17°

28°

Parma

Oggi l'Ora della Terra: luci spente in città

Ricevi gratis le news
3

Anche il Comune di Parma aderisce al grande evento globale del Wwf per il clima, «Earth hour 2012» (l'Ora della Terra), e spegne simbolicamente le sue luci. Accadrà sabato, dalle 20.30 alle 21.30. Si spegneranno il palazzo del Governatore, le luci esterne del palazzo municipale, gli archi del ponte di Mezzo e il Duc. In piazza Garibaldi, inoltre, il Wwf Parma invita i cittadini a fare il conto alla rovescia verso il buio: alle 20, infatti, ci si ritroverà per un momento informativo e dimostrativo e si accenderanno tante candele come simbolo dell’evento. Per l'Amministrazione comunale di Parma sarà presente il vice commissario Michele Formiglio.
Durante il pomeriggio, sempre i volontari del Wwf sensibilizzeranno sull’iniziativa, sui temi della sostenibilità e daranno informazioni utili sul risparmio energetico con banchetti informativi al Centro Torri e al centro commerciale Eurosia, dove sono previste anche attività ludiche per i più piccoli. In occasione dell’Ora della Terra, infine, prenderà avvio il concorso di disegno rivolto alle scuole primarie di tutto il territorio provinciale sul tema del risparmio energetico «E tu, cosa fai?».
In tutto il mondo centinaia di milioni di persone spegneranno in contemporanea le luci per un’ora, a simboleggiare l’impegno di istituzioni, aziende e cittadini per la tutela del pianeta, per vincere la sfida del cambiamento climatico e dare al mondo futuro più sostenibile. In Italia sono oltre 220 le città che aderiscono all’iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo Reggiani

    31 Marzo @ 10.58

    Finalmente si leggono delle ottime indicazioni per migliorare il nostro ambiente. Chi ha qualche anno sulle spalle ne ha sentite tante, come pure denunce del pericolo che certi comportamenti assenteisti di chi governa ed anche della gente verso una buona amministrazione del territorio. Si ricordono le paginate sul vecchio settimanale Epoca di quarant’anni fa (sì proprio nel 1972) ed ovviamente anche su altre testate, che denunciava la fragilità dei suoli, l’emergenza continua (l’immagine era di un autobotte che riforniva d’acqua la popolazione di un paese). Ed ora, anno 2012, si scopre che nulla, ma proprio nulla, è stato fatto, anzi è cresciuta la cementificazione selvaggia in nome della speculazione, ci si palleggia le responsabilità degli accadimenti per via della polverizzazione amministrativa: tocca a quell’ente, no a quel comune, no alla regione, no alla comunità, ma lo stato non dà fondi, serve un comitato, sì ma quell’altro comitato pone un veto e via “stupidificando” (mi perdoni padre Dante) in fatto di iniziative ed amministrazione concrete. Qualcuno, forse, pensava che discutendo all’infinito, proponendo e controproponendo l’esatto contrario si ottenesse qualcosa? Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Poi, tra le iniziative (rigidamente generiche) si legge di favorire il trasporto pubblico. Cos’è la barzelletta del giorno? Non l’idea che è ottima, anzi eccellente, ma il non constatare che il servizio pubblico è in realtà una chimera, ben che vada una realtà virtuale. Le paginate della Gazzetta sui pesanti disservizi ferroviari non sono servite a nulla. La distruzione di fatto delle ferrovie da parte dello strapagato A.D. sono la fantasia di un giornalista burlone od una realtà che costringe ad usare l’automobile per andare a guadagnarsi la micca. Già ci sono le biciclette. Sono un’alternativa eccellente, con i dissestati manti stradali che ci troviamo, col fatto che quando piove diventano precarie (o quel giorno si sta a casa dal lavoro?), non vi si può trasportare quasi nulla sopra e sempre che la Polizia Municipale chiuda entrambi gli occhi per chi conduce una bicicletta con una sola mano perché l’altra tiene l’ombrello, una borsa, un tubo per disegni, ecc. È la legge ad imporre entrambe le mani sul manubrio, non gli agenti che sanzionando fanno il loro dovere. Bella ed interessante l’iniziativa, puramente simbolica, delle luci spente, delle candele, delle belle frasi. Domani, con la coscienza tranquilla per il bel gesto si riprenderà tutto come prima aspettando un deus ex machina che risolva le questioni. Ma quand’è che scenderemo dal pero per diventare seri e fattivi organizzandosi ed agendo inventando iniziative concrete e soprattutto continuative. A proposito: prima che qualcuno chieda: «Ma tu, che parli, hai mai fatto qualcosa?» premetto che in tanti anni ho fatto il possibile, per la forza di un singolo, a collaborare, proporre, indicare, ecc. Ho ancora il naso dolente per le porte che mi hanno sbattuto in faccia. Non che avessi ragione, non lo so, ma non se ne è mai neanche provato a discutere. Permetterete quindi il mio scetticismo sui piccoli gesti simbolici?

    Rispondi

  • GABRIELE

    31 Marzo @ 08.06

    Super Mario !!

    Rispondi

  • Paolo Casalini

    30 Marzo @ 23.59

    Il comune di Parma ha aderito, con lo spegnimento per un’ora delle luci di alcuni edifici pubblici, all’Ora della Terra, l’iniziativa proposta a livello globale dal Wwf per la sera del 31 marzo. E’ un’occasione per ribadire l’urgenza con cui devono essere affrontati i problemi relativi ai mutamenti climatici e quindi l’importanza di muoversi rapidamente verso una riduzione dell’utilizzo dei combustibili fossili. Dal momento che nelle città si svolgono i processi produttivi e di consumo che più contribuiscono alle emissioni serra i governi locali sono chiamati ad agire in questa direzione, integrando le necessarie politiche nazionali. A seguito di iniziative come quella lanciata dal Wwf si deve aprire una sfida per andare oltre ai gesti simbolici, verso la diffusione di scelte amministrative coerenti e di buone pratiche che coinvolgano tutti i cittadini. Le città dovranno riuscire a sviluppare politiche integrate, non singoli progetti, che vadano nella direzione richiesta dalle emergenze ambientali che ormai tutti riconosciamo. Ricordiamo qui alcuni aspetti fondamentali di cui si dovranno preoccupare le amministrazioni locali e quindi anche quella di Parma: il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici, la riqualificazione della città senza ulteriore consumo di suolo, il ridisegno della mobilità pensato per favorire il trasporto pubblico e gli spostamenti in bicicletta, la gestione dei materiali che favorisca la riduzione dei rifiuti, il riutilizzo ed il riciclo, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. In questo senso l’impegno per aderire all’iniziativa europea del Patto dei Sindaci, inserita nel programma del centro sinistra è un buon punto di partenza a cui siamo chiamati, anche come cittadini, a dare il nostro pieno sostegno. Paolo Casalini Candidato al Consiglio Comunale nella lista del Partito Democratico

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"