16°

29°

Parma

Lotta allo smog: blocco del traffico allargato e porte chiuse nei negozi?

Lotta allo smog: blocco del traffico allargato e porte chiuse nei negozi?
Ricevi gratis le news
27

A partire dai primi giorni di marzo il Comune introdurrà nuove misure contro lo smog, dopo i numerosi "sforamenti" del livello delle polveri sottili (pm10) nei giorni scorsi. Sono allo studio diversi provvedimenti: per decidere quali mettere in pratica, l'amministrazione del commissario Ciclosi ha annunciato un sondaggio on line per ascoltare l'opinione dei cittadini. Il Comune, ha detto Ciclosi, sta lavorando a «un progetto per migliorare la qualità dell'aria e tutetlare la salute pubblica, un bene essenziale sul quale non possiamo fare sconti». Nello stesso tempo però Ciclosi aggiunge che «dobbiamo intervenire senza creare problemi ai cittadini».

«L’Amministrazione sta conducendo da tempo diverse iniziative per il contenimento dell’inquinamento dell’aria - dice una nota del Comune - prime fra queste i numerosi interventi per l’incentivazione all’utilizzo di mezzi alternativi all’auto privata per gli spostamenti urbani, come il maggior utilizzo del trasporto pubblico locale, l’utilizzo di car e bike sharing, i piani di spostamento casa-lavoro nell’ambito delle politiche di mobility management in corso con aziende ed enti del territorio. Fondamentali, in tal senso, anche le azioni per il bollino blu e per l’incentivazione alla trasformazione degli impianti da benzina a gas metano e gpl su auto private, il progetto Icbi - Iniziativa carburanti basso impatto, di cui Parma è capofila a livello nazionale».
Da fine ottobre 2011 e fino al 31 marzo, inoltre, è attiva l’ordinanza di limitazione al traffico veicolare nei giorni feriali all’interno delle tangenziali per i veicoli pre-euro, ed è stata anticipata al 1° dicembre l’ordinanza regionale per la limitazione al traffico del giovedì nell’area del centro storico.

«Ora, il Comune, tra gli altri interventi in via di definizione - continua la nota - intende proseguire e incrementare le azioni di limitazione al traffico veicolare, nel solco di quanto stabilito a livello regionale con l’Accordo sulla Qualità dell’Aria e quanto indicato nel piano provinciale di tutela dell’inquinamento atmosferico. Pertanto, la limitazione al traffico veicolare, oltre a rimanere in vigore al giovedì con le modalità consuete, potrebbe essere estesa alla domenica e su un’area più vasta del centro storico. Il Comune sta verificando i criteri operativi a seguito di una consultazione con Ausl, Arpa, Università, Ordine dei Medici Ascom, Confesercenti, Agenzia Parma Energia, Legambiente».

I provvedimenti che il Comune sta studiando per ridurre lo smog, in base a quanto reso noto dal Comune:
Blocco del traffico. Si sta valutando di estendere il blocco del traffico, che attualmente viene effettuato ogni giovedì, anche alle domeniche di marzo in un’area più ampia rispetto a quella del giovedì. Rimarrà sempre la possibilità di raggiungere i parcheggi in struttura (Toschi, Goito, Barilla, Duc, Dus). Nello specifico, il perimetro interdetto al traffico potrebbe essere quello dell’area interna alle tangenziali.

Parcheggi a prezzo ridotto per tutta la giornata. L’Amministrazione si sta attivando per agevolare la sosta nei parcheggi Toschi, Goito, Barilla, Duc e Dus con un biglietto giornaliero a un costo agevolato.

Incentivi per l’uso del mezzo pubblico. L’obiettivo è quello di agevolare gli spostamenti dei cittadini nelle domeniche interessate dal blocco del traffico, intensificando le corse degli autobus sul percorso urbano, con una frequenza di passaggi uguale a quella dei giorni feriali, e si potrà viaggiare sugli autobus con un biglietto unico giornaliero del costo di 1,20 euro.

Sondaggio on line. Per conoscere il parere della cittadinanza sulle nuove misure antismog, il Comune inoltre provvederà a effettuare un sondaggio on line, attraverso il quale coinvolgere i parmigiani.

Altri provvedimenti allo studio:
* riduzione orari e temperature riscaldamento in uffici pubblici, negozi, ecc.
* intensificazione dei controlli sulle caldaie (bollino blu) e contestuale riduzione dei costi con il supporto di Parma Energia
* divieto del mantenimento delle porte aperte negli esercizi commerciali
*  varchi attivi in orari notturni dalle 23 alle 3; dal 6 marzo ripristino varchi attivi al sabato pomeriggio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Frank

    19 Febbraio @ 09.57

    Per scoraggiare i parmigiani all'uso dell'auto ci vorrebbe il servizio pubblico gratuito, come accade in alcune città europee. Ciò è stato proposto da un candidato alle primarie, ma l'idea è stata definita irrealizzabile. Invece con una spesa ridotta si educherebbero i ricchi ad usare di più il mezzo pubblico e i poveri avrebbero a fine mese 40/50 euro in più in tasca. Questo è l'unico modo per ridurre il traffico privata, rendere molto conveniente quello pubblico!

    Rispondi

  • betti

    18 Febbraio @ 21.07

    per me ci sono troppe criticità troppo poca equità in questo piano: 1) penalizzazione dei residenti che non potranno circolare 2 giorni alla settimana. 2) penalizzazione dei residenti con auto euro 0 che potranno circolare solo 1 giorno alla settimana 3) nuovi costi con il bollino blu che graveranno in modo disuguale sui bilianci familiari 4) si crea la necessità di acquistare auto nuove che non tutti possono permettersi (me compresa) 5) crea disparità tra i cittadini a livello economico 6) in centro non è permesso installare pannelli solari o fotovoltaici 7) i mezzi pubblici sono un disastro e dopo le 20 è impossibile viaggiare potrei continuare ma presferisco fermarmi qui

    Rispondi

  • pier

    18 Febbraio @ 20.25

    Monica quindi la tua caldaia non inquina perchè fai il bollino blu? ANDIAMO BENE! Continuiamo a farci prendere per i fondelli e continiamo a farci spillare soldi con soluzioni che non risolvono i problemi.....Ma quanto può inquinare una caldaia da 20 kcalorie che funziona a gas metano?Molto meno di un\'automobile che potrebbe,a causa di perdite varie,bruciare olio o liquido refrigerante....Il metano bruciando non produce polveri sottili,produce CO2 e NOx,sia che la caldaia sia a condensazione o no (nel primo caso cambia solo la temperatura dei fumi).Quindi se l\'inquinamento riguarda le polveri sottili il problema è legato alla combustione di benzina e gasolio.Imponiamo l\'obbligo di convertire tutti gli impianti a di riscaldamento esistenti che funzionano a gasolio o derivati a metano,limitiamo l\'uso di pallet e camini a legna in città.Cominciamo a utilizzare per il trasporto delle merci le navi e i treni al posto dei camion,Incrementiamo il verde nei parchi cittadini e lungo i viali.Queste sono piccole soluzioni che possono in parte alleviare il problema.Permettere di inquinare dietro l\'esborso di tasse o balzelli non fa diminuire l\'inquinamento I soldi non si possono respirare...

    Rispondi

  • pier luigi

    18 Febbraio @ 19.08

    diteglielo: alla domenica le righe blu sono 'agratis' capito mi hai ?

    Rispondi

  • pattonale

    18 Febbraio @ 18.49

    «I blocchi emergenziali del traffico? Non servono a nulla». A dirlo non è un qualsiasi automobilista arrabbiato per il regime di limitazioni anti-smog, ma Enzo Lucchini, presidente dell'Arpa, l'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente della Regione Lombardia in una intervista al Corriere. E non vorremo dire che non ha titolo per parlare, spero. «Una giornata di blocco del traffico – ha proseguito nell'intervista– permette di eliminare soltanto una tonnellata di polveri sottili sulle 32 emesse quotidianamente in Lombardia. Per farla semplice, incide sull'1,5% del Pm10 giornaliero». Secondo il presidente dell'Arpa, si tratta di un riduzione troppo lieve, incapace di influire davvero sulla qualità dell'aria. L'unica ricetta efficace, secondo Lucchini, sarebbe l'adozione di misure su scala regionale che agiscano su settori diversi dal traffico veicolare, ma altrettanto strategici per la lotta all'inquinamento atmosferico: incentivi per la sostituzione delle vecchie caldaie, diffusione del metano, bonus fiscali per l'efficienza energetica degli edifici, etc. Come se non bastasse la Gazzetta di oggi spiega che il Pm10 proviene per il405 dal traffico e per il55% dal riscaldamento civile e industriale. Non solo: facendo 100 l'inquinamento legato al traffico ben il 34% deriva dal traffico autostradale. Bene: cosa propongono allora i nostri illuminati amministratori? Chiudiamo il traffico la domenica. Quindi aumentare il trasporto pubblico ok, ridurre gli sprechi va bene..ma non facciamoci ridere dietro. I varchi di notte accesi? bravi. Così le auto staranno in viale mentana e non in via saffi. ma gli inquinanti non guardano lo stradario, lo sapete? parcheggi a prezzi ridotti? grazie mille. Ma non è risparmiando il parcheggio che non inquinerò. la soluzione sarebbe una sola: blocchiamo il mondo. Spegniamo le auto, le fabbriche, le stufe, le luci, Morireremo di fame: ma con dei polmoni splendidi...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

6commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

3a giornata

Roma ko a Bologna, crisi nera. E quel Parma lì, chi l'avrebbe detto Risultati, classifica

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

LA PROVA

Kia Sportage diventa «Mild Hybrid»

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street