19°

30°

Parma

Il Gcr: "La Commissione Europea pretende spiegazioni sull'inceneritore"

Ricevi gratis le news
8

"L'infrazione è numerata, 4003/2001, e rappresenta l'ennesimo inciampo sull'esito finale della costruzione dell'inceneritore di Parma. La data è del 24 novembre 2011". Così inizia il comunicato stampa diffuso dall'associazione gestione corretta rifiuti e risorse, che riportiamo. 
"Michel Barnier, membro della Commissione Europea, stila 3 paginette secche e pregne di quesiti, ma anche dense di conclusioni. Il destinatario è il ministro degli Esteri Giulio Terzi di Sant'Agata, ma la matassa riguarda Parma, il forno inceneritore, ma anche gli affidamenti a Iren per quanto riguarda la gestione della raccolta dei rifiuti nelle terre emiliane: Piacenza, Parma, Reggio. Poche parole per ribadire la carenza di chiarezza da parte dell'Italia su questi delicati temi, che hanno a che vedere strettamente con la libera concorrenza di mercato e la definizione di azienda quotata in Borsa come è Iren, con le relative capacità di controllo e indirizzo da parte degli enti locali, soci in parte della stessa. Il documento è ovviamente sul tavolo di decine di amministrazioni locali da ormai 2 mesi, ma l'imbarazzo trasmesso ai primi cittadini è tale da aver fatto rimanere queste carte ben riposte negli oscuri gangli delle amministrazioni locali. Oggi ne presentiamo copia per dare modo all'opinione pubblica di rendersi finalmente conto della posta in gioco, e di come stia volgendo al termine la vicenda dell'inceneritore di Parma". (Il documento si può scaricare in fondo a questo articolo).
"Per la Ue risulta che il comune di Parma abbia affidato ad Iren la costruzione di un inceneritore per un valore di circa 315 milioni di euro e non 193 milioni come in più occasioni dichiarato dall’amministratore delegato Andrea Viero (...) Sempre la Ue sottolinea che per appalti e concessioni al di sopra di 4 milioni 845 mila euro è necessaria gara di appalto per garantire concorrenza, non discriminazione, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità, mutuo riconoscimento, in rispetto alla direttiva 18/2004. Quindi l'appalto del forno è un buco nero in sfregio a tutte le più elementari norme comunitarie volte a garantire la concorrenza e il libero mercato (e Monti ne sa qualcosa, visto che vinse sul colosso Microsoft la nota battaglia del secolo scorso sulla posizione predominante di mercato dell'azienda di Bill Gates). La seconda nota della Commissione riguarda la totale assenza di controllo da parte dei comuni sulla gestione di Iren, che risulta a tutti gli effetti una società quotata in Borsa, libera di rispondere solo alla maggioranza costituita degli azionisti, senza interferenze esterne. La terza sottolineatura riguarda la composizione societaria di Iren Emilia il cui controllo non è totalitario da parte di Iren ma solo parziale, con l'intervento di società terze che nulla hanno a che fare con i comuni interessati al servizio. Fatte le premesse l'Italia si trova quindi in infrazione palese delle norme comunitarie essendo in violazione degli articoli 28, 35, 36 e 56 della direttiva 18/2004. La Commissione invita così il governo italiano ad una pronta risposta entro 60 giorni (la missiva è del 24 novembre), quindi entro il 24 gennaio su 3 temi fondamentali. Durata e valore economico di tutti i contratti in essere con Iren. Modalità seguita per vendere in concorrenza le azioni di Iren (che era società pubblica). Preciso valore economico e stato di attuazione dell'inceneritore di Ugozzolo. La risposta italiana non si è fatta attendere: “Chiediamo altri 30 giorni di tempo!” La melina ora sta giungendo a termine. Entro il 24 febbraio i giochi saranno fatti e la Ue non attenderà oltre. I quesiti hanno come destinatari tutti i comuni delle province di Parma, Reggio Emilia e Piacenza che hanno contratto con Iren. Una cifra non indifferente: 130 circa tra le tre provincie. Una moltitudine di sindaci che stanno pensando, pensando, pensando. Sollecitati dalla Presidenza del Consiglio italiana, che pretende in tempi utili circostanziate risposte per poter dare a sua volta corso alle precisazioni richieste dall'Europa. Sit-Com Inceneritore, una passione fumigante. La saga continua."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    24 Gennaio @ 20.40

    Gabriele, da anni Iren ha corretto il costo dell'inceneritore ma il comitato si guarda bene dal dirlo

    Rispondi

  • francesco

    24 Gennaio @ 20.12

    Secondo avvertimento da parte dell'Europa ORA BASTA!!! Basta giocare con i soldi della gente, ma sopratutto con la salute della nostra generazione e di quelle che verranno. L'inceneritore di parma è l'ennesima dimostrazione di incapacità, irresponsabilità e scelleratezza dell'intera classe politica sia di destra (vignali, villani & c) che di sinistra (bernazzoli, errani & c). Propongo che in caso di infrazioni comminate dall'UE siano proprio questi personaggi (che di politica sanno ben poco..ma di affari /malaffari se ne intendono) a pagare di tasca propria insieme ai nostri cari amici di Iren.. Infine propongo anche una bella class action da parte dei cittadini.

