17°

28°

Parma

Maternità e lavoro assieme: una missione impossibile?

Maternità e lavoro assieme: una missione impossibile?
Ricevi gratis le news
0

 Salvatore Taranto

Conciliare maternità e lavoro è una missione che sta divenendo sempre più difficile: praticamente impossibile. L’essere madre costituisce ancora per una donna l’ostacolo principale in campo professionale. Le discriminazioni ai danni delle lavoratrici, in una fase caratterizzata dalla crisi economica, sono in crescita e la situazione nel Parmense, secondo la consigliera provinciale di Parità, Cecilia Cortesi Venturini, è in peggioramento.
 A farne le spese sono soprattutto le donne assunte con contratti precari che, dunque, non possono usufruire di strumenti come la cassa integrazione ordinaria e straordinaria. Ma non solo, perché secondo le indagini dell’Istat le retribuzioni al femminile sono inferiori di circa il 20-30% rispetto a quelle dei colleghi. Ampia è purtroppo la casistica delle discriminazioni: «Le donne - afferma la consigliera di parità - hanno delle tutele nel primo anno di nascita del figlio, ma è anche vero che molti datori di lavoro le lasciano a casa il giorno dopo». Ciò avviene nonostante la giurisprudenza abbia già chiarito che, in questa situazione, il convincimento del datore di lavoro si formi nel corso del primo anno di maternità e il licenziamento, pertanto, risulti altrettanto discriminatorio. «Spesso - prosegue - succede che entro l’anno l’azione discrimatoria inizi impedendo alle donne di rientrare a lavoro, obbligandole a fare delle ferie e quindi privando loro di diritti come le due ore di allattamento pagate dall’Inps». «Accade anche - denuncia - che la lavoratrice, avendo un contratto a termine, venga lasciata a casa e riassunta solo ed esclusivamente dopo che il bambino abbia compiuto due o tre anni».
 Per Cecilia Cortesi Venturini è incomprensibile la ragione per la quale un datore di lavoro consideri la maternità come un handicap: «Le donne che fanno figli e lavorano sono molto più produttive degli uomini e di altre donne che non fanno figli: il poter lavorare ogni giorno è molto importante non soltanto per poter avere uno stipendio ma per completare la propria identità e non sentirsi relegate ad un’unica funzione riproduttiva».
Numerose sono inoltre le donne (250 nel 2010) che nel corso del primo anno di maternità presentano le dimissioni - che devono essere comunque autorizzate dal Dipartimento territoriale del lavoro - a causa delle difficoltà di accesso ai servizi come il nido e la scuola materna. Dimissioni che, nell’attuale contesto economico, precludono un futuro rientro nel mercato del lavoro. Su questo tema pone l’attenzione il segretario generale della Cgil di Parma, Patrizia Maestri, per la quale «la maternità rappresenta ancora «un condizionamento molto forte in ambito lavorativo»: «Nonostante le donne siano più istruite, aggiornate e preparate dal punto di vista culturale, - dichiara l’esponente sindacale - si portano dietro una mancata distribuzione dei carichi che li vincola moltissimo». «Le aziende - accusa - sono troppo rigide e spesso non concedono il part time: gli orari di lavoro, così, diventano inconciliabili con le esigenze familiari». «Il costo dei servizi, spesso troppo distanti, è proibitivo: quello del nido - conclude la segretaria - dovrebbe essere un diritto universale e non soltanto un servizio di assistenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Juventus

Sputo (gomitata e testata) a Di Francesco: 4 giornate a Douglas Costa

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design