17°

27°

Parma

Scuola Racagni: nuovi danni dopo il terremoto

Ricevi gratis le news
0

Enrico Gotti

Dopo le due forti scosse di terremoto la situazione della scuola Racagni si è aggravata. Non ci sono stati crolli, ma sono cadute parti di intonaco dal soffitto e sono aumentate vistosamente le crepe. Anche il pavimento, che al secondo piano era sconnesso, si è ulteriormente rigonfiato. Molte famiglie si sono domandate, nei giorni scorsi, cosa sarebbe successo se la scuola non fosse stata chiusa d’emergenza a dicembre. Inizialmente, il Comune aveva deciso di spostare le classi alla fine dell’anno scolastico, a giugno. Ma dopo ennesime segnalazioni di pericolo da parte dei genitori e una relazione dettagliata dei vigili del fuoco, il commissario straordinario Ciclosi ha deciso di anticipare i tempi. Durante le vacanze di Natale si è svolto il trasloco record di sedie, banchi, libri e lavagne. Le classi della scuola elementare Racagni sono ora ospitate nella scuola Cocconi, in Oltretorrente, e nella Corazza, in via fratelli Bandiera. «E se viene il terremoto o una nevicata?» era la preoccupazione ricorrente dei genitori e degli insegnanti della Racagni, prima dello spostamento. Sono arrivati entrambi. Uno dopo l’altro. Le scosse del 25 e del 27 gennaio non hanno provocato crolli, ma hanno peggiorato la situazione di un edificio già in condizioni critiche. Nel novembre dell’anno scorso, i vigili del fuoco avevano segnalano numerosi problemi: «Evidenti segni di lesione della facciata lato via Bocchi, riconducibile ad un leggero cedimento della fondazione. Il piano interrato ha subito infiltrazioni d’acqua che potrebbero aver influito sulla resistenza dei materiali. Le infiltrazioni d’acqua piovana hanno danneggiato il tetto in latero-cemento e travi e non è possibile escludere nel breve cedimento localizzato» avevano scritto i pompieri. I problemi alla scuola del quartiere Pablo, costruita negli anni ’50, erano noti da tempo. Nel 2009 Giorgio Aiello, nominato assessore ai lavori pubblici, aveva dato un incarico a professori universitari perché redigessero una perizia tecnica sulla reale situazione della scuola Racagni, per poter intervenire. L’esame della situazione aveva portato l’assessore ad annunciare ai genitori, nel 2010, che la scuola sarebbe stata demolita e ricostruita. La stessa impostazione è arrivata dal commissario: meglio rifare la struttura, che intervenire con opere di manutenzione straordinaria. In questi giorni i tecnici del Comune hanno fatto un sopralluogo nell’edificio, ormai vuoto. La Racagni è stata l’ultima scuola ad essere visitata. Dal sopralluogo è emerso che le crepe, già larghe più di un centimetro, fra diversi corpi del fabbricato, sono aumentate vistosamente. I tecnici hanno inoltre registrato la caduta di una larga porzione di intonaco dal soffitto e rigonfiamenti nel pavimento che porta alle classi. 
Il commissario ai genitori: «A breve partirà la gara d'appalto» Un gruppo di genitori e insegnanti della Racagni ha incontrato il commissario Ciclosi. «Siamo stati ricevuti dal commissario al quale avevamo chiesto un incontro per avere rassicurazioni sulla sorte della scuola - spiega Elisabetta Giannossi, insegnante della Racagni -. Il Commissario ci ha garantito che la scuola Racagni sarà ricostruita esattamente dove si trova. Inoltre ci ha comunicato che il progetto è già stato fatto e depositato agli atti. A breve partirà la gara d’appalto». «Comunque, indipendentemente da questo, in qualità di insegnante della scuola Racagni - dice la Giannossi - posso solo assicurare e tranquillizzare i genitori delle future classi prime che il nostro percorso formativo procede e procederà come abbiamo sempre fatto. Vantiamo un passato ricco di esperienze e di professionalità docente, la nostra offerta formativa è attenta a tutti i bisogni dei nostri alunni e non sarà certo la dislocazione in un altro edificio che ci farà perdere la nostra identità». Docenti e preside lanciano un appello, affinché i genitori non iscrivano i figli ad altre scuole, preoccupati del trasloco che c’è stato. «Io insegno in una classe prima e devo confermare che i miei piccoli alunni, ma come tutti gli altri, non hanno subito alcun trauma nel cambiar scuola - afferma l’insegnante -: i disagi dei primi giorni sono ormai lontani».e.g.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Un disperso nella zona di Albareto: soccorritori al lavoro

Il Soccorso alpino: foto d'archivio

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

2commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

PARMA-CAGLIARI

Oggi ci vorrà un Parma da battaglia

Segui gli aggiornamenti in tempo reale dalle 15

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

8commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"