12°

24°

Parma

Occupazione del Mariano Lupo: tutti assolti

Occupazione del Mariano Lupo: tutti assolti
Ricevi gratis le news
34

Tutti assolti per non avere commesso il fatto.

E' la sentenza emessa oggi in Tribunale per i 10 imputati per l'occupazione del centro Mariano Lupo di piazzale Allende, nel settembre 2005. I dieci (a vario titolo) erano accusati di reati legati all'occupazione che andavano dalle lesioni alla resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti si riferivano ad un periodo di grande tensione in piazzale Allende, dopo che venne deciso lo sgombero dell'edificio che era da anni la sede di un centro sociale. Allo sgombero seguirono un tentativo di rioccupazione e numerose proteste nell'area del piazzale.

LA RICOSTRUZIONE DEI FATTI - Sono stati tutti assolti con formula piena i dieci appartenenti al centro sociale Mario Lupo di Parma imputati in un processo per occupazione, resistenza e lesioni. La vicenda riguarda lo sgombero forzato operato nel 2005, da parte della polizia municipale, dell’edificio dell’ex macello di piazzale Allende adibito da anni ma abusivamente a sede del centro sociale intitolato al militante comunista ucciso negli anni di piombo.

Il processo partito nel dicembre del 2008 si è concluso oggi con un’assoluzione ai sensi del primo comma dell’articolo 530
del codice penale per tutti gli imputati, assistiti dai legali Andrea Marvasi e Letizia Tonoletti. Alcuni agenti della polizia municipale avevano denunciato gli attivisti del centro sociale sostenendo di essere stati vittime di percosse. Il giudice Eliana Genovese nel corso del dibattimento ha ritenuto che nessuno dei testimoni chiamati in causa dall’accusa sia stato in grado di fornire elementi per accertare eventuali responsabilità penali in questo senso. Per questo la decisione di procedere all’assoluzione con formula piena nonostante la richiesta dell’accusa fosse stata quella di assolvere gli imputati ai sensi del secondo comma dell’articolo 530 (la vecchia insufficienza di prove).

Soddisfatti gli imputati da anni coinvolti in una vicenda giudiziaria che ha suscitato grande dibattito e polemiche nella città di Parma sin dai tempi dell’attuazione dello sgombero su decisione dell’allora sindaco Elvio Ubaldi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Corrado

    14 Dicembre @ 16.43

    La tristezza dei tempi in cui viviamo e' pari solo alla sua ignoranza:la debolezza di questo Stato viene dimostrata ogni giorno da quegli stessi parlamentari che negano gli arresti per deputati che annoverano amicizie in ambienti mafiosi e camorristici ( vedi caso Cosentino ex plurimis)...gli stessi parlamentari che non hanno gli attributi per fare leggi piu' severe e dure, dando poi la possibilita' a coloro che, come la rete diritti in casa, occupa appartamenti e case sfitte con il pretesto di dare un tetto a chi non lo ha, commettendo un reato: in cio' aiutati dalle autorita' che non intervengono ed assistono inerti ( vedi ultima occupazione in oltretorrente) Poi si assiste ad interventi penosi come quello di Villani: i magistrati , caro Villani, si limitano ad applicare le leggi che i tuoi simili propongono e promulgano in parlamento.... Questo e' il fallimento della nostra nazione, della nostra civilta' giuridica, di quello per cui i nostri padri hanno combattutoe di cio' in cui hanno creduto: Villani e Mariano Lupo, due fenomeni del nostro tempo....

    Rispondi

  • mario

    14 Dicembre @ 16.02

    grande villani , i comunisti ???? sempre impuniti !!!! se la destra muove una foglia di un albero ha immediatamente l'ergastolo, due pesi due misure !!!!

    Rispondi

  • ciccio pasticcio

    14 Dicembre @ 15.02

    BHE dai siete davvero disarmanti...... se dovessi rinascere spero di reincarnarmi in un ragazzino che si fa le canne dalla mattina alla sera e non mi perderei nemmeno una manifestazione perchè cosi potre fare casino allegramnete CHE BELLO!!!!!!!! ho sbagliato mondo mi dispiace AVETE VINTO VOI.

    Rispondi

  • Lingotto

    14 Dicembre @ 14.14

    per villani i reati da perseguire con durezza sono le occupazioni...per mafiosi, corrotti e cialtrume vario è invece d'obbligo il più ferreo garantismo e se possibile l'assoluzione a prescindere...costui è lo stereotipo perfetto del moderato all'amatriciana

    Rispondi

  • Luca

    14 Dicembre @ 14.07

    @Alvaro: purtroppo il motivo principale dello sgombero era dettato anche dal fatto che il centro sociale in oggetto fosse assolutamente indecoroso per la città, pieno di graffiti, murales, striscioni, e degrado che rendevano un'immagine di Parma che non la rispecchiava. Ho avuto l'occasione di entrare dentro il centro con un amico per accompagnarlo ad uno dei tanti mercatini del libro usato che venivano svolti. Beh, a parte l'intenso odore di cannabis che si respirava nel piccolo piazzaletto esterno popolato da individui dal dubbio gusto (e qui oggettivamente non si può dire il contrario), sono stato colpito anche da spettacoli di salto di cani pittbull... Il centro sociale era diventato un porto franco in cui venivano sdoganate determinate situazioni che al vivere civile e rispettoso della legge non erano molto affini. Se non erro dal comune erano state prooste come sedi alternative, (in maniera gratuita) come anche la vecchia scuola di Marore, ma se non erro non venne presa in considerazione declinando l'offerta perchè era troppo decentrata. Non si sarebbero potute fare manifestazioni utilizzando come partenza il centro sociale. Non si sarebbe stati al centro dell'attenzione. E poi alla fine, come sempre accade, chi troppo vuole nulla stringe. Sinceramente preferisco assolutamente un centro anziani, vuoi mettere che immagine da adesso l'ex macello rispetto a quella che era prima? Un luogo decoroso come per 30 anni non è mai stato.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Melania in Texas, ma scoppia il caso della giacca

USA

Melania in Texas, ma scoppia il caso della giacca

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

FESTE PGN

Dogana opening party al Best: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Cartoni che passione! Scegli il miglior cartone animato degli anni '80 e '90

Lealtrenotizie

Public money, le difese: «Assolvete Costa e Villani»

Processo

Public money, le difese: «Assolvete Costa e Villani»

agenda

E' il sabato di San Giovanni, ecco tutte le tortellate (e non solo)

LUTTO

Addio a Benecchi, storico oste di borgo dei Grassani

Ambiente

Le Guardie ecologiche: «Non possiamo più tutelare la natura come prima»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

BEDONIA

Addio alla maestra Maria Luisa Serpagli

BORGOTARO

Addio a Maria Rosaria Brugnoli

Collecchio

Rompono i vetri ma nell'auto non c'è niente

Traversetolo

Musulmani, la polemica sul cambio di sede

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri

carabinieri

Molesta e tenta di violentare una 14enne a Parma. Arrestato 41enne a Monza

nel pomeriggio

Incidente a Pontetaro sulla tangenziale cispadana: due feriti Gallery

anteprima gazzetta

Il mistero dei cartelli contro i clienti dei pusher di viale Vittoria scomparsi nella notte Video

Parma

Gdf: in un anno e mezzo scoperti 64 evasori fiscali totali per 55 milioni di euro Il bilancio dell'attività

REGGIO EMILIA

80mila euro di coca arrivano via posta, i Nas di Parma arrestano un trafficante

Viale Vittoria

«Se compri la droga ti fotografo»: (Sono già spariti) i cartelli sugli alberi - Gallery

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Contro il Parma il più assurdo dei processi

di Michele Brambilla

SONDAGGIO

Estate, tempo di musica e tormentoni: vota la tua hit Anni '80 preferita

ITALIA/MONDO

RAVENNA

Donna uccisa a bastonate: ergastolo al marito

ROMA

Incidente, morti lo chef stellato Narducci e la sua assistente

SPORT

12 tv parma

Domani alle 17 al Tardini in campo le leggende del calcio Video

RUSSIA 2018

La Svizzera piega la Serbia in rimonta: 2-1

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

MODENA

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura è ancora il ristorante migliore del mondo

2commenti

MOTORI

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse

ANTEPRIMA

Ecco la nuova S60, la prima Volvo costruita negli Usa