18°

Parma

Tenta furto in via Mazzini con chiavi false: denunciato

Tenta furto in via Mazzini con chiavi false: denunciato
Ricevi gratis le news
15

Era una specie di "professionista" del furto: lo dimostrano le 40 chiavi che aveva con sè.

Ma il colpo tentato ieri sera in via Mazzini, dopo le 23, non gli è riuscito: l'uomo, un 46enne di origini campane, è stato bloccato merntre  stava tentando di forzare la porta d'ingresso del negozio di oggettistica e abbigliamento "I love my house", sotto i portici

La pattuglia delle Volanti lo ha portato negli uffici di borgo dellaPposta per gli accertamenti di rito: l'uomo è stato quindi denunciato per tentato furto aggravato
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    03 Aprile @ 15.40

    Patty ottimo intervento il tuo ma non mi piace il finale, almeno come lo interpreto io, per me lo straniero non è chi viene fuori dall’Italia ma i corrotti da te citati uniti ai ladri, a chi delinque e parenti vari, contro questi bisogna lottare, battaglia persa in partenza si ma in ogni caso una battaglia da fare

    Rispondi

  • patrick

    03 Aprile @ 13.24

    Grazie, sedicente “pattysmith”, finalmente un intervento di livello, ma rileggiti bene la storia d’Italia, a cominciare dall’occupazione manu militare del Sud da parte del Nord nel 1860 : la “questione meridionale” nasce allora, con l’occupazione, la lotta contro il brigantaggio (in realtà contadini espropriati dai “piemontesi”), la tassazione squilibrata a danno del Sud per favorire le imprese nordiste, il drenaggio verso Nord della ricchezza meridionale ( Napoli era nel 1860 la terza città d’Europa e prima d’Italia per magnificenza, modernità, popolazione, cultura ed ancora nel 1921 la Campania figurava tra le regioni più ricche d’Italia, poi arriverà il fascismo e la “democrazia” a farla precipitare tra le più povere- oggi è la regione europea con più poveri e più disoccupati - accentuando il trasferimento al Nord di soldi ed infrastrutture ). Dal 1860 al 1998 lo Stato italiano ha speso in Campania duecento volte meno che in Lombardia, trecento volte meno che in Emilia, quattrocento volte meno che in Veneto ( da “La storia proibita”) , altro che le balle dei leghisti ( e di chi gli presta fede) !

    Rispondi

  • pattysmith

    03 Aprile @ 12.15

    Non mettiamoci i prosciutti davanti agli occhi, caro frank, i numeri parlano, e gli anni della storia d'italia, anche. I fondi che sono stati destinati al Sud sono sembre stati "assorbiti" da cosche mafiose, interessi di parte, ecc.. Va da sè che sia costume diffuso (purtroppo!) corrompere ed essere corrotti per avere sempre di più, ma le percentuali parlano! Per decenni abbiamo mantenuto i mafiosi del sud, almeno ci lascerete lamentarci! C'è la Lega Sud ,che a mio vedere è splendida nei suoi impegni politici, ma mai nessuno si è inviperito con loro per le loro proposte ed idee, invece quando al Nord si rivendicano i valori della nostra terra, apriti o cielo!!! Questo è razzismo. Ma è puerile farsi una guerra fra noi poveri, la colpa è dei politici che ci hanno governato con finti ideali democratici, arricchendosi loro, le loro famiglie, gli amici di amici, ecc. Vogliamo tirare fuori la nostra etica e lo spirito italiano per una volta e fare un fronte comune contro la corruzione, le mafie (nord e Sud), gli sperperi e il demagogismo falso e fuorviante che inquina le vere ideologie politiche? Bisogna che tiriamo fuori tutti i migliori valori dell'Italia e lottiamo contro lo straniero, torniamo all'epoca dei carbonari e difendiamo gli onesti, da qualunque parte siano, e affossiamo i corrotti.

    Rispondi

  • patrick

    03 Aprile @ 10.43

    Questi presunti"lumbard" (talvolta si tratta in realtà di meridionali sradicati in crisi d'identità) leggono e commentano solo le notizie che li confermano nella loro paranoia (una patologia che infatti unisce narcisismo e idee ossessive, nel caso specifico il narcisismo di chi vuol apparire a tutti i costi sul sito, anche se ha solo da ribadire le solite tesi ossessive xenofobe) . Naturalmente la realtà è ben diversa di come la immaginano questi maniaci: non erano meridionali, ma parmigiani doc, nell'ordine :il primo imprenditore del Nord arrestato e condannato per camorra (Bazzini) ; i vari politici ed amministratori arrestati di recente nelle due operazioni Green money; l'assassino della povera Mantovani; l'omicida di Cosmina Burlan, tal Rainieri ; l'assassino di Virgy e del taxista Salvarani ; Enrico Croci, il 40enne di Varano che assassinò la 24enne etiope; Il fabbro fidentino Davide Ferrari che con la bussetana Filomena Fiato Coppola voleva assassinare l'antiquaria mantovana Lilia Negri e tanti altri...

    Rispondi

  • monica

    03 Aprile @ 07.32

    Potete anche smettere di pubblicare certi articoli. Ormai la misura e' colma. A quando la notizia di qualcuno che riceva davvero una pena per il reato commesso?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

2commenti

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

2commenti

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

6commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

ZOCCA

Un 16enne confessa l'omicidio del ragazzo trovato morto in un pozzo

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel