18°

28°

Parma

Giro di vite sulla movida: il Comune non cede

Giro di vite sulla movida: il Comune non cede
Ricevi gratis le news
2

La discussione sulla movida torna nelle aule del tribunale. Questa volta a Roma. 

Il Comune si è rivolto al consiglio di Stato per difendere l’ordinanza che il 15 dicembre scorso aveva ridotto gli orari di apertura e di emissioni sonore ai locali della zona di via Farini. Il commissario straordinario Mario Ciclosi ha deciso di fare appello contro la decisione del Tar dell’Emilia-Romagna, sezione di Parma, che aveva «congelato» il provvedimento anti-movida, in attesa della decisione nel merito, dopo il ricorso del titolare del Tonic pub di via Nazario Sauro. L’ordinanza di Ciclosi aveva costretto i bar dell’area di via Farini a chiudere all’1 di notte il venerdì e il sabato e a mezzanotte negli altri giorni della settimana. Il proprietario di un bar aveva fatto ricorso e il Tar, il 7 marzo, aveva accolto la richiesta di sospensiva, definendo l’ordinanza «eccessivamente restrittiva». In pratica la critica era che il provvedimento non faceva distinzione fra chi aveva insonorizzato il locale, senza che uscisse un decibel dalle finestre, e chi no.
 Il problema, ha risposto il Comune, che ha affidato la sua difesa all’avvocato Antonio D’Aloia, è l’assembramento di persone fuori dai locali, non il rumore che fuoriesce dal bar. Il proprietario del Tonic, che ha appreso della novità venerdì, si lamenta per «l’accanimento della pubblica amministrazione nei confronti delle attività del comparto movida». «Si assiste ad un nuovo capitolo giudiziario inutile e  gravoso per le casse pubbliche, in quanto unicamente rivolto ad annullare l’ordinanza sospensiva, che naturalmente diverrebbe inefficace a breve al momento della sentenza di merito del Tar. E tutto questo con il solo fine di far chiudere prima un unico e solo esercizio commerciale insonorizzato», così Edoardo De Robertis, titolare del bar di via Nazario Sauro, fortemente critico: «L'appello appare un’altra inutile vessazione, anzi potrebbe portare ad un ulteriore aggravio con la condanna alla rifusione delle spese a carico del Comune di Parma, sia per la decadenza del mandato del Commissario sia per i fondati e reali motivi a sostegno dei diritti dell’esercizio appellato». «Questo ricorso – continua il gestore del Tonic - appare come un’iniziativa che porta ad un inutile sperpero del già carente danaro pubblico, quando nella realtà gli esercizi pubblici della movida si sono resi disponibili ad un costante dialogo, il più delle volte, e ce ne dispiace, disatteso. Le cause costano. Un po' di buon senso, di avvedutezza e buona volontà molto meno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marcello

    20 Aprile @ 02.14

    Ma che bravo Daniele. Con tutto il suo sarcasmo riesce a rallegrarci. Chissà come faranno tutti quelli che abitano sulla via Emilia, su viale Piacenza, su via Montebello, sulla circonvallazione interna e su qualsiasi altra strada della città trafficata giorno e notte. Senz’altro Daniele fa parte di quello 0,5% di residenti del centro che si lamentano e pensano di essere privilegiati... di poter vivere in centro storico con il silenzio della campagna, senza galli canterini alle sei del mattino e senza odore di letame. Sicuramente per Daniele: Tir, auto, moto, scuter non anno alcun impatto acustico, mentre per i cittadini della periferia che frequentano il centro storico, sono soltanto dei maleducati molestatori. Senz’ altro Daniele non è mai andato fuori a cena con il suo sarcasmo, e nel tornare verso casa mai avrebbe proferito verbo per non disturbare orecchie particolarmente sensibili… perché le orecchie sensibili le anno solo alcuni residenti del centro, il restante 99,5% dei residenti del centro è sicuramente sordo e il resto della città non è certo degno di nota. Caro Daniele, per favore, evitaci il tuo esilarante sarcasmo bigotto.

    Rispondi

  • Angelo

    10 Aprile @ 12.21

    Poveri Esercenti della movida poveri martiri della movida ,quegli arroganti dei residenti che vorrebbero dormire di notte per potere andare a lavorare la mattina vanno puniti. Per i loro diritti e per fare rispettare la Costituzione l'Amministrazione Comunale non dovrebbe spendere neanche un soldo anzi dovrebbe garantire l'impunità ai poveri esercenti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design