19°

Parma

I premi Sant'Ilario in Comune: Ciclosi chiede coesione alla città La dedica di Padre Turazzi a Giacomo Truffelli

I premi Sant'Ilario in Comune: Ciclosi chiede coesione alla città La dedica di Padre Turazzi a Giacomo Truffelli
Ricevi gratis le news
9

Sant'Ilario, in municipio si è svolta la cerimonia di premiazione fra le 16,20 e le 16,40 circa. Hanno partecipato il commissario Mario Ciclosi, il prefetto Luigi Viana, il vescovo Enrico Solmi, il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, il presidente della Cciaa Andrea Zanlari, il rettore dell'Università Gino Ferretti.
Lo spazio riservato al pubblico nella sala del Consiglio comunale era gremito: tante persone hanno seguito la cerimonia e in parte sono rimaste fuori per mancanza di spazio.

Le medaglie d’oro vanno a Maria Grazia Beccari, come infermiera di corsia in un reparto molto sensibile dell’ospedale, adempie ogni giorno con professionalità e umanità a un compito particolarmente delicato, e a Carlo Gabbi, presidente della Fondazione Cariparma.
Gli attestati di civica benemerenza sono assegnati all’associazione Giocamico onlus per i sorrisi che porta fra i bambini ricoverati in Ospedale, alle Conferenze di San Vincenzo per il sostegno ai più bisognosi di tutta la città (con particolare attenzione all’Oltretorrente), alla famiglia Ernesto e Micaela Magnani per la loro apertura all’accoglienza dei figli, alla cura e all’educazione, e a padre Silvio Turazzi per il suo impegno e la sua passione per la crescita delle popolazioni africane, per l’incontro tra le culture e per la pace.

CICLOSI CHIEDE COESIONE ALLA CITTA'. IL QUOZIENTE PARMA TORNERA'. Il commissario Mario Ciclosi, nelle interviste prima della cerimonia, glissa sulle recenti polemiche politiche legate alle nomine: "E' il mio destino essere antipatico a tutti".
Nel discorso prima della premiazione, il commissario Mario Ciclosi ha detto che fin dall’insediamento ha inserito fra le priorità l’organizzazione di questa cerimonia “nel segno della sobrietà e della semplicità. Ho deciso di mettermi in ascolto” dei cittadini e all’e-mail del Comune sono giunte tante candidature. La più “votata” è stata l’infermiera Maria Grazia Beccari, giunta in Comune molto emozionata per un riconoscimento inaspettato. “Questa sia una festa di condivisione, una festa di tutta la città”, ha detto ancora Ciclosi, che più volte torna sulla necessità di Parma di essere coesa.
Parlando ai cittadini, in una sala del Consiglio gremita, il commissario è intervenuto anche su temi di attualità: “Viviamo tempi difficili, che richiedono sobrietà, realismo e senso di responsabilità a Parma come in tutta Italia. È chiesto uno sforzo di condivisione. Voglio formulare un auspicio: hce la città, in tutte le sue articolazioni sociali, politiche ed economiche,possa preparare il suo futuro avendo come obiettivo prioritario la costruzione del bene comune”.
I sacrifici di oggi faranno raccogliere frutti domani, nota Ciclosi, che sottolinea come la gestione commissariale voglia “offrire il suo contributo con trasparenza, efficienza, legalità e controllo”. Da qui la “razionalizzazione dei costi e l’impegno a garantire i servizi”, come fatto nel bilancio 2012. Al mondo della politica di Parma Ciclosi fa un augurio: “trovare nella distinzione delle idee enel confronto le migliori soluzioni per il futuro di questa città”.
Arriva anche un chiarimento sul quoziente Parma: “E’ solo temporaneamente sospeso per motivi tecnici e presto potrà essere riattivato nell’ambito di un pacchetto di interventi. È stato fissato un incontro con la Consulta delle associazioni famigliari. La nostra attenzione su questo tema è alta” (video)

OVAZIONE PER LA BECCARI. L'infermiera Maria Grazia Beccari ha ricevuto la medaglia d'oro per prima. Il pubblico le ha rivolto un applauso scrosciante e un "Viva!" mentre tornava a sedere. "Sono una persona molto timida. Non amo le prime file ma le ultime file - ha detto la Beccari prima della cerimonia (ascolta le interviste) -. Non mi aspettavo questa onorificenza: ho fatto semplicemente il mio lavoro". La Beccari dice di aver scoperto l'inaspettata novità dalle sue colleghe e dai parenti che hanno letto la Gazzetta... Con la voce rotta dall'emozione aggiunge: "Questo riconoscimento va alla categoria infermieristica, a quelli che lavorano in corsia 365 giorni all'anno e che fanno questo lavoro con professionalità e umanità. Condivido questo riconoscimento con le mie colleghe. Quello che ti spinge ad andare avanti è un grazie di un ammalato, un sorriso... e soprattutto l'amore per questa professione".

GABBI: "PARMA SUPERERA' LE DIFFICOLTA' MA LA CONDIVISIONE DEV'ESSERE UN OBIETTIVO FONDAMENTALE". Applausi anche per Carlo Gabbi, presidente della Fondazione Cariparma, e per chi è stato premiato con gli attestati di benemerenza.
A margine della cerimonia, Carlo Gabbi commenta così il premio che riceve oggi: «Abbiamo fatto la scelta di dedicarci a gestire questo grande patrimonio del nostro territorio. Crediamo di averlo fatto fino ad oggi in un modo corretto. Ci fa piacere che la città si renda conto del valore di questo patrimonio e dei risultati che si possono ottenere grazie all'attività di tante persone».
Prima della consegna della medaglia c'è spazio anche per qualche considerazione sul periodo difficile che investe l'Italia e, anche per altri aspetti, la città: «Parma ha grandi potenzialità e persone di grande valore. Parma darà il suo contributo per far sì che questo momento di difficoltà possa essere superato. Certo che deve essere condiviso da tutti, deve essere sostenuto e tutti devono partecipare, non delegare dando per scontato che qualcuno faccia quello che desiderano loro. La partecipazione, la condivisione dev'essere uno degli obiettivi fondamentali di chi gestisce le istituzioni e gli enti».

LA DEDICA DI PADRE TURAZZI - Padre Silvio Turazzi ha detto di non sentirsi in qualche modo speciale, di avere meriti ma di aver soltanto seguito "l'onda positiva del bene". Ricevendo l'attestato di benemerenza, il missionario saveriano ha dedicato il riconoscimento a Giacomo Truffelli, scomparso l'anno scorso.

UN PREMIO A GIOCAMICO, ASSOCIAZIONE A FIANCO DEI BAMBINI DEL MAGGIORE. Corrado Vecchi di Giocamico spiega l'attività dell'associazione, che ha vinto una scommessa nei suoi 15 anni di vita: «Volevamo far sì che in tutta l'area pediatrica i bambini avessero la possibilità di avere qualcuno con cui continuare a giocare. Adesso riusciamo a metterci numerosi - i nostri volontari sono più di 200 - tutti i giorni, feste comprese. Noi non portiamo qualcosa: noi siamo a disposizione. Se il bambino ha voglia di giocare, lui sa che trova qualcuno».
«Ho avuto anche momenti di difficoltà... Queste situazioni però mi hanno aiutato a proseguire con più entusiasmo. Mi hanno fatto capire che ciò abbiamo fatto è importante: il tempo che hanno trascorso con noi è passato nel modo migliore possibile».

I MAGNANI, SIMBOLO DELLE FAMIGLIE NUMEROSE. Nella sala del Consiglio non mancavano Ernesto Magnani, la moglie Micaela Parenti e i Pietro, Maria ed Emma... Anzi, le voci dei piccoli ogni tanto spezzava le formalità dei discorsi ufficiali. La famiglia Magnani riceve la benemerenza di Sant'Ilario in quanto simbolo delle famiglie numerose ma nel contempo sconosciute ai più... Loro sono sorridenti con tutti in municipio ma all'inizio non ci credevano: hanno pensato a uno scherzo.«Buona sera, sono il commissario Ciclosi: le comunico che vi è stato assegnato il premio Sant'Ilario». «Va bene, ma ora basta con gli scherzi». «No, signora, glielo assicuro: siete veramente stati scelti per il premio Sant'Ilario». Il siparietto telefonico è andato avanti così per qualche interminabile minuto, fra imbarazzi e incredulità, finché Micaela Parenti non si è convinta (leggi l'intervista completa alla famiglia Magnani).

INCREDULO ANCHE FRANCESCO PAINI. In modo simile alla giovane famiglia Magnani, quando ha appreso la notizia della premiazione è rimasto incredulo anche Francesco Paini, che ha ritirato il premio per conto delle Conferenze di San Vincenzo. A margine della cerimonia spiega di aver voluto seguire i tg locali per averne conferma.  

Troverai ampi servizi, altre notizie e testimonianze sulla Gazzetta di Parma in edicola sabato 14 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • claudia

    14 Gennaio @ 21.04

    Ha ragione parmigiana che senso ha premiare una famiglia con si tre figli, ma anche baby setter, tate, colf e famiglie molto abbienti alle spalle. La cosa divertente e' che loro si sono anche dichiarati orgogliosi... Almeno potevano stare zitti

    Rispondi

  • parmigiana 72

    14 Gennaio @ 14.18

    Condivido quasi tutte le scelte, a parte quella famiglia di tre bimbi, che non ha certo problemi economici a pagarsi baby sitter personali, cosi e' facile la gestione. Sarebbe stato meglio che avessero davvero premiato una normale famiglia con tre figli , loro si che sono davvero coraggiosi. Ma conosco tanti che si fermano ad un figlio a malincuore sia per motivi economici che per impossibilita' di gestione.

    Rispondi

  • Daniele Tanzi

    14 Gennaio @ 13.43

    Certo che se penso che il premio Sant'Ilario era stato conferito a Calisto Tanzi ...

    Rispondi

  • filippo d' arborio

    14 Gennaio @ 00.38

    se le indicazioni dei cittadini sono state determinanti nella scelta, cosi' leggo, perche' non indicano per ciascun candidato il numero di segnalazioni ottenute ? Anche questa sarebbe una forma di assoluta trasparenza non vi pare?

    Rispondi

  • lucia

    13 Gennaio @ 22.00

    certo che ritirare il premio in jeans...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno