21°

Parma

Lettere al direttore - Riprendete le veterinarie

Ricevi gratis le news
3

Gentilissimo direttore,
le sottoscritte associazioni animaliste di Parma e Provincia e semplici animalisti, condividono le grandi preoccupazioni dei volontari del canile, del gattile municipale di Parma e dell’Oasi felina di Vicofertile e di quanti hanno a cuore il benessere di quei poveri animali che purtroppo vi sono ospitati. Per questo motivo chiedono al Commissario del Comune di Parma dr. Ciclosi, un urgente provvedimento perché sia ripristinato il servizio veterinario, eccellente, come abbiamo già scritto in passato, prestato dalle veterinarie dr.Galluccio e Bovini.
Ci si domanda quali motivi abbiano indotto a interrompere, anziché potenziarlo, un servizio indispensabile che si è dimostrato non solo efficiente, ma anche fonte di grande risparmio per la stessa Amministrazione Comunale e, quindi per l’intera cittadinanza. Un servizio da sempre e da tutti indicato come vera eccellenza. Non è possibile che un solo veterinario con missione sostitutiva, che conosciamo, anche lui validissimo, possa svolgere quel servizio che richiede una intera giornata lavorativa anche nei festivi, di due veterinarie con le quali collaboravano anche altri sanitari. Valuti il Commissario, le profonde ragioni di tanta preoccupazione e sicuramente non rientra nel risparmio delle casse comunali. Sperando che l'attuale amministrazione e i dirigenti preposti si rendano conto che questo non è un problema marginale e che un servizio veterinario comunale rientra nella tutela del benessere di tutta la comunità e non solo degli animali .
Associazione qua la zampa Leal sezione di Parma Associazione siberianhuskyrescue gli animalisti Monica Storci, Antonella Zoni, Luca Acerbi , Mara, Marcella e Brunella
Parma, 5 gennaio

Operatrici meritevoli
Gentile direttore,
il canile «Lilli e il vagabondo» vanto e fiore all’occhiello dell’Amministrazione Comunale di Parma ora rischia di non essere più considerato tale. Pazienza, potrà sempre osservare qualcuno, si tratta solo di cani e gatti e i problemi della città sono altri e ben più gravi. Certo, è vero, ma forse non è cosa di così poco conto se anche un illustrissimo personaggio come il Mahatma Gandhi sosteneva che la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali… Ma veniamo ai fatti. Il parco canile municipale attualmente ospita oltre 170 cani e 240 gatti, tutti vaccinati, microcippati, le femmine sterilizzate. Ben organizzato, a partire dal 2004 fino a tutto il 2011 gli animali sono stati accuditi, sotto il profilo sanitario, da due veterinarie che tutti, come anche il sottoscritto, hanno sempre considerato molto brave e competenti e che prestavano la loro opera anche dieci ore al giorno. Le due colleghe univano professionalità, esperienza e, quel che più conta, una grande passione e amore per gli animali, vera spinta per un impegno così assiduo. A loro si affiancava, di tanto in tanto, un’altra brava professionista che faceva da supporto per le terapie comportamentali per i cani cosiddetti «difficili». Più di così! Ora alle veterinarie, dopo sette anni, non è stato rinnovato il contratto e pertanto (sic!) non potranno più prestare la loro preziosa opera all’interno della struttura. Un vero peccato. Pur non conoscendo i motivi di questo spiacevole «divorzio», sono dell’idea che l’Amministrazione comunale si sia lasciata scappare delle validissime collaboratrici, dei seri professionisti, lustro, è proprio il caso di dirlo, del proprio parco canile. Chi sostiene «morto un papa se ne fa un altro» in questo caso sbaglia di grosso perché non è semplice per un veterinario, anche se bravo e preparato, operare in una grande struttura di ricovero per cani e gatti, seguire e curare con passione tutti gli animali, avere un buon rapporto con i volontari animalisti…, tenendo poi aggiornate le schede sanitarie, i registri di carico-scarico dei farmaci e tutto quel cartaceo imposto dalle normative vigenti. Bisognava tenersele care queste due! Ogni giorno, a partite dalle 7 e mezzo del mattino, iniziavano la giornata con il controllo sanitario degli animali di nuova introduzione e di quelli in adozione, istauravano terapie, praticavano vaccinazioni e impiantavano nuovi microchip. E ancora: vigilavano su tutti i cani e gatti ricoverati, con particolare riguardo a quelli dei reparti di isolamento, praticando terapie e programmando interventi chirurgici urgenti e non, quali le sterilizzazioni di tutte le femmine presenti nella struttura. E, come se non bastasse, effettuavano un sopralluogo settimanale all’oasi felina di Vicofertile e controllavano rigorosamente l’alimentazione degli animali. E così tutti i giorni della settimana dal mattino alla sera per almeno dieci ore! E ora? Ora hanno fatto le valigie, credo molto, molto a malincuore per aver lasciato gli animali che conoscevano per nome e perché non è stata loro riconosciuta la mole di lavoro svolto a tutto vantaggio anche dell’immagine dell’Amministrazione Comunale. E quest’ultima ora che farà? Non so, ma se vuole ancora vantarsi di avere un canile fra i migliori d’Italia, dovrà impegnarsi a fondo per trovare sanitari in grado di non far rimpiangere Barbara e Valentina. E, assicuro, non sarà impresa così semplice.
Giorgio Mezzatesta
Parma, 6 gennaio

Già scelti i professionisti
Gentile direttore,
ecco la replica del Comune di Parma. Cari signori, vogliamo assicurarvi e tranquillizzarvi sul fatto che la Direzione Sanitaria della struttura canile e gattile di Parma non é mai stata nemmeno per un minuto lasciata scoperta ed oggi vi opera un team di due/tre veterinari assolutamente all'altezza che hanno regolarmente risposto alla doverosa ricerca che l'Amministrazione ha dovuto fare in conseguenza al rifiuto di proseguire con le prestazioni professionali da parte delle due stimabili veterinarie Galluccio e Bonini per i prossimi tre mesi. Non si comprende davvero come si possa affermare che non vi sarebbe sufficente copertura sanitaria e come ci si continui a rivolgere al Comune in tono polemico e, di sfida e indubitabilmente di scarsa collaborazione, quando é da inizio ottobre che l'Amministrazione Comunale ha individuato l' unica modalità possibile per un Ente Pubblico che é un bando pubblico per una efficente gestione integrata sanitaria in pubblicazione entro gennaio per una gestione globale biennale. Queste cose sono state illustrate e spiegate alle Istituzioni (Università e Ordine professionale), sono state ampiamente descritte alle due professioniste presenti in allora, e soltanto il 27/12, dopo il loro rifiuto a quella che sarebbe stata una normalissima proroga trimestrale, ecco che il Comune ha fatto l'unica azione che poteva fare, cioè una ricerca d'urgenza fra i professionisti locali, ottenendo cinque proposte nominative. Per i primi due giorni ha operato uno stimato veterinario riconosciuto in tutta la Provincia, poi dal 3/01 vi operano due esperti veterinari che saranno affiancati da un terzo. Ribadiamo quindi che dal 31/12 vi é stata assoluta soluzione di continuità e mai e poi mai il Polo é rimasto nemmeno un minuto senza la Direzione Sanitaria. Spero personalmente che ci si ricordi bene di quello che é successo a giugno quando, per quello che concerne la gestione operativa, vi fu una levata di scudi del pur preziosissimo mondo dei volontari contro una regolare gara pubblica , poi assegnata con successo all'attuale cooperativa, bando che ha consentito di pervenire ad una ottimale ed economica soluzione unitaria nella gestione operativa, superando la parcellizzazione e confusione delle attivita precedentemente gestite dai tristemente noti Mondo Verde e SWS etc.. Ci si ricorderà tutti molto bene quanti ostacoli e questioni furono frapposte nel durante e dopo l'assegnazione, culminando addirittura in esposti alla Procura. La realtà oggi è da vedere: unico encomiabile soggetto che si occupa della gestione operativa, mantenimento dei vecchi posti di lavoro e creazione di nuovi posti di lavoro, massima tutela degli animali e scrupolo e amore per l'attività svolta. E noi avremmo dovuto ascoltare le levate di scudi e le difese ad oltranza di quello status quo che poi si rivelato fallimentare? Lasciate per cortesia a ciascuno fare il proprio mestiere: i volontari tutelino con immutato amore gli animali, a noi fateci lavorare con professionalita, come stabilisce la legge ma soprattutto con l'amore che nutriamo per la nostra città con lo spirito di servizio del servitore pubblico... ma lasciateci soprattutto lavorare senza il timore che vi siano altri fini se non il massimo benessere degli animali ospitati nella struttura. Siamo certi di averlo dimostrato, da soli contro tanti, a giugno, siamo consapevoli di quanto stiamo facendo oggi con una gestione imparziale ed apolitica quale quella commissariale.
ing. Nicola Ferioli Direttore Settore Mobilità e Ambiente del Comune di Parma

Leggi tutte le lettere al direttore sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • oberto

    10 Gennaio @ 21.57

    Meno veterinari piu poliziotti!!!!

    Rispondi

  • bibi

    10 Gennaio @ 14.24

    Massima fiducia nei nuovi amministratori, per carità, ma prima di applaudire sarà meglio vedere i risultati. Siamo stati troppo scottati nel passato per dare fiducia incodizionata. Perdonateci Signori del potere cittadino, ma ai più resta incomprensibile il cambiamento radicale di un servizio che si è sempre dimostrato eccellente. Non consideriamo la posizione delle due professioniste che tanto hanno dato al loro lavoro perchè, come tutti noi, non contano niente. Chi se ne frega se sono brave, oneste, competenti sempre presenti? E' questo che i dipendenti pubblcii devono aspettarsi? 4 persone che le sostituiranno costano meno di 2? Lavoreranno in modo saltuario e saranno in grado di garantiere la stessa efficienza? Certo ma solo se si chiamano: Batman, Supermen, Uomo ragno e agli adempimenti burocratici Diabolik.

    Rispondi

  • Francesco

    10 Gennaio @ 10.59

    Amo gli animali, ma se mi trovassi spalle al muro opterei per meno veterinari e più poliziotti di quartiere.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È in corso il Festival del Prosciutto: quanto conosci questa specialità della nostra cucina?

GAZZAFUN

10 quesiti sulla cucina parmigiana: scopri se sai davvero tutto!

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SPORT

Rugby Colorno, ecco come cambierà la squadra: intervista a Nick Scott Video

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

Economia

Lasciano i co-fondatori di Instagram Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel