13°

28°

Parma

Ascensore in tilt: aula "off limits" per il prof disabile

Ascensore in tilt: aula "off limits" per il prof disabile
Ricevi gratis le news
4
Altra disavventura per Carmelo Tripodi, il professore del liceo Marconi che dopo il terremoto era rimasto in classe per un’ora, perché impossibilitato a scendere, per problemi di deambulazione. Martedì scorso l’ascensore che lo porta alla sua classe al primo piano ha avuto un guasto ed è dovuta intervenire l’assistenza pubblica per farlo «salire» in classe e in cattedra.
Tripodi, che cammina con le stampelle, si è trovato davanti all’ascensore guasto. La scuola ha chiamato i tecnici, ma sono stati più veloci i volontari della pubblica. «Non ho niente contro il Marconi, anche nelle altre scuole di Parma in cui ho insegnato ho avuto problemi di questo tipo - dice il docente di letteratura inglese - Ci vuole però una presa di coscienza, ci vuole più attenzione da parte delle istituzioni, perché ciò non avvenga più». 
«Il professore ha mia comprensione e solidarietà, - dice il preside del Marconi, Antonio Attanasi - Quello che la scuola può fare l’ha fatto, ha messo gli stalli, ha un ingresso dedicato. Non è stato possibile spostare le sue classi al piano terra, perché la struttura non lo consente». (...)

L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Iose

    11 Febbraio @ 16.48

    Non credo si tratti di ricerca di scoop, sicuramente non si tratta di un evento eccezionale, ma la reiterazione dei disagi richiede necessariamente una riflessione su come le istituzioni applicano la normativa sulla sicurezza. Non è possibile che vi siano sedie "nuove" che all'improvviso si rompono, piani di cattedre che si staccano, persone disabili che non vengono tempestivamente supportati nelle situazioni di emergenza, piani di evacuazione (che richiedono non solo la segnalazione di allarme, ma soprattutto una mappa per la ricognizione dei bisogni speciali) che funzionano solo sulla carta, addetti alla sicurezza e al primo soccorso non formati ... E' vero, forse non si può costruire un'intera scuola dislocata tutta su un piano terra, ma è certo che l'istituzione deve tener presenti le necessità del personale (studenti e/o docenti) e pianificare la sistemazione delle aule ai piani ritenuti più comodi, come sancito dalla normativa vigente... E' facile giudicare quando i problemi li vivono gli altri, non è possibile che a "subire" siano sempre e solo i più deboli!

    Rispondi

  • Sara

    10 Febbraio @ 15.20

    Mi sfugge il senso dell'articolo. Premesso che è sacrosanta la richiesta di eliminazione delle barriere architettoniche, mi sembra di capire che questa scuola sia dotata di ascensore per consentire al professore di raggiungere la sua aula. Poiché non si può pensare di costruire un liceo interamente a piano terra, rimane il rischio, ragionevolmente contenuto, credo, che l'ascensore si guasti. Il ricorso ad aiuti alternativi, come l'Assistenza Pubblica, è del tutto eccezionale. Non mi sembra un caso di incuria o di insensibilità da parte delle istituzioni nei confronti della disabilità, ma un evento che sta nell'ordine delle cose che possono accadere. Mi piacerebbe capire che soluzione auspicherebbero gli interessati in questo caso. "Ai miei tempi", quando mi sono iscritta in prima liceo, in classe con me c'era una compagna in carrozzella. La scuola aveva gli scalini sia in ingresso che per accedere alle classi, situate dal primo piano in su. Nel giro di 3 mesi ricordo che la scuola aveva attrezzato la scala con una pedana mobile. Nel frattempo era stata approntata una pedana fatta con assi di legno, certo non il massimo... ma i miracoli non li fa nessuno e, di fronte alla buona volontà di un istituto che desidera consentire a tutti di partecipare alle lezioni, un attimo di pazienza e di collaborazione credo che non guasti.

    Rispondi

  • Maganuco

    10 Febbraio @ 09.51

    Credo che occorra un po' di sensibilità a tutto ed in specialmodo a chi ha problemi di questo tipo che ne limitano l'autonomia in certe situazioni. Ovviamente proprio perchè sono situazioni occasionali bisognerebbe non gridare allo scandalo tutte le volte ed additare le istituzioni o cercare lo scoop.

    Rispondi

  • andrew

    10 Febbraio @ 09.50

    Tripodi è troppo educato e troppo buono. Io sono stato un suo allievo circa nove anni fa e questi problemi c'erano, nella scuola in cui insegnava. possibile che in tutti questi anni nulla sia cambiato? Vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

IL FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Incendio in una ditta di luminarie natalizie. Il Comune: "Chiudete le finestre"

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno