20°

Parma

Movida, nuove regole: niente musica all'esterno dopo le 22 E non potranno aprire altri bar

Movida, nuove regole: niente musica all'esterno dopo le 22 E non potranno aprire altri bar
Ricevi gratis le news
7

Dopo le linee di indirizzo per regolamentare la “movida” arrivano i provvedimenti attuativi, che ridefiniscono gli orari di attività dei pubblici esercizi, stabiliscono regole per le emissioni sonore, vietano l’apertura di nuove attività di somministrazione di alimenti e bevande nel comparto di via Farini, e, in tutta la città, vincolano i gestori a tutelare gli abitati delle zone limitrofe. Le ordinanze, firmate ieri dal commissario straordinario del Comune di Parma Mario Ciclosi, entrano in vigore da oggi, giovedì 15 dicembre, e rimarranno in vigore "fino a eventuali provvedimenti di modifica o revoca", come si legge in una nota stampa diffusa dal Comune". L’insieme di provvedimenti fa parte di un complesso di azioni attraverso cui il Comune intende contemperare la promozione e la valorizzazione della città con il rispetto delle legittime condizioni di vivibilità per i residenti e della tutela del patrimonio, attraverso regole certe a tutela dei reciproci interessi - si legge -.La Polizia municipale, chiamata a intensificare i controlli, nei primi giorni di applicazione dei provvedimenti richiamerà l'attenzione dei cittadini e dei gestori a osservare quanto previsto dalle ordinanze".

Orari di chiusura. In strada Farini e via Nazario Sauro fino all’intersezione con borgo San Vitale i pubblici esercizi nei giorni prefestivi, il venerdì e il sabato dovranno chiudere all’una dopo la mezzanotte, mentre dalla domenica al giovedì la chiusura è fissata alle 24. La diffusione sonora derivante dai pubblici esercizi, sia legata ad attività accessorie che a iniziative di intrattenimento, dovrà terminare alle 22 in esterno e alle 23.30 in interno. I diffusori acustici dei locali dovranno essere dotati di appositi limitatori, la cui taratura e sigillatura sarà collaudata e, successivamente, monitorata da Arpa.

Tutela degli abitati limitrofi. I titolari dei pubblici esercizi in città sono tenuti a garantire la tutela degli abitati nelle zone limitrofe. In particolare, deve essere assicurata e curata la completa pulizia e la massima condizione di igiene da rifiuti  - derivanti sia dalla normale attività sia da eventuali comportamenti generanti degrado ambientale posti in essere dagli avventori o frequentatori dei locali - di tutti gli spazi e i luoghi contigui o vicini agli esercizi e, comunque, nell’arco di 10 metri dagli ingressi dei locali e dalle aree di somministrazione esterne.
Deve essere adottato, inoltre, ogni utile accorgimento volto a prevenire o fare cessare, nei limiti di legge, in particolare nelle ore serali o notturne, ogni comportamento che, negli spazi interni ed esterni ai locali nell’arco di 10 metri dagli ingressi, possa generare disturbo alla quiete pubblica (rumori eccessivi, chiacchiericci e schiamazzi). Allo scopo, i gestori devono impegnarsi a contenere l’impatto dell’attività svolta all’esterno dei locali, facendosi parte attiva nel coinvolgimento degli avventori per il rispetto della quiete pubblica, anche attraverso l’esposizione di cartelli, che invitino a comportamenti rispettosi delle norme della convivenza civile, richiami verbali e , in caso di necessità, rivolgendosi alle forze dell’ordine.
Deve essere osservato, poi, il divieto di somministrazione di alimenti e bevande in contenitori di vetro o di latta fuori dai locali dopo le 22, a meno che il locale non disponga di aree esterne attrezzate per il consumo sul posto.
Infine, per l’orario di chiusura del pubblico esercizio l’area oggetto di occupazione dovrà essere sgombrata dai dehors o comunque tali dehors dovranno essere resi inutilizzabili da parte di eventuali passanti.

Divieto nuove aperture o trasferimenti. In strada Farini e via Nazario Sauro fino all’intersezione con borgo San Vitale è vietata l’apertura di nuove attività di somministrazione di bevande e alimenti a titolo prevalente, e anche il trasferimento di tali attività da altre zone della città. Viene fatta una deroga qualora gli esercizi abbiano attività di somministrazione basata esclusivamente su servizio al tavolo all’interno dei locali.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Valentina

    16 Dicembre @ 18.18

    bene.. e con l'arrivo della primavera e la voglia tipicamente parmigiana di farsi vedere ci si lamenterà che via farini non è più quella di una volta.

    Rispondi

  • FRANCESCO

    16 Dicembre @ 17.26

    Ci voleva un commissario per applicare poche regole di buon senso e civile convivenza.

    Rispondi

  • francesco

    16 Dicembre @ 12.00

    Era ora!

    Rispondi

  • luisa

    16 Dicembre @ 10.09

    Bene torniamo a diventare una città civile? MULTATO GRANDEMENTE il locale che lascia lo sporco per strada e quello che sfora negli orari !

    Rispondi

  • Leo

    16 Dicembre @ 08.51

    S C A N D A L O S O ! ! ! ! Apriamo un altro centro commerciale specializzato in aperitivi e dopo cena, tanto a Parma ce ne sono pochi...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Gazzareporter

Parma di sera vista da Giulia, 14enne appassionata di fotografia

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel