XII delle norme transitorie della Costituzione Italiana, si debba ancora dover sopportare aggressioni così vili e indecenti ai principi fondanti la nostra Repubblica Italiana!». Il Popolo Viola si dice solidale e vicino «a tutti i partigiani, gli iscritti all’Anpi e a tutte le associazioni partigiane» e, insieme a tutti gli antifascisti, ribadisce fermamente «che a Parma non ci deve essere posto per i fascisti (neanche se si travestono da 'terzo millenniò) e chiediamo alle istituzioni che vengano fermati al più presto in virtù della Costituzione Italiana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • japsos

    04 Gennaio @ 14.31

    e pensare che i partigiani hanno lottato per la libertà di pensiero e anche per far si purtroppo che questi ignoranti dicano tali stupidate...non c'è rispetto per la memoria di questa città (medaglia d'oro al valor militare) ne per questa nazione..dv

    Rispondi

  • richard

    29 Dicembre @ 14.13

    Per le storie che ho sentito io dai vecchi partigiani, di strupi non ne ho sentito parlare, ma di furti e assassini ne ho sentite, non ho parenti partigiani, se qualche partigiano legge scriva pure la sua storia, io faccio sempre fatica a trovare documentazione, considerando che vivo sugli appennini, nonostante la giovane eta' che gli ha fatto rendere unico quel periodo nella vita mi sembra che i vecchi non ne vogliono parlare tanto. Concordo se il fascismo e' reato lo e' anche il comunismo, non tutti i partigiani erano comunisti, io penso un buon 80 per cento. Bisogna perdonare chi e' nato miserabile, taglieggato dai parroci, che ha fatto del comunismo una religione, ma che non ha mai ricevuto vantaggi o privilegi. Penso che in parte perche' la Germania di oggi e' ricca, e' anche dovuta al fatto che hanno tenuto i comunisti fuori da cariche come la magistratura, l'insegnamento, etcc...., nella loro sfortuna di avere la patria divisa in due, la parte che non era comunista non aspirava certo a diventarlo avendo l'esempio della parte comunista. Nel dopoguerra i piu' criminali erano senza dubbio i dirigenti del pci di allora, non mi meraviglia che Benigni non li abbia citati come padri della costituzione attuale, anche se ne sono stati partecipi. per cortesia pubbicate il messaggio.

    Rispondi

  • lalla turi

    10 Dicembre @ 07.16

    purtroppo il marcio c'è sempre stato, da ambo le parti!

    Rispondi

  • tom71

    25 Novembre @ 13.44

    Incredibile ! hanno un bel coraggio i "nuovi fascisti" a parlare così ! forse dimenticano le varie stragi che hanno compiuto con i loro alleati nazisti. senza contare tutte le angheria verso il popolo italiano ...e come popolo sono compresi bambini vecchi e che la pensava diversamente....mio nonno è stato pestato da un suo vicino fascista, soltanto perchè si sapeva che era comunista...finita la guerra mio nonno comincia a cercare il suo bel ex vicino...secondo voi mio nonno avrebbe dovuto offrirgli una pizza ?! oppure vendicarsi di anni di sopprusi verso di lui e la sua/mia famiglia ...

    Rispondi

  • gialloeblu

    25 Novembre @ 12.57

    si l'apologia del fascismo è reato!!!!mi chiedo perchè NON E' REATO QUELLA DEL COMUNISMO!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

2commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Il ragazzo ucciso scrisse: "Se mi volete morto, la fila è lunga"

RIMINI

Prostituzione e droga: sequestrato il night "Lady Godiva", 19 misure di custodia cautelare

SPORT

BASEBALL

Parma Clima: Yomel Rivera raggiunge i compagni in Arizona

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel