20°

Parma

Pensionato investito dal bus: "L'autista è fuggito ridendo"

Pensionato investito dal bus: "L'autista è fuggito ridendo"
Ricevi gratis le news
77

Francesco Bandini

Urtato da un autobus «pirata» della Tep mentre stava attraversando la strada sulle strisce pedonali. Salvo per miracolo, anche se dolorante per la brutta caduta a terra. Ma tutt'altro che rassegnato a farla passare liscia a quell'autista che - sostiene - anziché fermarsi per prestargli soccorso, ha tirato dritto, non prima di averlo deriso sporgendosi dal finestrino e rivolgendogli parole di scherno.

È una brutta avventura quella che racconta Mario Carretta, 75 anni, muratore in pensione e grande amante della bicicletta, in sella alla quale dalla sua casa in Oltretorrente raggiunge ogni angolo della città. Come quel lunedì pomeriggio in cui aveva deciso di andare al Centro Torri. Erano più o meno le 15 e, dopo essere sceso dalla bici, si apprestava ad attraversare a piedi via San Leonardo, sulle strisce pedonali che si trovano proprio di fronte al centro commerciale. Pochi metri più indietro, un autobus urbano, proveniente dall'autostrada, stava ripartendo dopo aver fatto sosta a una fermata. Quando Carretta si è trovato quasi a metà dell'attraversamento, si è reso conto che quel «bisonte» arancione si stava avvicinando pericolosamente, accelerando oltre il normale e, soprattutto, dirigendosi verso il centro della carreggiata dove si trovava lui, anziché stando vicino al margine destro.

(...) L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Davide

    25 Febbraio @ 18.30

    Davide autista Tep: Sig. Balestrazzi mi fa piacere di aver fatto un po' di luce sulla situazione anche se non ci troviamo in pieno accordo su alcune cose, d'altronde non saremmo nemmeno stati qua a discutere! Faccio fede alla serietà e all'impegno da lei garantito sullo sviluppo della vicenda. Grazie della disponibilità e se la incontrerò sul bus avrò piacere di presentarmi di persona.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    25 Febbraio @ 17.12

    Scusi il ritardo, Renato: stavo spegnendo l'incendio della coda di paglia. Che però è sua, perchè se avesse riletto bene la mia risposta avrebbe visto che l'ho invitata a rimandare il suo commento. Se le cose stanno come dice lei, lo vedrà pubblicato come tutti quelli qui sotto. In caso contrario, le risponderò ancora pubblicamente: proprio come fanno nei giornali liberi. Vista la sua filippica, anzi, sono molto curioso di vedere che cosa ha da dire di così rivoluzionario e per noi "scomodo" rispetto alle 8 pagine di commenti che questo giornale "di parte" ha fin qui pubblicato..... (G.B.)

    Rispondi

  • Renato

    25 Febbraio @ 16.41

    Balestrazzi Vedo che hai la coda di paglia !! E ti ha preso fuoco !!!! Il mio commento non lo hai pubblicato ,non era offensivo ,si vede che tu e il tuo giornale siete sempre da quellq parte !!!! Peccato per voi. !!! Sai quanti giornali più liberi di voi esistono???? Miliaia saluti cari Renato

    Rispondi

  • redazione gazzettadiparma.it

    25 Febbraio @ 10.19

    Davide, accetto in pieno la gran parte della sua mail (come del resto avevo già detto per la precedente). Lei ha ragione sia quando dice che occorre accertare la verifica dei fatti per poter giudicare davvero il singolo caso, sia quando fa capire che comunque non si potrebbe generalizzare o ricavarne un giudizio su tutti gli autisti di bus (anzi, in questo le posso anche dare la mia testimonianza di frequente passeggero dei bus cittadini). Poi, con la stessa passione con cui lei giustamente difende il suo mestiere di autista e i tanti colleghi che certo lo svolgono correttamente, mi permetto alo stesso modo di continuare a difendere l'operato nostro e dei miei colleghi. E senza ripetermi sui particolari della vicenda, ricordo anche a lei ciò che vale per tutti i mestieri: puoi ingannare una persona per tanto tempo o tante persone per poco tempo, ma difficilmente puoi ingannare tante persone per tanto tempo. Se la Gazzetta è qui, e così radicata nonostante una concorrenza che negli ultimi anni è cresciuta tantrissimo, qualche motivo ci sarà. E io le posso assicurare (avendo passato più tempo in tv e al web) che soprattutto i colleghi del giornale cartaceo hanno una professionalità e una capacità di approfondimento della notizia profondissimi, e credo riscontrabili in pochi analoghi giornali di provincia. Concludendo: secondo me la notizia è riportata correttamente, ma va valutata come la notizia di una accusa, grave ma la cui fondatezza dovrà essere accertata. Esattamente come ogni volta in cui riportiamo la notizia di un arresto, di una condanna non definitiva o, come qui, di una denuncia. La ringrazio comunque del suo contributo: magari capiterà di salutarci in autobus. Ovviamente, ben sapendo che non si deve disturbare il conducente, a bus fermo...(G.B.) - P.S. - Scherzi a parte, mi impegno a riservare lo stesso rilievo sulla nostra home page agli sviluppi della vicenda qualunque essi siano. E sono certo che anche voi ci controllerete e ce lo ricorderete in caso di nostra inadempienza.

    Rispondi

  • Davide

    25 Febbraio @ 09.37

    Davide autista Tep: vorrei chiarire a tutti che i mie commenti non sono a giustificare comportamenti inadeguati di noi autisti,anzi come scritto sulla lettera al direttore di oggi, dall' ufficio stampa Tep, se vi sono lamentele contattate anche Tep e non solo la gazzetta, in modo da verificare i fatti, così si potrà dar modo anche agli autisti di potersi difendere, mentre come accade ora riceviamo accuse talvolta ingiuste, apparendo come se fossimo tutti delinquenti, per contro se ci saranno gli estremi l'azienda Tep prenderà i dovuti provvedimenti come peraltro fa tuttora. Rispondo anche al Sig. Balestrazzi della redazione: premetto che sono abbonato alla Gazzetta da oltre vent'anni ed è la prima volta che partecipo ad una discussione sul vostro sito, devo dar atto sulla serietà della libertà di parola a tutti e per questo vi ringrazio per avermi ascoltato ed avermi risposto. Quando ho letto l'articolo in questione mi sono indignato e vi assicuro anche tanti mie colleghi, per il modo in cui è stato intitolato, credo che nonostante le virgolette testare un articolo in questo modo non dia una buona immagine ne alla Tep e tantomeno a noi autisti, visti già i tanti problemi che si verificano tra noi e l'utenza. Per quanto riguarda la "veridicità dei fatti" è vero che avete raccolto il racconto di una persona che ha denunciato il fatto agli organi preposti ma è anche vero che nonostante le indagini in corso, vi è un' accusa molto pesante che credo che sarebbe dovuta essere trattata con un po' più di rispetto. Nel racconto per altro si parla di "bisonte della strada" aggettivo anche questo che trovo fuori luogo da attribuire ad un autobus. Quando dico "scrivete ciò che vi fa comodo" non sono "scivolato" sig. Balesrazzi ! Io non sono giornalista e non vengo a insegnarvi il mestiere ma mi permetto di dire che al di là della vostra indubbia correttezza e serietà, la scelta finale di pubblicare una notizia e di come farla apparire è vostra e su questo dire che non ci piove!! Grazie.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Code anche in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

UNIVERSITA'

L'Ateneo di Parma visto dagli studenti

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

1commento

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno