16°

28°

Parma

Thomas, dopo l'uscita di strada il "frontale" con l'assicurazione

Thomas, dopo l'uscita di strada il "frontale" con l'assicurazione
Ricevi gratis le news
1

Roberto Longoni

Una strada di montagna, verso Campora, una curva a sinistra, di quelle che sembrano non finire. Quasi un tornante. La Peugeot 106 l'imboccò  senza completarla: forse le ruote finirono sulla ghiaia a bordo della carreggiata, forse ci fu una manovra sbagliata. O forse di sbagliato c'era solo la velocità: l'utilitaria si girò, per schiantarsi con la parte anteriore destra contro un terrapieno. Il ragazzo al volante uscì illeso dall'incidente. Chi sedeva al suo fianco, invece, non ne è ancora uscito. Thomas Stefanelli ogni giorno deve farci i conti: per come cammina, per come deve fare attenzione - lui, operaio per un'impresa che costruisce impianti di  distribuzione di carburante - a sollevare i pesi, per come respira (l'impatto gli ha fatto rientrare la parte destra del naso). Il medico legale ha riscontrato un'invalidità del 25 per cento. In realtà, le conseguenze dell'incidente del 19 giugno del 2009 non sono ancora del tutto note («devo sottopormi a  una risonanza alla schiena»). Una curva, e la strada per un ragazzo allora ventunenne, non è più stata quella di prima: da allora è in salita. «Ero uno sportivo, un pugile. Ero estroverso, uno dei più spigliati in compagnia. Ora, lavoro e sto in casa». Con un altro incidente deve fare i conti Stefanelli. Un «frontale» con l'assicurazione dell'auto sulla quale viaggiava. «Si rifiuta non solo di corrispondere l'indennizzo previsto ma anche di applicare la legge, che in ogni caso la obbliga a pagare almeno una parte del danno - spiega Filippo Greci, presidente del Movimento nuovi consumatori al quale il giovane s'è rivolto -. La scusa accampata dall'assicurazione? Quella che Thomas non avesse la cintura allacciata. Una circostanza smentita dal fatto che i carabinieri non hanno elevato alcuna multa per questa infrazione. Anzi, dal loro rapporto risulta che lo hanno trovato svenuto e con la cintura ancora allacciata». Il giovane ricorda appena quella curva. «Stavo scrivendo un sms - racconta -.  Ho alzato un attimo gli occhi, ma concentrato sul messaggio, per poi tornare a guardare la strada». Stefanelli ricorda d'essere andato a sbattere con la parte destra del volto contro il finestrino. O è forse stata l'auto, del tutto rientrata dalla sua parte, a finirgli contro. A dare l'allarme al 118 fu l'amico, che subito capì quanto fosse grave Thomas, privo di conoscenza, con il volto coperto dal sangue.  Il ferito raggiunse il Maggiore su un'ambulanza un'ora e mezza dopo. «Ho un vago  ricordo di me che parlo con il chirurgo che mi ricuce la faccia - racconta il giovane -. Ma c'è voluto un giorno, perché mi risvegliassi e mi rendessi davvero conto di quanto era accaduto». Dal lungo referto, oltre alle lesioni varie,  spiccano soprattutto le fratture al volto  e quella, scomposta, al piede destro. Dieci giorni d'ospedale. Tre mesi di gesso, sei di malattia (con lo stipendio ridotto del 30 per cento); in farmaci, esami e visite se ne sono andati 4.410 euro. «E' un terzo di quanto guadagno in un anno - allarga le braccia Stefanelli -.  Ora devo sottopormi a una serie d'operazioni al piede: ci vorranno almeno 10 mila euro. Devo aspettare». Per ora, si va avanti con i plantari («che costano 180 euro l'uno e vanno sostituiti con una certa frequenza»), gli antinfiammatori e gli antidolorifici. Ci vorrebbero anche i calmanti per la rabbia venuta con quel fax del 12 ottobre scorso, quando l'assicurazione, oltre due anni dopo l'incidente, ha negato l'indennizzo  e ha chiuso a ogni ipotesi di trattativa, perché a suo dire Thomas viaggiava senza cintura. «Un fax che non ha precedenti: c'impegneremo a farlo pagare caro a chi l'ha inviato - dice Greci -. Anzitutto, perché è arrivato oltre i 90 giorni previsti dalla legge per le risposte delle visite medico-legali. Già per questo l'Isvap prevede una sanzione. Poi, le affermazioni dell'assicurazione si basano su quanto stabilito dal suo medico-legale che non è un tecnico cinematico. Noi la nostra perizia cinematica l'abbiamo fatta fare al computer da uno specialista del tribunale. E l'esito è che il ragazzo indossava la cintura. In ogni caso, l'articolo 141 del Codice delle assicurazioni prevede che anche senza cintura  almeno la metà dell'indennizzo andava corrisposta. Oltre ai danni per intero, chiederemo una somma a titolo di danno punitivo, che la legge prevede in caso di lite temeraria. Inoltre, con questo comportamento, ci sono anche gli estremi per i danni morali ai genitori di Thomas. Saranno tempi lunghi, ma gli interessi  saranno calcolati a partire dal giorno del sinistro. Non cederemo finché non avremo una sentenza. Di questo l'assicurazione può star sicura».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    04 Febbraio @ 12.33

    Diteci il nome della sociètà assicuratrice !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Foto d'archivio

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

3commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Radio Colonia

La Germania pensa di espellere gli italiani senza lavoro

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

1commento

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"