19°

Parma

Procreazione assistita: i dubbi delle donne

Procreazione assistita: i dubbi delle donne
Ricevi gratis le news
0
Enrico Gotti
I medici che fanno nascere i bambini in provetta? Se sono uomini ricorrerebbero alle stesse tecniche in caso di infertilità. Se sono donne no, avrebbero più difficoltà a sottoporsi ai metodi di procreazione medicalmente assistita. E questo non per un problema etico, ma perché vedono davanti a loro un percorso lungo e difficile, di prove e insuccessi.
È questo uno dei risultati della ricerca «un figlio fra desiderio e tecnica», di cui abbiamo già parlato su queste pagine per quanto riguarda lo studio dei bisogni delle coppie che cercano un figlio. La ricerca è stata condotta dal Dipartimento di psicologia dell’Università di Parma, sostenuta da Azienda ospedaliera e azienda Usl. A guidare i lavori è stata Nadia Monacelli, ricercatrice universitaria che, con un gruppo di lavoro di psicologi e psicoterapeuti, ha intervistato dodici coppie e dodici medici, divisi equamente fra maschi e femmine. Hanno collaborato allo studio i due centri per la terapia dell’infertilità della provincia: quello di Fidenza, diretto da Lorenzo Barusi e quello di Parma, guidato da Bruno Ferrari. 
«Ci sono state pochissime ricerche sui vissuti degli operatori dei centri per l’infertilità – spiega Nadia Monacelli. – Le interviste sono la prima parte del nostro lavoro. La seconda parte inizia adesso, con la ricerca di protocolli per migliorare il benessere della coppia e uniformare la porta di accesso alle cure».
 Al contrario dei medici maschi, le operatrice donne intervistate hanno dubbi a sottoporsi alle tecniche di fecondazione assistita. 
«L’impatto è infatti tutto sul corpo delle donne, anche se l’infertilità è maschile. Sono le donne, in ogni caso, a dovere seguire la stimolazione ormonale, il prelievo il reimpianto» spiega la ricercatrice. 
Un altro aspetto indagato riguarda il giudizio dei medici alla legge 40 del 2004 che ha regolamentato la procreazione medicalmente assistita. Tutti gli operatori, pur riconoscendo la necessità di una normativa unica, considerano la legge troppo restrittiva, a danno della salute della donna, perché la costringe a ripetere le prove, ponendo limiti al numero di embrioni da impiantare. 
Questo è il testo della legge, poi, nel 2009 la Corte Costituzionale ha bocciato il numero massimo di tre embrioni da impiantare, riconoscendo al medico la libertà di valutazione.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno