12°

24°

Parma

Garbi: "L'aumento delle tasse è l'ultimo regalo di Vignali alla città". La replica di Broglia: "Non è vero, aumenti per pagare i servizi"

Garbi: "L'aumento delle tasse è l'ultimo regalo di Vignali alla città". La replica di Broglia: "Non è vero, aumenti per pagare i servizi"
Ricevi gratis le news
9

Il segretario del Partito Democratico Roberto Garbi interviene sulla questione del bilancio del Comune, criticando la giunta di Pietro Vignali. Garbi lo fa bollando gli aumenti delle tariffe decise dal commissario per il 2012 come "l'ultimo regalo alla nostra città" fatto dal "governo finto civico" di Vignali.
Ecco il testo dell'intervento di Garbi:

«Il governo finto civico di Vignali ha fatto l’ultimo regalo alla nostra città. Con il nuovo anno, infatti, aumenteranno le imposte comunali, a cominciare dall'Irpef. L'Imu, la nuova tassa che reintroduce l'Ici, sarà applicata ai massimi livelli consentiti. Molto probabile anche l'incremento delle tariffe comunali. Lo ha dovuto decidere il Commissario che ha preso in mano il Comune dopo il loro fallimento, visto lo stato pietoso in cui ha trovato i bilanci comunali.
Per anni la giunta finto civica di Vignali e il centrodestra hanno continuato a ripetere che tutto andava bene, che gli allarmi documentati e precisi che il Partito Democratico lanciava erano pura propaganda, che non c’erano problemi nei conti del Comune. Si è visto, purtroppo, chi aveva ragione. Il fatto grave è che oggi a pagare il conto siamo tutti noi, sono i cittadini di Parma, che sconteranno a suon di aumenti di tasse e tariffe la loro mala gestione della cosa pubblica.
Ora qualcuno prova a rispolverare la stessa ricetta finto civica, una foglia di fico per far passare ancora una volta un governo di centrodestra irresponsabile e incapace. Ma Parma ha la memoria buona. Le opere promesse e neanche iniziate, quelle fatte e sbagliate, quelle partite e mai arrivate, l’umiliazione delle manette in Municipio e il danno d’immagine conseguente, la necessità di aumentare tasse e tariffe per la loro mala gestione non saranno dimenticate tanto in fretta. Noi siamo in campo perché tutto ciò non si ripeta. Per dare alla nostra città, a partire dal lavoro per le primarie, quel governo onesto e competente che merita e che potrà aiutarla a riprendere la via dello sviluppo e della coesione».

BROGLIA: "L'AUMENTO NON SERVE PER PAGARE I DEBITI". Gianluca Broglia, esponente del Pdl ed ex assessore al Bilancio della giunta Vignali, commenta i primi rumors sul Bilancio targato Ciclosi.
«Non è mia intenzione oggi entrare nel merito delle cifre - spiega Broglia - che verranno approfondite nei prossimi giorni non appena il bilancio sarà messo a disposizione della città. Credo però sia importante sottolineare alcuni aspetti molto rilevanti che, a mio avviso, non sono stati sufficientemente chiariti. Per prima cosa sfatiamo un falso mito: l’aumento delle tasse – addizionale comunale Irpef e Imu -  non servirà a pagare i debiti arretrati del comune. Come ben dovrebbero sapere tutti quelli che si occupano di finanza pubblica, infatti, non è possibile per un’amministrazione contrarre alcun debito se non a fronte di una copertura già individuata con una specifica voce di entrata. E mi spiego subito: i ritardi accumulati dalla nostra amministrazione nel pagamento dei fornitori e delle società partecipate derivano unicamente da quelli che nei giorni scorsi il Sindaco di Torino Piero Fassino ha definito “stupidi vincoli del patto di stabilità”, annunciando la decisione di “sfondarli”. Per pagare immediatamente i fornitori, anche a Parma, basterebbe dunque la volontà di sfondare il patto, ipotesi che personalmente non approverei ma che la liquidità del nostro comune, elevatissima, e le somme da pagare a fornitori e società partecipate, correttamente finanziate, consentirebbero da subito. È dunque sbagliato affermare che l’incremento della pressione fiscale sia dettata dalla necessità di pagare i debiti del comune, anche perché come già indicato in precedenti occasioni i debiti dell’amministrazione di Parma sono di molto inferiori a quelli di altre città come riportato a più riprese dalle analisi de? Il Sole 24 Ore».
«L’aumento dell’imposizione fiscale - continua l’ex assessore - sarà invece necessaria per mantenere inalterato il livello di tutti i servizi con particolare riguardo per quelli della persona: i tagli dei fondi statali agli enti locali devono essere obbligatoriamente compensati. L’aumento delle tasse nasce anche dalla riduzione rispetto al passato di altre voci di entrata che si vanno giorno per giorno assottigliando, mi riferisco ai contributi di costruzione, ai contributi delle fondazioni ai dividendi da società partecipate ecc.».
«Certo – precisa Broglia - l’aumento della pressione tributaria servirà a dare una maggiore solidità al bilancio che potrà sostenere la spesa corrente con maggiori entrate tributarie anziché con componenti straordinarie (oneri di urbanizzazione). È vero, questa volta, che un migliore equilibrio tra entrate correnti e spesa corrente migliora gli obiettivi del patto di stabilità e libera risorse immediate per anticipare i pagamenti ai fornitori di opere pubbliche».
«Secondo aspetto: non è assolutamente vero che il bilancio del Comune di Parma nasconda dei “buchi”, come affermato a sproposito dall’ex consigliere di minoranza Massimo Iotti: purtroppo nonostante il tanto tempo passato a spulciare i numeri del bilancio comunale dimostra di non averci ancora capito niente: quando infatti parla di disavanzo strutturale dimostra di essere rimasto indietro di qualche anno, mentre quando tira in ballo un artifizio svelato rischia addirittura di scadere nel ridicolo in quanto i numeri del comune sono senpre stati a disposizione di tutti, di tutti quelli, però , in grado di saperli leggere».
«Alla luce di queste considerazioni, una volta che il bilancio verrà messo a disposizione, entreremo nel merito delle scelte fatte: sull’aumento delle tasse avremo modo di fare considerazioni più puntuali, anche perché lo sforzo della precedente amministrazione, che con enormi sacrifici non ha mai incrementato le tasse e le tariffe dei sevizi, acquisisce in questo difficile momento economico un significato ancor più importante che in passato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIORGIO

    02 Gennaio @ 16.30

    cara fabry io so una cosa che in tutta la mia vita ho pagato sempre le tasse senza evadere una lira, che negli anni 80 ho pagato per l'eredita' ricevuta dai miei famigliari il 40 PER CENTO tra imposte e tributi (allora vigevano qieste aliquote) ED HO IMPIEGATO BEN NOVE ANNI PER SALDARE QUANTO DOVUTO ALL'ERARIO SVENDENDO PARTE DI QUANTO A ME PERVENUTO, ho sempre fatto contratti di affitto regolari , E CON. quello che percepisco non riesco a fare la manutenzione straordinaria. Pensa adesso con queste nuove aliquote che in un comune come parma aumenteranno del 250%- dicasi DUECENTOCINQUANTA- cio' e' la riprova che la vita in questo paese non e' degli onesti ma dei gaglioffi. quindi dovrei essere contento di chi ha amministrato e pagato aree tre o quattro volte il loro valore scaricando le perdite delle societa' amministrate sulla intera collettivita' cittadina?

    Rispondi

  • fabrizio

    02 Gennaio @ 15.29

    @ Ducato ---Ti stai distruggendo la mente per cercare un colpevole a questa situazione, secondo la tua opinione il dissesto nasce negli anni 80'-90', io spero che tu stia parlando della situazione di Parma, Anche se fosse vero, ma non lo è, un buon Governo della città, e qui mi riferisco al buon Ubaldi ( per ben due volte) e Vignali (1 volta) avrebbe cercato di sistemare i conti pubblici che secondo te erano pessimi, cercando con le dovute misure di ripianare o almeno diminuire il disavanzo, mentre invece una conduzione libertina e senza controllo ha fatto si che il debito quintuplicasse in 11 anni, prima siamo stati supportati dal ministro PDL Lunardi ( anche lui finito indagato) e poi quando anche lui ha chiuso i rubinetti è finita così come sai, con le dimissioni del sindaco, con l'azzeramento della giunta e il commisariamento della città, adesso puoi cercare tutti i colpevoli che vuoi ma voglio dirti, e qui chiudo con un detto " andava meglio quando andava peggio" medita caro Ducato e gli occhi cerca di tenerli aperti "bene" anche tu

    Rispondi

  • ducato

    02 Gennaio @ 14.58

    Caro Mssimo ed i degrado dei conti pubblici italiani anni 80-90 fatto con il beneplacito del PCI dove lo mettiamo? E' lì che nasce il nostro dissesto finanziario. Anche quello in testa a Berlusconi? Ma fammi il piacere....apri gli occhi che sarà meglio!

    Rispondi

  • fabrizio

    02 Gennaio @ 14.30

    @ Giorgio---- Guarda Giorgio che le prove delle "ruberie" della giunta sono già state trovate e provate dalla magistratura e dagli organi preposti, per questo sono finiti in carcere certi personaggi, adesso si dovrà accertare che grado di responsabilità hanno ciascuno di loro,ex sindaco compreso, dopodichè si passerà alle "pene", ma quello che volevo dire io nel precedente intervento, era semplicemente che, una volta accertata la responsabilità di questi "signori", dovranno pagare loro il danno economico e morale creato alla città e non noi cittadini che di responsabilità in tutta questa storia non ne abbiamo.............fabry

    Rispondi

  • BIANCHI MARIA LUISA

    02 Gennaio @ 12.43

    Eh sì, Fabry. Noi non siamo responsabili nè dei debiti creati dal comune nè da quelli creati dallo stato. Non dovremmo essere noi a pagare ma quei parassiti incompetenti che hanno creato lo scempio, ma qua di tagli alla spesa pubblica non se ne parla....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

anteprima gazzetta

Bimba di dieci anni, da Bari salvata al Maggiore dopo mesi da incubo Video

ARTE

"Il Terzo Giorno" porte aperte al Palazzo del Governatore Fotogallery

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

16commenti

METEO

Anticipo d'estate, caldo anomalo in mezza Europa

Temperature da inizio giugno a Nord, picchi di 27-28 gradi

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

22commenti

ASSEMBLEA

Parmalat: Bernier conferma i target 2018. Scontro con il fondo Amber

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

la foto

Intervento dei vigili dei fuoco in via Mantova

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

Brescia

Bimbo di 4 anni muore investito dalla mamma

Parco d'Abruzzo

Un orso muore durante la cattura e si riapre la polemica

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

Musica

Nessun colpevole per la morte di Prince

MOBILITA'

Auto senza pilota: parte anche in Italia la sperimentazione

MOTORI

MOTORI

Audi e le altre: la Design week a quattro ruote

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti