19°

Parma

Il Presidente Bernazzoli sconfessato dal governo Monti

Ricevi gratis le news
2

 I tecnici del ministero dell'Ambiente hanno predisposto un decreto per rendere possibile il trasporto dei rifiuti fuori regione verso altri impianti italiani prescindendo dall'accordo delle regioni interessate e in base al solo accordo tra i gestori degli impianti che effettuerebbero lo smaltimento. Questo dimostra che se il termovalorizzatore di Parma, gestito da IREN, fosse già in funzione, basterebbe un semplice accordo tra la multiutility e la regione Campania per conferire all’impianto i rifiuti partenopei, in deroga alle normative regionali e al piano provinciale di smaltimento rifiuti. Ma la cosa peggiore, e non evidenziata dai media, è quanto dichiarato dal ministro Clini: “dopo la Campania c'è il rischio che l'emergenza rifiuti arrivi in altre regioni come la Calabria, la Sicilia e il Lazio”. Questo dimostra come le rassicurazioni del Presidente della Provincia Bernazzoli sull’esclusivo conferimento all’impianto di Ugozzolo dei rifiuti provinciali siano smentite dalla realtà dei fatti o da qualsiasi emergenza rifiuti si presenti nel futuro più o meno prossimo e che, guarda caso, è incombente solo nelle regioni del sud: il candidato sindaco Vincenzo Bernazzoli sta avviando un processo, sostenuto apertamente dal comitato Iren,  per far diventare Parma la discarica  di scorta delle regioni del sud o di province che nel frattempo dismetteranno i loro inceneritori, vedi la vicina Reggio Emilia. Senza contare il controllo predominante di Iren nella raccolta e nello smaltimento dei rifiuti e della conseguente gestione monopolistica della fornitura di energia termica per quei quartieri riforniti dal sistema di teleriscaldamento.
Per questi e altri motivi, ben noti, La Lega Nord ribadisce le proprie perplessità alla realizzazione di un impianto la cui gestione sarà incentrata su logiche imprenditoriali e di profitto privato piuttosto che ad una reale perseguimento di una gestione dei rifiuti improntata alla riduzione della produzione, al riciclaggio spinto, ma, soprattutto, tramite la tariffazione puntuale di quanto conferito dalle singole famiglie, alla riduzione dei costi per i cittadini. Che di questi tempi sicuramente non guasta.  

Andrea Zorandi
Segretario cittadino Lega Nord Padania

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    20 Gennaio @ 11.39

    Ogni regione gestisca i rifiuti prodotti nel proprio territorio, basta a sistemi strumentali e pagati dallo stato, per arricchire lobby o clan che il problema non risolvono se non quello di arricchire alcuni amministratori ed altri. Bernazzoli ha fatto il suo tempo è oramai in ritardo, se ne vada fuori dai ..... grazie.

    Rispondi

  • Geronimo

    20 Gennaio @ 08.01

    Polemica strumentale quella del signor Zorandi che però mette in evidenza un problema anche se omette, per convenienza, di parlare delle cause che hanno portato a questa situazione, Zorandi non dice che buona parte dei rifiuti del veneto, regione amministrata dalla lega, prendono la via delle regioni del sud e soprattutto della puglia. Zorandi non dice che molti rifiuti del nord vanno legalmente per accordi tra regioni al sud tra cui lazio e Sicilia. Zorandi poi non parla, perchè preferisce evitarlo, della situazione Calabrese dove esiste un inceneritore perfettamente funzionante che basterebbe per bruciare i soli rifiuti calabresi ma dove effettivamente di rifiuti calabresi non ne va nemmeno un grammo visto che in calabria vengono bruciati rifiuti di altre regioni mentre i rifiuti dei cittadini calabresi finiscono nelle tante discariche sparse nel territorio, discariche che per effetto delle decisioni assurde del governatore scopelliti, sono al collasso avendo in alcuni casi esaurito la loro cpacità di raccolta, in altri ridotto di vari anni la loro aspettativa di efficenza poichè per fare un favore a berlusconi in occasione delle scorse elezioni ha autorizzato la raccolta dei rifiuti provenienti da Napoli. Si dice tanto contro l’inceneritore ma non si indica mai una soluzione alternativa che coniughi il rispetto dell’ambiente, quello economico e soprattutto la sua immediata applicabilità perchè purtroppo l’opzione rifiuti zero stile Vedelago non risolve il problema come è dimostrato in Veneto dove, al contrario di quello che dicono quelli del comitato GCR, non è autosufficiente

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno