19°

Parma

Brutto clima anti-casta ma di chi è la colpa?

Ricevi gratis le news
53

di Giuliano Molossi

Da non credere: hanno istituito una commissione per sapere quello che era già noto a tutti, e cioè che i parlamentari italiani sono pagati  di più dei loro colleghi europei.  Senza contare i viaggi gratis su treni, autostrade, navi e aerei. Alla diffusione dei dati, l'ufficio stampa della Camera ha dato una risposta stizzita, incompleta e fuorviante, sostenendo che l'indennità netta dei deputati italiani «è pari mediamente a cinquemila euro». Esatto. Peccato però che non abbia aggiunto  che oltre all'indennità ogni parlamentare percepisce al mese 3.503 euro di diaria e indennità di residenza (anche chi abita a Roma!), 3.690 euro di spese mensili e di rappresentanza e 1.331 euro di spese di trasporto. I confronti con i deputati degli altri Paesi europei non sono semplici (e anche la commissione non è stata in grado di fare una media dei trattamenti) per la differenza delle indennità e dei rimborsi. Ma una cosa è chiara: alla fine del mese un deputato italiano si mette in tasca, netti e puliti, 14mila euro.
Il parlamentare italiano ha dei privilegi inauditi. Ad esempio, percepisce quasi 4mila euro al mese per  un segretario o un collaboratore anche se non ce l'ha. In Germania, manco a dirlo, sono più seri: gli eventuali collaboratori dei deputati sono assunti e pagati dal Parlamento. Perché non si può fare la stessa cosa in Italia?  Anche per le spese di viaggio e di soggiorno sostenute dal parlamentare, i tedeschi  ci danno l'esempio: rimborsano le spese a pie' di lista, dietro presentazione di ricevute e fatture. Da noi invece il parlamentare riceve un fisso, indipendentemente dal fatto che quelle spese le abbia sostenute o no.  I presidenti di Camera e Senato si sono impegnati a tagliare i privilegi. Perché non cominciano da qui? E invece di istituire le solite commissioni, invece di affidare consulenze costosissime, perché non copiano dalla Germania?
I parlamentari che ieri protestavano per l'aumento dei prezzi alla buvette (il caffè costa la bellezza di 80 centesimi....) e che si dicevano indignati per «una campagna anti-casta preconcetta e populista», dovrebbero rendersi conto che l'insofferenza dei cittadini, chiamati a nuovi sacrifici, è a livelli pericolosi. Invece di arroccarsi a difesa dei loro privilegi, invece di biasimare  le campagne giornalistiche contro la casta, dovrebbero dare un segnale, almeno uno. Non vogliono diminuirsi lo stipendio? Vogliono difendere i 14 mila euro al mese? Decidano di ridurre, almeno di un terzo, il numero di deputati e senatori: siamo certi che la qualità delle leggi non sarà inferiore a quella di oggi. Ma qualcosa va fatto. E non solo per i parlamentari ma anche nei confronti di quella pletora di privilegiati e strapagati che sono i 2.699 dipendenti delle Camere che intascano tre volte di più dei loro colleghi inglesi. Si spremono come i limoni i pensionati da mille euro, ma uno stenografo del Senato continua a guadagnare  259 mila euro all'anno, più del Presidente della Repubblica.
C'è un brutto clima contro la casta ma di chi è la colpa? Della stampa, delle Iene, di Striscia la notizia o piuttosto di quei parlamentari che senza vergogna dicono, come ha fatto ieri uno di loro in un'intervista, «Sì, siamo pagati bene, ma abbiamo un sacco di cose da fare, il rapporto con il territorio, lo studio degli argomenti, la lettura dei giornali....»?
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alex68

    06 Gennaio @ 17.21

    signor Balestrazzi, esulo per un momento dall'editoriale del dr.Molossi,ma in effetti l'argomento trattato da Harris merita un dibattimento più ampio. Qui c'è da domandarsi se oggi,2012,non sia giunto il momento che anche l'informazione, così come altri settori, debba reggersi sulle proprie gambe. Chi di noi lettori conosce quotidiani come "le conquiste del lavoro",oppure "Il denaro" o " il campanile"? Trattasi di quotidiani editi da cooperative di giornalisti,fondazioni di enti morali,organi politici. Le faccio un esempio semplice semplice: "le conquiste del lavoro"-che io personalmente non ho mai visto in edicola- è il giornale del sindacato della Cisl e nel 2007 ha avuto come finaziamento la bella cifra di 3.346.922 euro ( fonte Presidenza Consiglio dei Ministri ). E' logico tutto ciò?A me non pare...Perchè non approfondire l'argomento? Sono queste le cose che ai cittadini-lettori interessano...Grazie.

    Rispondi

  • andrea

    06 Gennaio @ 13.19

    non mi sembra un gran articolo, soprattutto perché non aggiunge nulla di nuovo; il mio giudizio sarebbe diverso se questo articolo fosse stato scritto 2 o 3 anni fa (il libro "La Casta" di Stella e Rizzo è del 2007) oppure se scritto oggi fosse corredato da qualche informazione su chi sono, quanto guadagnano e come operano (proposte di leggi, interrogazioni, etc.) i parlamentari eletti nei collegi della nostra provincia. e poi non sottovaluterei il tema sollevato da Harris: i privilegi della casta dei politici sono senz'altro i più evidenti e sfacciati, ma anche il sistema dell'informazione ha le sue belle magagne, vedi oltre ai finanziamenti pubblici (ancora una volta soldi dei contribuenti) e differenze tra privilegiati e "paria"...

    Rispondi

  • andrea

    06 Gennaio @ 13.13

    avrei dato un giudizio entusiasticamente positivo di questo articolo se fosse stato scritto 2 o 3 anni, fa scritto oggi non mi fa venire in mente niente oltre alla domanda "e quindi? cosa c'è di nuovo?" ci sarebbe stato q e non dimentichiamoci

    Rispondi

  • rudolf

    06 Gennaio @ 12.15

    DI CHI E' LA COLPA ? Proviamo ad immaginare, non certamente del pensionato a 800 euro al mese. E allora chi incolpare ? E c'è anche bisogno di chiederlo ? Ma lo sanno perfino le galline di Medesano di chi è la colpa ! Ma per piacere...................................

    Rispondi

  • Angelo

    06 Gennaio @ 12.12

    Ieri sera ho avuto modo di vedere due trasmissioni sui costi della politica la prima sulla 7 la seconda su rai 3 verso le ore 24. Emerge una classe politica indecente.Si arrampicano sugli specchi per giustificare quello che non è più giustificabile .Sperano che dilatando i tempi passi l'attenzione dei cittadini su un problema che si trascina da dieci anni. Una proposta per il Presidente Monti,o meglio per il Parlamento visto che si autodecidono gli stipendi Paese povero e in crisi (Italia, Spagna, Grecia) stipendi bassi Paesi ricchi ( Germania,Francia) stipendi e indennità più alte. Come per gli operai Vedi stipendio operai FIAT e stipendio Operai BMW. Qualità e risultati diversi stipendi diversi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Via Europa, il cantiere provoca il caos

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

All'Esselunga di via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno