17°

27°

Parma

Ai domiciliari? C'era il sosia del "drago"

Ai domiciliari? C'era il sosia del "drago"
Ricevi gratis le news
0

di Francesco Bandini

Mentre era agli arresti domiciliari a Piacenza aveva ottenuto l'autorizzazione a venire a lavorare a Parma, in una ditta di confezionamento di capi di abbigliamento di cui risultava titolare il fratello. Ma quello che i carabinieri periodicamente andavano a controllare nell'opificio nella zona di via Calatafimi non era il 33enne cinese Lin Dong Sheng, ma un suo sosia. E così, con questo stratagemma - agevolato dal fatto che spesso per gli occidentali i cinesi si assomigliano un po' tutti - Sheng è riuscito a farla franca per svariati mesi. In realtà si trovava in Spagna, dove gestiva in tutta tranquillità i propri molteplici affari e dove, dopo lunghe indagini, i carabinieri di Piacenza, in collaborazione con la polizia iberica, l'hanno individuato in febbraio. Nei giorni scorsi l'hanno arrestato e, dopo aver ottenuto l'autorizzazione all'estradizione, l'hanno condotto in Italia, dove si trova attualmente, rinchiuso nel carcere milanese di Opera.
Lin Dong Sheng era inseguito da un mandato di cattura internazionale: doveva scontare una condanna a 8 anni di reclusione (di cui poco più di due anni già passati in cella) per sequestro di persona in concorso, sequestro di persona a scopo di estorsione e lesioni personali aggravate in concorso. Secondo i giudici, infatti, era a capo di una famiglia cinese che dal Paese asiatico, con la collaborazione di organizzazioni criminali locali, faceva venire in Italia e in Spagna connazionali da utilizzare come manodopera  a basso costo in una rete di attività commerciali e produttive a lui riconducibili, dove spesso queste persone venivano segregate e costrette a pagare ingenti somme per ottenere la libertà. Questa rete si estendeva in Emilia Romagna (oltre che Parma, anche Piacenza, Reggio e Rimini), in Lombardia, nelle Marche e in Spagna. In particolare, a Parma aveva diversi ristoranti, quattro appartamenti (tre in città e uno a Baganzola) e due negozi di abbigliamento, oltre a tre licenze per posto fisso nei mercati rionali e svariate altre licenze (non utilizzate) sempre per la vendita come ambulante nei mercati. 
Numerosissime le attività nelle altre città, fra cui anche bar, sale giochi, lavanderie e ditte di confezionamento di abbigliamento. Un «impero» che gli investigatori di Piacenza non hanno esitato a definire «impressionante»: un patrimonio che Sheng gestiva personalmente o per tramite dei numerosi membri della sua famiglia. Proprio a Parma vivono il padre, la madre e un fratello, che da anni conducono attività commerciali, fra cui alcuni ristoranti della città. Nell'ambiente era chiamato «Signore drago», a testimonianza del rispetto di cui godeva.
Su di lui aveva indagato anche la Direzione distrettuale antimafia di Venezia per il suo ruolo all'interno della mafia cinese, con particolare riferimento allo sfruttamento di numerosi concittadini della Repubblica popolare impiegati  poi come lavoratori clandestini in varie città dell'Emilia Romagna e non solo.
La scoperta dell'evasione dai domiciliari risale al 2006: in quel periodo l'uomo era in attesa che la Cassazione si pronunciasse definitivamente sulla condanna a otto anni che pendeva su di lui. Successivamente la condanna è stata confermata, ma del «Signore drago» non c'era più traccia da tempo. Ma i militari del Nucleo investigativo dei carabinieri di Piacenza, guidati dal capitano Rocco Papaleo, hanno iniziato un'intensa attività di indagine che non si è mai interrotta, ma resa particolarmente difficile dalla particolare chiusura e impenetrabilità della comunità cinese. Nel 2009 si era localizzata la presenza di Sheng in Spagna, ma solo di recente si era individuato con precisione il suo «rifugio»: si trovava dalle parti di Barcellona, dove sovrintendeva a una vasta rete di attività economiche e ristoranti. E proprio in un suo ristorante i carabinieri l'hanno trovato, dopo averlo seguito le tracce di numerosi suoi parenti che dall'Italia erano volati in Spagna per partecipare, insieme a lui, a un matrimonio cinese. Una festa che gli è costata la libertà. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Parma-Cagliari 1-0: dopo il gol annullato, il "solito" Inglese si prende la rivincita

SERIE A

Parma-Cagliari 1-0: dopo il gol annullato, il "solito" Inglese si prende la rivincita

Segui gli aggiornamenti in tempo reale

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

3commenti

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

15commenti

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

IMPERIA

Frontale fra un'auto e una corriera: due morti a Bordighera

TRAGEDIA

Vigile del fuoco precipita da 7 metri e muore ad Ancona Video

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"