18°

Parma

Dopo lo tsunami Monti nulla sarà più come prima

Dopo lo tsunami Monti nulla sarà più come prima
Ricevi gratis le news
23

di Giuliano Molossi

Pierferdinando Casini ha annunciato che dopo le elezioni amministrative di primavera l'Udc si scioglierà per rinascere con nome, probabilmente «Il partito della nazione», e progetto diversi: dare un nuovo tetto all'elettorato moderato, oggi disorientato e diviso. Un partito nuovo, di unità nazionale, con un nuovo leader (e non è affatto scontato che sia lo stesso Casini) e l'ambizione di raccogliere non meno del 30 per cento dei voti, da intercettare fra quelli in libera uscita dei molti delusi del Pdl e del Pd.
E' tutto da vedere che il sogno di Casini si traduca in realtà, ma una cosa è certa: dopo lo tsunami Monti nulla sarà più come prima. Fra poco più di un anno ci sono le elezioni politiche. Non penserete mica che i due grandi partiti di centrodestra e centrosinistra possano sbrigativamente congedare il premier che ha ridato prestigio internazionale al Paese e sta varando le grandi riforme, e tornare a darsi battaglia secondo i vecchi schemi? Non penserete mica che Berlusconi (o Alfano) e Bersani, dopo aver sostenuto insieme il governo tecnico, possano pensare di conquistare il consenso degli elettori con il solito insulso copione?In pochi mesi è cambiato tutto. L'insofferenza dell'opinione pubblica per la Casta della politica non è mai stata così forte. In giro ci sono sondaggi che fanno paura. Se si votasse domani il 40 per cento degli italiani dice che non andrebbe alle urne perché schifato da tutti. E' vero che molti giurano che staranno a casa e poi all'ultimo momento andranno, forse turandosi il naso come faceva Montanelli, ma andranno. Ma è anche vero che quella percentuale del 40 per cento di astensionismo, che oggi inquieta i partiti, potrebbe persino aumentare se nell'anno che ci separa dalle elezioni non venissero realizzate quelle riforme istituzionali ed elettorali da tempo invocate dai cittadini.
Nei giorni scorsi Pdl, Pd e Udc si sono impegnati a lavorare per superare le numerose divergenze e individuare una soluzione di compromesso. Staremo a vedere se ci riusciranno. In caso di fallimento, se cioè non fosse almeno drasticamente diminuito il numero dei parlamentari (oggi 945, un'indecenza), se non venisse cambiata una vergognosa legge elettorale definita porcata dal suo stesso inventore, il leghista Calderoli, se non si trasformasse il Senato in qualcosa di diverso da un inutile doppione della Camera, come è oggi con gran dispendio di soldi e di tempo, ecco se non si riuscisse a fare nulla di tutto questo, il rischio di Berlusconi e di Bersani è quello di venir travolti dal popolo del non voto. Da gente nauseata e stremata che sa di non possedere altri strumenti per far sentire la propria voce. Pdl e Pd rischiano grosso. Il centrodestra trema davanti all'appuntamento delle amministrative: se non si allea con il Terzo Polo e con i movimenti civici rischia di perdere molte città (Parma è fra queste, ovviamente). Da parte sua il centrosinistra non ha meno guai: i sondaggi, per quel che valgono, danno in forte crescita Vendola, Grillo e Di Pietro. L'umiliante sconfitta alle primarie di Genova, dopo quelle di Firenze e di Milano, dimostra che il Pd continua a non capire nemmeno il suo elettorato che gli chiede di voltar pagina, un cambio di passo, facce e idee nuove.
Tutto è in grande movimento. Ecco perché il progetto di Casini non va frettolosamente archiviato come presuntuoso e irrealizzabile. Può darsi che non vada in porto, ma non si può dire che sia campato per aria. Non vorremmo però che fosse la pietra tombale sul bipolarismo e sulla democrazia dell'alternanza. Un sistema forse malato e imperfetto ma nel quale avevamo riposto molte speranze. Il giorno dopo le elezioni vorremmo continuare a sapere, come accade ai francesi, agli inglesi e agli americani, quale uomo governerà il Paese senza dover attendere, come succedeva un tempo, le liturgie del peggiore consociativismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giancarlo

    20 Febbraio @ 15.55

    Lungi da me l'intenzione di difendere Berlusconi,ha sbagliato ma son convinto lo abbia fatto in buona fede.Non dimentichiamoci del perchè a suo tempo scese in politica.Il pool di magistrati di mani pulite stava consegnando il Paese in mano ai comunisti,Berlusconi lo impedì e da allora iniziò la sua persecuzione giudiziaria,morale e politica.Quello che oggi tenta di fare Monti lo voleva fare Berlusconi,era nelle sue intenzioni.Ma gli ostacoli da superare si rivelarono insormontabili.Ebbe contro tutta la casta di sinistra,stampa,tv,sindacati,magistratura e persino,a volte,i propri alleati e confindustria specie a guida Marcegaglia.Bastava che proponesse una riforma che se li trovava tutti contro.Certe procure facevano a gara per inventarsi capi di imputazione e dare in pasto all'opinione pubblica,attraverso i media compiacenti e complici,ogni presunta nefandezza.Passò più tempo a difendersi dalle accuse e dai ricatti che a concretizzare i suoi progetti politici.Lo derisero perfino quando diede casa a migliata di terremotati aquilani,lo derisero quando riusci ad ottenere l'autority a Parma contro il parere di Prodi,lo derisero sempre e comunque.Di Pietro acquistò perfino delle pagine di giornali esteri per sputtanarlo e poi sbandierare ai quattro venti la perdita di considerazione internazionale.Infine lo costrinsero a lasciare nel bel mezzo di una crisi economica che i più ostili non esitarono ad attribuirgli,in malafede,la responsabilità ben sapendo che la crisi aveva origini ben più lontane.E lui lasciò scatenando le orde barbariche di sinistra nella più sfrenata festa di liberazione.Il tiranno è vinto ,giustizia è fatta,finalmente.Tutto risolto?Poveri illusi.Casini,che passò il suo tempo ad entrare ed uscire dalle compagini governative berlusconiane,suona la carica e avverte :"Monti è l'uomo della provvidenza",con lui l'Italia è cambiata.Nel frattempo non c'è più un bricciolo della nostra scassata economia che non sia tartassata dalle tasse e dai balzelli.Più che l'Italia Monti ha cambiato la nostra esistenza.Ma Casini lo vorrebbe santo subito e mi chiedo : dov'era Casini quando le stesse cose le proponeva Berlusconi senza tassarci anche l'aria che respiriamo?Dov'era Bersani quando Monti reintrodusse alla grande l'ICI che Berlusconi abolì?Dov'era Di Pietro quando passava il suo tempo a denunciare il conflitto di interessi di Berlusconi ed oggi tace sul conflitto di un ministro banchiere?E' vero,con Monti nulla sarà come prima,per il popolame sarà molto,molto peggio.Ma Casini esulta e se lo fa lui c'è da rabbrividire.

    Rispondi

  • massimo

    20 Febbraio @ 15.33

    Pinocchio..ma cosa fai....pinocchio...che **** vuoi...pinocchio....la fantasia....scusami 11 anni di governo...con riforme elettorali inutii e la metà del tempo del parlamento passato per legifere a favore dello psiconano per evitargli il carcere per le sue aziende e per i suoi amici. SE NON TE NE SEI ACCORTO SEI UN POVERINO.

    Rispondi

  • roberto

    20 Febbraio @ 14.31

    Porgo le mie più sentite scuse al signor Ossimprandi e mi cospargo il capo di cenere. Il messaggio a cui mi riferivo (17 anni di governi Berlusconi) è stato in realtà inviato da Massimo. Spero mi perdoni (la grafica dei messaggi mi ha ingannato).

    Rispondi

  • Marco

    20 Febbraio @ 13.50

    Signora Franca, la rinuncia A CANDIDARSI alle olimpiadi ha solo impedito che l'ammontare della corruzione in Italia passi dagli attuali 60 miliardi di euro a 70. Noi i giornali stranieri non li leggiamo, lei li legge tutti e tutti di cono Italia ko. Ma per piacere....Il "danno" che sta facendo Monti è per cercare di porre un freno al "danno" causato da chi lo ha preceduto. Purtroppo non ci sono alternative morbide...

    Rispondi

  • Michele

    20 Febbraio @ 13.36

    Sig.ra Franca, la "rinuncia suicida alle olimpiadi", le piaccia o meno, è stata una manna dal cielo. Primo perché non si è "rinunciato alle olimpiadi" come se fossero una certezza. Si è rinunciato a candidarsi contro altre città ben più sicure e titolate, spendendo un'altra montagna di quattrini nel comitato organizzatore che non avrebbero portato a nulla. Secondo perché siamo in Italia e, come insegna Italia '90, in un improbabile caso di successo la corruzione per gli appalti sarebbe schizzata a livelli ancora più esorbitanti portando nelle casse pubbliche introiti ridicoli rispetto alle spese e alle... "perdite" dovute ai soliti furbi (Italia '90 per il turismo fu un fiasco, visto che l'Italia in generale e comunque d'estate è comunque, a prescindere dagli eventi, una fortissima meta turistica).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Zanza

Maurizio Zanfanti, detto "Zanza"

RIMINI

Malore fatale con una ragazza: è morto "Zanza", re dei playboy

Mirco Levati "paparazzato" con Belen

GOSSIP

Mirco Levati "paparazzato" con Belen Foto

Harlem Gospel Choir

Auditorium Paganini

Arriva l'Harlem Gospel Choir

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

4commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

CALCIO

Napoli-Parma: turnover leggero per i crociati, confermati Gervinho e Inglese Diretta dalle 21 

Segui gli aggiornamenti minuto per minuto a partire dalle 21

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

3commenti

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

3commenti

CONTROLLI

Polizia a cavallo nei parchi cittadini

1commento

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

PARMA

Lavori in Cittadella: arrivano operai e ponteggi Foto

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

FIDENZA

Vandalismo: distrutto il lunotto di una Lancia Y

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

12 TG PARMA

Rifugiati: il Ciac lancia una petizione sul web contro il decreto Salvini Video

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

3commenti

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I «like», la morte e il valore della vita

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

Borgo Casale - Chef giovane, con qualità ed equilibrio

ITALIA/MONDO

mafia

Aemilia, il procuratore generale di Bologna: "Usare l'aula bunker anche per l'appello"

CHIETI

Violenta rapina a Lanciano: arrestati tre romeni. E si cerca il capobanda italiano

SPORT

procura

Moto, Fenati ora è indagato per violenza privata

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Vellutata delicata ai cannellini

PARMA

Il pubblico della fiera come i piloti Ferrari: l'emozione del pit-stop a "Mercanteinauto"

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel