14°

26°

Parma

Suore di clausura: dietro le grate ma vicine al mondo

Suore di clausura: dietro le grate ma vicine al mondo
Ricevi gratis le news
1

La preghiera come scopo di vita. Le monache di clausura Carmelitane Scalze del monastero di via Montebello, dedicano la loro esistenza ad un continuo dialogo con Dio, trascorrendo la maggior parte del tempo nel silenzio e nella solitudine. La grata che le divide dall’esterno consente alle suore di aprirsi totalmente al mondo tramite la fede in Cristo. La loro testimonianza di vita, divisa tra preghiera, lavoro, riposo e scandita dal suono della campana, da sempre assume un profondo significato e trova grande rispetto anche da parte di chi non crede. «In clausura - spiega una monaca - iniziamo a fare ciò che faremo per tutta l’eternità, ossia stare in compagnia di Dio. Lo scopo della nostra vita è pregare e chi crede nella preghiera, crede anche nel servizio e nel valore della nostra esistenza». Pregare ha anche un valore «apostolico - precisa - perché significa stare davanti al Signore per tutti». Le Carmelitane Scalze ogni giorno pregano per tutto il mondo. «Le nostre preghiere - spiegano le suore - sono di carattere universale. Certo, ci sono giorni dedicati a intenzioni specifiche, ma il fine ultimo è pregare per il mondo». Attualmente vivono nel monastero di via Montebello 12 suore, tutte di età piuttosto avanzata. La crisi di vocazioni si fa sentire anche in clausura. «Oggi ciò che spaventa di più è la parola sempre - sottolinea una monaca - in una società in cui tutto è provvisorio e così ricca di attrattive materiali è difficile anche per un credente pronunciare un sì definitivo». La storia delle carmelitane è millenaria e il monastero di Parma ha radici molto antiche. Fondato nel 1635, quasi quattro secoli persecuzioni, pestilenze, bombardamenti, soppressioni non sono mai riuscite a estinguere la vita della comunità, che continua ininterrottamente a offrire la sua testimonianza di preghiera silenziosa e nascosta. Nel corso dei secoli la vita delle suore di clausura ha subito dei cambiamenti, rimanendo però sempre fedele alla tradizione monastica. La sveglia, alle 5,30, anticipa le prime tre ore di preghiera della giornata (orazione, lodi mattutine, messa e ora terza). Il resto del giorno è basato sull’alternanza tra preghiera e lavoro (confezionamento degli abiti delle suore, preparazione della biancheria d’altare, cura del giardino, dell’orto e della cucina). Gli unici momenti di conversazione comunitaria avvengono dopo pranzo e dopo cena. Il resto della giornata trascorre nel silenzio, ad eccezione di Pasqua, Natale e delle giornate di festa. Le suore non hanno quindi particolari fonti di reddito e vivono soprattutto grazie alla provvidenza. «La nostra prima fonte di guadagno - afferma una suora - è la parsimonia e la cura nell’utilizzo di ogni cosa. Riceviamo poi la pensione dello Stato e le offerte sia in denaro che in generi alimentari di benefattori, in parte anonimi, per cui preghiamo ogni giorno». Vivere in povertà significa vivere con dignità. «Povertà non vuol dire miseria - rimarca una monaca -, ma vivere una esistenza dignitosa, sullo standard delle persone del luogo in cui si vive. La povertà deve essere anche interiore e significa essere distaccati dai nostri beni materiali». L. M.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    11 Febbraio @ 22.38

    Dov'è la notizia ? Non vi pare che i giornali DIOCESANI abbiano già abbastanza problemi, senza avere anche la concorrenza della Gazzetta ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Ballottaggi

Urne aperte a Salso e in 74 comuni Italiani: si vota fino alle 23

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

12Tg Parma

Ladri scatenati a Felino: settimana di furti in paese

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri Video

PARMA

Lauryn Hill entusiasma la Cittadella: le foto della serata

agenda

E' il sabato di San Giovanni, ecco tutte le tortellate (e non solo)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Censimento dei rom e schedature più urgenti

di Filiberto Molossi

6commenti

EDITORIALE

Contro il Parma il più assurdo dei processi

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

Superenalotto

Esce il 6: vinti oltre 51 milioni di euro

SPORT

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

FORMULA UNO

Mercedes davanti a tutti: non è solo questione di gomme

SOCIETA'

cultura

E' morta Chichita, la moglie di Italo Calvino

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse