19°

29°

Parma

Editoriale - Un nome per Ciclosi

Editoriale - Un nome per Ciclosi
Ricevi gratis le news
20

Giuliano Molossi

Il commissario straordinario del Comune di Parma, Mario Ciclosi, ha invitato i parmigiani a segnalare i cittadini più meritevoli di ricevere i premi Sant'Ilario 2012. Ciclosi, che in una delle sue prime uscite pubbliche aveva assicurato che la festa del Patrono sarebbe stata onorata dal Comune nonostante l'assenza del sindaco e della giunta (per i noti motivi), ha messo a disposizione la sua mail che è stata ovviamente intasata di richieste, suggerimenti, proposte serie e strampalate. Quest'anno, ha pensato Ciclosi, il Sant'Ilario facciamolo scegliere ai parmigiani. Un'ottima idea che sarà senz'altro apprezzata dalla gente, stanca di nomine dall'alto e di indicazioni «politiche». A scorrere il «palmarès» del Sant'Ilario, accanto ai nomi illustri di grandi parmigiani che tanto hanno fatto per la loro città (molti purtroppo ormai scomparsi) ci sono anche i nomi di coloro che saranno ricordati più per le condanne penali che per le onorificenze civili. Qualcuno obietterà: già ma allora, quando, vennero premiati, chi avrebbe mai potuto immaginare che un giorno sarebbero finiti dietro le sbarre o che, una volta liberi, avrebbero dovuto camminare rasenti ai muri con gli occhi bassi per non incrociare lo sguardo di qualcuno? Sarà, ma restano comunque presenze quantomeno imbarazzanti in quello che dovrebbe essere il fiore all'occhiello della città, l'albo d'oro dei grandi di Parma. Tra questi grandi, e arriviamo finalmente al punto, dal 13 gennaio prossimo meriterebbe di starci a pieno titolo anche il signor Pietro Mare, 48 anni, abitante in via Pasubio. Un nome che dirà poco o nulla ai più, ma che dice invece moltissimo a un bambino di otto anni e alla sua mamma. La sera di Santo Stefano quel bambino era rimasto, da solo, intrappolato nella sua casa divorata dal fuoco. Senza il coraggioso intervento di Pietro Mare che prima ha dato l'allarme e poi si è gettato tra le fiamme, molto probabilmente non ce l'avrebbe fatta. Quel bambino può ringraziare il suo angelo custode che gli ha fatto trovare per vicino di casa un ex parà della Folgore, uno che vent'anni fa stava in Libano col generale Angioni, uno che sa come affrontare le situazioni di pericolo. Un uomo che conosce di sicuro la paura come tutti noi e che sa anche come vincerla, quando ce n'è bisogno. Un uomo che probabilmente non ama essere definito un eroe, uno che dirà di aver fatto solo il suo dovere. Ecco, commissario Ciclosi, la nostra segnalazione per il premio Sant'Ilario. Pietro Mare ha salvato una vita umana, la vita di un bambino. Chi, più di lui, merita questo riconoscimento?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • andy

    30 Dicembre @ 13.33

    aggiungo GIESUE' Bonsu

    Rispondi

  • massimo

    30 Dicembre @ 10.57

    come dico da alcuni anni a questa parte, EMMANUEL BONSU

    Rispondi

  • Gianluca Pasini

    29 Dicembre @ 23.48

    Non sono proprio sicuro che lo Scaccaglia 'applichi' il Vangelo: credo che costui da sempre sia più in cerca di protagonismi che non d'altro. Tappezzare una chiesa e un altare di bandiere della pace, trasformare il luogo di culto in un salone parrocchiale, benedire in nome del padre, della madre e dello s.santo, ecco, tutto ciò non farebbe pensare che egli sia poi tanto pensoso del sacro. Egli è' talmente occupato in quella che a suo avviso è la dimensione orizzontale della fede, da trascurare quella verticale.

    Rispondi

  • alberto1948

    29 Dicembre @ 21.57

    credo che il sig, enrico61 abbia non una ma mille ragioni per suggerire il nome di don luciano come meritevole del premio s.ilario. anzitutto mette in pratica alla lettera l'insegnamento del vangelo, creando molto malcontento negli ambienti tradizionalisti e ottusi di certa parte del clero che ovviamente si dissocia da un simile comportamento "scandaloso",. potrebbe addirittura essere considerato un "profeta dei nostri tempi" condivido anche l'idea di assegnare un premio al sig, Mare per il gesto eroico compiuto e anche al sig. Mattioli per avere perso la vita nell'adempimento del dovere.

    Rispondi

  • Ultimo romantico

    29 Dicembre @ 18.59

    sinceramente,non se' ne' puo piu'.il sig molossi,propone il sig mare.giustamente e' una azione meritoria,ma vorrei dire al sig molossi che ogni giorno ci sono cittadini che in silenzio compiono il loro dovere.gent.sig molossi,il premio s.ilario quest'anno io personalmente non lo assegnerei in quanto non vedo cittadini all'altezza di essere menzionati.dopo tanti anni forse,ci viene risparmiato il solito sermone del sindaco,pieno di ipocrisie.ricordo che sono stati premiati(negli anni scorsi) cani e porci.le propongo un nome che forse a lei dara' fastidio:don luciano scaccaglia.la motivazione:applica il vangelo.dimenticavo:forse don scaccaglia ha un difetto:e' troppo vicino a chi soffre.buon anno sig molossi

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Prime nozze gay all'ombra della corte di Elisabetta

GRAN BRETAGNA

Prime nozze gay all'ombra della corte di Elisabetta

Bimba batterista

giappone

La bimba che suona i Led Zeppelin (Bonham) è impressionante Video

Festival della parola: tre giorni alla Corale Verdi in ricordo di Luigi Tenco

12 tg parma

Festival della parola: tre giorni alla Corale Verdi in ricordo di Luigi Tenco Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani ultimo giorno per Imu e Tasi miniguida

FISCO

Ci siamo: ultimo giorno per Imu e Tasi miniguida

Lealtrenotizie

Si schianta in auto e svanisce nel nulla: si cerca un 25enne di Rivalta

PARMA

Cristopher Delbono è stato trovato a San Prospero: ora è in ospedale

1commento

CARABINIERI

Furti sulle auto in sosta: arrestato un 23enne a Collecchio

Lutto

Addio a Ficini, storico pasticciere di via Bixio

ANIMALI

Conigli abbandonati in varie zone della città, è allarme

2commenti

Sicurezza

Polizia municipale, più interventi ma organico ridotto

TRADIZIONE

«Rozäda äd San Zvàn», non solo tortelli

Lutto

Valtaro e Valceno piangono monsignor Groppi

FIFA18

Si cerca il «videogiocatore» crociato

1commento

Accoglienza

Parma, dal 2015 274 migranti liberate dalla tratta

SOS ANIMALI

Frisky è scomparso a Calicella di Langhirano Foto

vigili del fuoco

Tragedia sfiorata in Pilotta, cade un mattone dal tetto sul marciapiede

1commento

ozzano taro

Incidente all'alba, 6 feriti. Due giovani ricoverati

12 tg parma

Il raduno provinciale degli alpini a Noceto Video

serie a

Parmamercato: Viviano verso la firma. Tutte le trattative - Video

massese

Guarda che sorpasso folle sulla tangenziale di Langhirano

4commenti

CULTURA

Parma capitale della cultura... cistercense: esce la guida-censimento

Volume raccoglie notizie su oltre 500 tra abbazie e siti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La magia di una vita (vera) al tempo dei social

di Michele Brambilla

ECONOMIA

Quota 100? Come cambiano le pensioni. L'inserto del lunedì

ITALIA/MONDO

NAPOLI

Tragedia al porto: auto cade dal traghetto e schiaccia due persone

CARABINIERI

Incidente mortale con l'ascensore in casa: anziano decapitato nel Cremonese

SPORT

Calciomercato

Juve, occhi puntati su Lewandowski

BRESCIA

Striscione offensivo di Forza Nuova contro Mario Balotelli

SOCIETA'

IL CASO

Pesce allevato o pescato? Stesso gusto, prezzo molto diverso, eppure...

1commento

LA PEPPA

La ricetta Faraona ripiena - Ecco come renderla morbida

MOTORI

Elettrica

Silenzio, arriva Jaguar i-Pace: il Suv a zero emissioni

PROVA SU STRADA

Peugeot 3008 1.6 BlueHDi, al volante del Suv del Leone

2commenti