17°

29°

Parma

Protesta in carcere, i detenuti danno fuoco alle lenzuola: un agente intossicato

Ricevi gratis le news
29

Violenta protesta ieri sera in un reparto del carcere di Parma. Intorno alle 20.30 – si legge in una nota del Sappe, il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria - alcuni detenuti hanno gettato nei corridoi bombolette di gas, bastoni, scope e generi alimentari e poi hanno dato fuoco alle lenzuola, creando una grossa nuvola di fumo. Ad avere la peggio l'agente in servizio nella sezione cui è stata riscontrata una intossicazione guaribile in 15 giorni. La protesta nel carcere parmigiano – che segue i recenti fatti di Ancona – è stata tenuta sotto controlli dagli agenti della Polizia penitenziaria i quali, in breve tempo, hanno fatto rientrare tutto nell’alveo della normalità.  «Temiamo che le proteste possano estendersi in altri istituti del Paese – si legge nella nota del Sappe – dove ormai diventa difficile gestire la situazione, a causa delle gravi difficoltà operative, dovute alla carenza di personale di Polizia penitenziaria ed al sovraffollamento dei detenuti».
In Italia, viene osservato, ci sono 68.047 detenuti, a fronte di una capienza di 45.636 posti. L’Emilia Romagna è una delle regioni più affollate d’Italia, con una percentuale di oltre il 180%: i detenuti presenti sono 4.041, a fronte di una capienza di 2394 posti. In Italia, sottolinea ancora l’organizzazione sindacale, «mancano 6.500 unità di personale, tra agenti, sovrintendenti, ispettori, commissari; in Emilia Romagna ne mancano 650 e Parma non è esente da questa situazione: mancano 170 unità di personale, in un carcere dove bisogna gestire oltre 50 detenuti sottoposti al regime del 41 bis, in una una delle strutture più complesse d’Italia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    13 Dicembre @ 11.32

    SIGNOR GIORGIO , lei parla di "tossicodipendenti" , addirittura spacciatori , e di "furti" , come se fossero cose separate . Sono, invece , due cose che spessissimo vanno insieme. Tossicodipendenti sono anche spacciatori e sono pure ladri, scippatori, eccetera, eccetera....E, ora , non mi venga a raccontare che spacciatori e tossicodipendenti sono costretti, poverini, a rubare per procurarsi la droga, perchè , se no, se la trovassero in libera vendita nelle tabaccherie, andrebbero a Messa tutte le mattine ! In occasione di precedenti scambi di messaggi tra noi, che certo lei ricorderà , lei giustificava le sue opinioni invocando alcuni effetti curativi che la "canapa" sembrava poter avere. Oggi, i principi attivi che hanno quegli effetti terapeutici sono stati isolati, e sono stati preparati farmaci che li contengono, ma sono privi di effetti mentali. Credo che, a questo punto , i benefici curativi della canapa , a lei ed ai suoi amici , non interessino più....... L' uso abituale della "cannabis" è equivalente all' alcoolismo. Una cosa da incoraggiare senz' altro ! Soprattutto per raccogliere qualche voto per i radicali . Anche lei fifiiiii , perepepè.......burumbumbum ? GLI SPACCIATORI SONO DELINQUENTI CHE ROVINANO LA VITA DEGLI ALTRI, SIGNOR GIORGIO, E IL LORO POSTO E' LA GALERA . SE LE PRIGIONI SONO PIENE SI ALLARGANO.

    Rispondi

  • Egiziano

    13 Dicembre @ 08.07

    Oltre il 30 % dei detenuti è dentro per reati legati allo spaccio di stupefacenti o perchè tossicodipendenti. Questo è il risutato della Fini- Giovanardi. Ma ci sono problemi più importanti, giusto? Quindi continuiamo a tenere le droghe illegali, i tossicodipendenti in carcere, e se poi i furti aumentano, le mafie si arricchiscono e le carceri scoppiano, ci sarà sempre qualche cos' altro al quale dedicare le attenzione dei mass media e del pubblico. Ma di legalizzare almeno l' erba... non se ne parli!!!! Senno i politici come fanno a farsi corrompere dalle cosche e queste dove troverebbero i soldi? I politici che dicono "no alla droga" da 40 anni e che hanno drammaticamente fallito, come farebbero a farsi rieleggere se dicessero che si sono sbagliati? E tutti i creduloni che li hanno ascoltati come si sentirebbero? Mi raccomando non parlate di legalizzare nulla!!!!

    Rispondi

  • camilla

    12 Dicembre @ 21.22

    Stefania ma lei veramente pensa quello che ha scritto?? se davvero volessero lavorare,rendersi utili ecc secondo me non sarebbero dove sono,ovvero in via burla! hanno tutto gratis,tv (con satellitare ovvio), cibo, letti.. e poi cosa vogliono!? la prigione non deve essere una vacanza! se hanno tanto da lamentarsi allora potevano anche stare a casa loro,nessuno ha detto loro di venire qui!!! hanno rubato? stuprato? ucciso? bene allora si meritano SOLO di stare dove sono e di avere il minimo indispensabile,non di stare all'hilton! hanno solo un'ora d'aria?! be ancora meglio,così quando saranno nelle loro piccole celle annoiati (poverini) perchè non sanno cosa fare potranno pensare a cosa hanno fatto e pentirsene!! e poi se davvero le carceri italiane soino le peggiori allora qualcuno mi sa dire come mai il serbo Ivan Bogdanov non voleva tornare al suo paese per andare in carcere la ma restare qui?? i misteri della vita!

    Rispondi

  • camilla

    12 Dicembre @ 21.16

    stefania ma lei veramente pensa quello che ha scritto?? se avessero avuto voglia di lavorare,fare qualcosa,rendersi utili secondo me ora sarebbero da un'altra parte e non in via burla! hanno tutto gratis,la tv,i familiari gli pagano gli alimenti,poi cosa vogliono!? hanno stuprato? ucciso? rubato? allora si meritano di star li,e se hanno solo un'ora d'aria meglio ancora,così quando saranno annoiati dentro la loro cella penseranno a cosa hanno fatto e magari capiranno di aver sbagliato (anche se la maggior parte non lo capisce)! la prigione non deve essere una vacanza!!! si lamentano delle prigioni italiano? bo allora che stiano a casa loro,nessuno gli ha chiesto di venire qui..e poi se davvero le prigioni italiane sono le peggiori come mai il serbo Ivan Bogdanov voleva restare q

    Rispondi

  • CLAUDIO

    12 Dicembre @ 19.21

    Ci vorrebbe una proposta di legge, chi ha meno di 3 anni da scontare,lavori utili alla società per due anni e sconto di 1 anno Per quelli oltre i 3 anni; lavoro in carcere di vario tipo anche i più umili,se si comportano bene, sconto della pena di un terzo I criminali che hanno ucciso restano in carcere con l'obbligo di lavorare per il loro sostentamento,con qualche premio se si comportano bene. Per quelli che sono stranieri ,rispediteli con foglio di non ritorno obbligatorio per sempre nelle loro nazioni d'origine. Non si possono lamentare se li rimandiamo a casa loro,nella loro amata patria CLAUDIO LIBERO OPINIONISTA OPINABILE

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

4commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

2commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

motori

Il tempo libero secondo Mercedes

IL TEST

Fiat 500X si rifà il trucco. Ecco come va