    Rispondi

  • oberto

    24 Gennaio @ 15.50

    Probabilmente sono le stesse spiegazioni che chidono anche molti della zona di Parma!!! A questi mi pare non le hanno date o comunque molto sommarie , vediamo se le danno almeno alla commissione europea.

    Rispondi

  • Matteo

    24 Gennaio @ 14.28

    Cicero pro domo sua. Così possiamo leggere i commenti dell'orwelliano CGCR in merito alla vicenda Iren. Vale la pena osservare che il chiarissimo documento non entra nel merito termo valorizzatore in quanto alla necessità dello stesso, ma sindaca la scelta di IREN quale soggetto incaricato della sua realizzazione, al netto di una procedura di cui qualcuno dovrebbe rispondere in sede legale. Ovvero: la partita, caro CGCR non è affatto prossima alla conclusione, ma semplicemente (e questo è un vostro merito) sono emerse falle enormi nella pregressa gestione comunale e provinciale (ma va?) che dovranno essere coperte. Ovvero: nella migliore (per voi) ipotesi, la realizzazione dell'impianto non sarà annullata, ma rinviata previa esecuzione nuova gara. A meno che non vinca il vostro Rossi, che in quel caso potrebbe annullare il tutto senza dover pagare la famosa penale... In appello. Cioè : grazie di aver svelato il pentolone, ma diamo le informazioni corrette.

    Rispondi

  • Gabriele

    24 Gennaio @ 13.42

    Ma se la UE dice che l'inceneritore costerà 315 milioni e Viero afferma 193 dove sta la verità? L'impianto per legge dovrà essere ripagato con le bollette dei cittadini. Quindi? Chi è che può far luce su questa lieve discrepanza?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La Polonia ha perso, ma le sue tifose (sugli spalti) hanno vinto Gallery

Bellezze...mondiali

La Polonia ha perso, ma le sue tifose (sugli spalti) hanno vinto Gallery

Filippo Magnini e Giorgia Palmas: «Ci sposiamo, il matrimonio sarà sulla spiaggia in Sardegna»

gossip

Filippo Magnini e Giorgia Palmas si sposano: «Cerimonia in spiaggia in Sardegna»

Sondaggio: qual è il miglior bar di Parma per l'happy hour?

GAZZAFUN

Sondaggio: 10 ristoranti di mare di Parma e provincia, vota il migliore!

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pagamento degli stipendi: niente contanti dal 1° luglio

L'ESPERTO

Pagamento degli stipendi: niente contanti dal 1° luglio

Lealtrenotizie

Gravissimo incidente nella notte: scontro auto-moto in via Burla

PARMA

Gravissimo incidente nella notte: scontro auto-moto in via Burla, si cerca un'auto pirata

Rapina in villa

«Nitro» e il suo fiuto infallibile: ritrovata la pistola

MEDESANO

Moto contro capriolo: grave 50enne nocetano

Palacassa

Da Borgotaro con il bimbo da allattare

SCUOLA

Il tema della Maturità: Giorgio Bassani (Il giardino dei Finzi Contini), De Gasperi e Moro

I volti della solitudine per il componimento di Arte

Sotheby's

All'asta i gioielli dei Borbone Parma

Mostra

Si alza il sipario sui tesori del Teatro Farnese

calcio

Abbonamenti, superata quota mille. Lucarelli sarà "club manager" del Parma Video

L'amministratore delegato Luca Carra ne ha parlato a Palla in Tribuna Tv

BALLOTTAGGIO

Salso, faccia a faccia Volpicelli-Fritelli

ROCCABIANCA

Sventata la truffa del falso resto. Coppia allontanata

serie A

Caso sms, il Parma trema: non è scontata l'archiviazione. Anzi

7commenti

Unione Industriali

Figna: «Come affrontare le sfide del futuro»

Palacassa

Circa 3.500 persone al concorso per operatore socio sanitario Foto - Videointerviste

1commento

NOMINE

Quella mail che inguaia Pizzarotti: il sindaco indagato per abuso d'ufficio

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

DEA BENDATA

Gioca 2 euro e vince una casa nuova

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Salvini dal Papa con Vangeli e rosario

di Vittorio Testa

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Armanda» una gita per la tradizione della Liguria

ITALIA/MONDO

NEW YORK

Chiudono 150 Starbucks, crollo in Borsa

droga

Maxirissa in centro a Pisa: "guerra" tra bande di pusher

1commento

SPORT

calcio

Match con il Palermo e polemiche: 2 turni di porte chiuse al Frosinone Video

lutto

E' morto Sergio Gonella, arbitrò la finale mondiale del '78

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Gattini in cerca di casa Foto

IL VINO

100% barbera per il Nizza Docg: il «Generala» 2014 è un sogno

MOTORI

IL TEST

Guida autonoma? Non proprio, per ora è meglio Nissan ProPilot

PROVA SU STRADA

Peugeot 3008 1.6 BlueHDi, al volante del Suv del Leone

2commenti