19°

29°

Parma

In arrivo 39 nuove farmacie: 18 in città

Ricevi gratis le news
16

Monica Tiezzi
Diciotto  in città, ventuno in provincia: sono queste le stime delle nuove farmacie che potrebbero essere programmate sul nostro territorio in base al decreto Monti. 
In totale,  sarebbero  390 in tutta l'Emilia Romagna i nuovi punti vendita, e alcuni professionisti della nostra provincia potrebbero essere interessati a partecipare anche a concorsi di province limitrofe.
I conti li hanno  fatti  titolari di farmacia, di parafarmacia e  farmacisti collaboratori già da tempo, basandosi sulla popolazione provinciale (442.120), il numero di farmacie esistenti,  e le voci che si rincorrevano già da settimane sui nuovi criteri di distribuzione delle farmacie:  una ogni tremila abitanti.
Fra i Comuni che vedrebbero nuovi punti vendita ci sono Fidenza e Noceto (tre in ciascun comune), Collecchio, Salsomaggiore e Sorbolo (due in ogni comune), e poi - ciascuno con una farmacia - Colorno, Felino, Lesignano, Medesano, Montechiarugolo, Sala Baganza, Terenzo, Torrile, Traversetolo.  Ancora solo stime, come si è detto, ma molto vicine alla realtà.
«In attesa della stesura definitiva del decreto è d'obbligo la prudenza. Ma mi sembra che più che una liberalizzazione,  si tratti di una rivisitazione della distribuzione sul territorio delle farmacie e di una revisione dei criteri di apertura», commenta il presidente dell'Ordine dei farmacisti  di Parma, Andrea Melegari.
«Sicuramente questo decreto dà opportunità,  a chi ha finora ha lavorato in zone disagiate e rurali, di poter aprire  una farmacia in zone più appetibili. Ma bisogna anche valutare l'impatto complessivo del decreto: se    vengono aperte  troppe farmacie, si rischia di  pregiudicare la qualità del servizio. Resta poi l'incognita occupazione, poichè calerà il fatturato delle farmacie».
Quanto alla liberalizzazione degli orari, per Melegari «in Emilia Romagna la legge regionale fissa già un orario minimo di apertura, lasciando libertà di gestirlo  ai  farmacisti, ed è quanto mai attuale.  La novità sarà maggiore per altre regioni».
Per Pietro Vezzani, presidente dell'Associazione non titolari, «il decreto è positivo. Ma chi rimarrà fuori dal concorso avrà vita più dura. E le parafarmacie ancora di più, perchè non si sono vista riconosciuta la vendita dei medicinali di fascia C».
«Con questo sistema ci  saranno più farmacie,  ma  non scatterà una vera concorrenza e un ribasso dei prezzi perchè manca il doppio canale distributivo: farmacie e parafarmacie», sostiene Giuseppe Ferraù, dell'Associazione nazionale parafarmacie, per il quale la vera battaglia persa è quella della «fascia C», ossia i farmaci con obbligo di ricetta, ma a totale carico del paziente, la cui vendita veniva rivendicata dalle parafarmacie. «Per il resto, il decreto svantaggia i giovani, che saranno quelli che nei concorsi avranno minor  punteggio e minori chance. Capisco la preoccupazione dei titolari di farmacia e credo che anche a Federfarma sarebbe convenuto di più accettare l'estensione della vendita della fascia C alle parafarmacie, piuttosto che questa soluzione», conclude Ferraù. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • oberto

    23 Gennaio @ 09.58

    Piu farmacie significa meno posti di lavoro? Mi suona strano. Diciamo che piu farmacie, vuole dire piu concorrenza e vuole dire spronare i proprietari a fer il miglior prezzo possibile per il cliente ( e non per loro). Qundo un farmaco sia venduto in farmacia o in parafarmacia o in un ipermercato, da una persona laureata in farmacia e regolarmente abilitata e il punto vendita sia assoggettato ai controlli previsti per legge non vedo dove ci siano dei problemi di competenza o sicurezza, anzi penso che se mettessimo a confronto la preparazione in scienze farmacologiche di un ragazzo appena laureato, e del vecchio barone della farmacia che ha 60 anni e oltre e non molla il suo privilegio acquiusito, penso che ne vedremmo delle belle.

    Rispondi

  • bila

    23 Gennaio @ 09.00

    Io sono per la liberalizzazione totale....cioè ogni negozio potrebbe avere la licenza di vendere tutto, dal farmaco alla brugola, dall'ostia per la messa al gratta e vinci.... a discrezione del venditore. Questa sì è libera concorrenza.

    Rispondi

  • mirko

    22 Gennaio @ 20.47

    ma se i prezzi dei farmaci sono fissi ed imposti dalle case farmaceutiche che cosa cambia? li regalano da adesso in avanti? daranno lavoro ad un centinaio di persone a Parma e provincia? che fenomeno Monti ... dopo questa si andrà avanti meglio

    Rispondi

  • bibi

    22 Gennaio @ 20.40

    Anzichè aumentare le farmacie il sig Monti dovrebbe controllare i prezzi dei farmaci. Io prendo regolarmente un farmaco che in Italia costa 40 euro, in Portogallo 5,85 e in Albania 3 euro. Parlo dello stesso identico farmaco ovviamente. Il Governo dovrebbe intervnire su queste cose anzichè mettere in competizione le farmacie che più di quel tanto non possono scendere dal prezzo imposto dalle case farmaceutiche.

    Rispondi

  • LC

    22 Gennaio @ 20.05

    Ricordo uno studio (Garattini L, Motterlini N, Cornago D. Prices and distribution margins of in-patent drugs in pharmacy: a comparison in seven European countries. Health Policy. 2008 Mar;85(3):305-13. Epub 2007 Oct 10) in cui si evidenzia che in Italia vi è il prezzo del farmaco, all' uscita dalla fabbrica, più basso. Poi, tra grossisti e farmacisti, il costo poi però si impenna! L' unica soluzione è aumentare la concorrenza. Ricordarsi che all' estero vi sono i farmaci da banco che sono venduti nei supermercati, con logiche altamente concorrenziali! Si dovrebbe quindi potenziare corners, parafarmacie e farmacie (che oggi sono simili a piccoli supermercati d'elitè e dove puoi trovare tutte le creme da trucco, ma che poi ti dicono che del farmaco di cui hai bisogno, hanno solo una scatola... e se si ritorna al pomeriggio, può procurare l' altra!).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Manovra

Di Maio: "Il reddito di cittadinanza solo agli italiani". E Salvini applaude

1commento

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse