12°

25°

Parma

Università, boom di iscrizioni: +22% - La protesta contro i tagli continuerà lunedì

Università, boom di iscrizioni: +22% - La protesta contro i tagli continuerà lunedì
Ricevi gratis le news
7

Crescono le «matricole» all'Università di Parma: +22%, secondo un dato ancora parziale aggiornato al 10 ottobre scorso. Per il momento si sono iscritti a lauree triennali e specialistiche 6.934 studenti, contro le 5.676 matricole registrate nel 2007 alla stessa data. I dati definitivi, sia per le lauree triennali che per quelle specialistiche, ci saranno solo il 31 gennaio prossimo.

Guarda in fondo alla pagina le tabelle scaricabili, con i dati provvisori delle immatricolazioni facoltà per facoltà.

PROTESTA «FUNEBRE». Intanto ieri sera oltre 2.500 persone hanno sfilato fra le 19,30 e le 22 in centro. Un lungo corteo si è mosso dalla facoltà di Lettere al Ponte di Mezzo, fino a piazza Garibaldi.
«Stiamo celebrando il funerale dell’Università - ha spiegato David Zanotti, rappresentante di Lettere - il corteo è il primo passo per andare dentro la città. La nostra non è una questione interna. I tagli porteranno alla morte dell’istruzione pubblica e della cultura in generale. Quindi abbiamo pensato che una manifestazione simbolica potesse sensibilizzare anche il resto della cittadinanza».
Una bara con la scritta «cultura riposa in pace» è stata portata in processione, lungo via D’Azeglio fino a piazza Garibaldi, da sei becchini-studenti che hanno aperto il corteo; dietro al «feretro» dell’Università ragazze vestite a lutto «a piangere la cara estinta», seguite dallo striscione di Uniprotesta dietro al quale, invece, stavano i docenti che aderiscono al comitato. Importante anche il contributo dell’Udu, il sindacato degli studenti di cui fanno parte anche alcuni membri del comitato stesso. Lungo il percorso sono stati disposti dai ragazzi lumini funebri e striscioni i cui slogan erano «Santa ignoranza, prega per noi», «contro beata ignoranza non basta santa pazienza». Una manifestazione pacifica che ha visto studenti e professori fianco a fianco. «Questa legge tocca tutte le componenti del mondo universitario - ha spiegato Annamaria Cavalli, docente di Lettere - è messa in pericolo la sopravvivenza stessa dell’Università pubblica. L’Università è diventato il primo fondo dal quale si vanno a prelevare fondi».

PROTESTA A CHIMICA, ARRIVANO I CARABINIERI. I carabinieri erano a Chimica per avere informazioni sugli organizzatori del presidio di mercoledì contro le novità introdotte dal governo. I militari in borghese sono entrati in azione ieri mattina. E la notizia della loro «indagine» ha provocato la rabbia di molti studenti. Dopo quattro ore di Consiglio i professori della facoltà di Scienze mercoledì hanno deciso, come forma di protesta, di attuare un blocco della didattica ordinaria, proponendo, come alternativa, lezioni all’aperto e laboratori accessibili a tutti. Mentre all’interno si svolgeva il Consiglio, fuori un presidio di studenti faceva sentire la propria presenza e solidarietà ai docenti.  Ma ieri mattina i professori di Scienze hanno ricevuto la visita di due carabinieri mandati dalla Questura, per verificare che il presidio di 500 studenti, tenutosi davanti il dipartimento di Chimica, non avesse causato problemi di ordine pubblico. La professoressa Anna Painelli ha però chiarito che si è trattato solo di un normale controllo.

"LA SCUOLA VA CAMBIATA TUTTA". Arrivato a Parma per un dibattito, l'ex ministro dell'Istruzione Luigi Berlinguer ha sottolineato che innegabilmente "nella scuola ci sono sprechi ma non è il primo problema. Questa scuola così com'è dev'essere cambiata tutta. Il tempo pieno, ad esempio, lo voglio migliore di ieri". Ma secondo Berlinguer i cambiamenti non possono essere fatti "senza gli insegnanti". Interpellato dai cronisti, Berlinguer ha anche elogiato Parma e il lavoro che qui viene fatto nel mondo scolastico, tra l'altro con la collaborazione con istituzioni e imprese. Una collaborazione che a Berlinguer piace (tanto che dichiara "mi sembra di stare in Svizzera, in un luogo felice") e che indica a modello per la scuola di tutta Italia, specialmente nel Sud. (guarda l'intervista a Luigi Berlinguer nel video allegato a questo articolo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • veronica

    25 Ottobre @ 10.00

    Come sminuire le ragioni degli altri? facile! basta dire che chi manifesta lo fa tanto per fare e senza essersi informato, niente di più SBAGLIATO. é davvero tanto difficile credere che anche oggi c'è chi ragiona con la sua testa?

    Rispondi

  • Massimo

    24 Ottobre @ 19.10

    Mi metto dalla parte di Berlusconi, in fondo lui non ha detto che toglieva l'ICI della prima casa? L'ha fatto, adesso i soldi da trasferire ai comuni dove volete che li trovi? Noi italiani siamo sempre quelli che vogliamo la botte piena e la moglie ubriaca, vogliamo pagare meno tasse ed avere comunque uno Stato che offra servizi a tutti. Non è così, ci dobbiamo pagare l'università e le scuole private! E' inutile protestare adesso e abboccare come dei pesci all'amo quando possiamo far valere il voto. Ed è solo l'inizio, prima delle prossime elezione ne vedremo delle belle, ha ragione Berlusconi, ci sono dei facinorosi, purtroppo li abbiamo mandati a governare. ciao

    Rispondi

  • Yondaime

    24 Ottobre @ 18.08

    Se la gente scende in piazza,un motivo c'è...alcuni punti della riforma gelmini vanno bene e sono d'accordo...ma gli altri no,tagliare fondi all'università significa uccidere la ricerca e sopratutto tagliare l'italia da ricerche fatte in cooperazione,anche a livello mondiale. Perchè non dite di tagliare un pò gli stipendi di ministri e company?...visto che il loro stipendio è tre o 4 volte maggiore di uno normale. BIsogna pensare prima di aprire bocca.

    Rispondi

  • Roberto De Pietri

    24 Ottobre @ 17.52

    Caro Maverick: siamo sicuri che tu hai letto i contenti della cosidette riforme o, in alcuni casi, dei semplici tagli senza riforma. Ora cambiare tanto per cambiare non mi sembra che porti sempre dei benifici. Le Università possono già ora stipulare accordi con società di investimento private o concordare sponsorizzazioni. Purtroppo di investimenti privati non se ne sono visti. Quindi dove sta la tua proposta ? Chi sà parli chi non sà taccia !

    Rispondi

  • conteviola56

    24 Ottobre @ 17.27

    E' meglio avere una scuola pubblica che permetta a chi ha talento di emergere o una scuola privata dove basta che paghi ti promuovono ? Non ne avete abbastanza di incompetenti al posto giusto che hanno rovinato il nostro paese?(Cimoli ha prima rovinato le ferrovie per poi passare all' alitalia) . Tutto questo non vi dice nulla ? Siamo senza classe dirigente ce ne rendiamoconto.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Lealtrenotizie

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

Dieci anni

Beve soda caustica: bambina di Bari salvata al Maggiore

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

reggio emilia

Cellullare rubato passa di mano, due denunciati anche a Montechiarugolo

Il furto nel 2016 nel Reggiano, ma telefono non viene ritrovato

intervento

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili a Bardi

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

COMPLEANNO

La storia dell'Astra, 70 anni tra calcio e baseball

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

ARTE

"Il Terzo Giorno" porte aperte al Palazzo del Governatore Fotogallery

ALLUVIONE

Pizzarotti attacca la procura: "Crede che le persone siano individui da sbattere in prima pagina"

Il sindaco su Fb: "Oggi ci vuole un pazzo per fare il sindaco"

16commenti

PARMA

Auto si ribalta in via Montebello: ferita una 72enne Video

1commento

METEO

Anticipo d'estate, caldo anomalo in mezza Europa

Temperature da inizio giugno a Nord, picchi di 27-28 gradi

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

Mantova

Suicida a 15 anni per un brutto voto: "Non sono all'altezza"

Brescia

Bimbo di 4 anni muore investito dalla mamma

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

amsterdam

Ecco il primo supermarket senza plastica Video

verde

L’hobby del gardening conquista sempre di più

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery